Immagini

L'oliva viaggia in gondola

Ve l'immaginate Venezia con i suoi gondolieri intenti a portare in lungo e in largo per la laguna le olive giganti da cui ricavare oli dal gusto impareggiabile? Può sembrare strano, ma non si trascuri il fatto che la Repubblica di Venezia vantava un grande passato nei commerci internazionali di oli da olive, soprattutto nel periodo d'oro dell'età moderna

Luigi Caricato

L'oliva viaggia in gondola

 

Le olive a Venezia che viaggiano in gondola non è un eccesso di fantasia, anche se preferivano viaggiare su ben altre imbarcazioni, ben più capienti. C’è dunque una solida storia che lega venezia alle olive e all’olio. Erano infatti enormi le quantità d’olio che hanno visto Venezia coinvolta nei grandi traffici commerciali.

Gli approvvigionamenti oleari erano oltretutto una grossa fonte di grandi guadagni soprattutto nel corso dell’età moderna. Non era solo olio destinato all’alimentazione, se non in minima parte.

C’è da osservare che oltre a soddisfare i consumi alimentari di una popolazione urbana che ne richiedeva in gran quantità, proprio perché città ricca, la Repubblica di Venezia fu fra l’altro tra le prime realtà a mettere in atto una ben articolata legislazione annonaria.

L’olio serviva soprattutto per le industrie manifatturiere, per i saponifici e per i lanifici in particolare.

Le necessità dell’olio erano rilevanti e non se ne poteva fare a meno, tanto più che si utilizzava l’olio anche per l’illuminazione, oltre che nel processo di produzione del sapone, o nel processo di cardatura nella lavorazione delle lane.

Non è dunque fuori luogo, né da giudicare troppo fantasiosa, la vignetta che potete apprezzare, nel consueto stile immaginifico di Valerio Marini.

 

Iscriviti alle
newsletter