Immagini

Millefoglie, dal piatto al quadro

Incontro tra artisti. Il pittore Simone Butturini e lo chef pluristellato Giancarlo Perbellini, alla Galleria Ghelfi a Verona a pochi giorni dal vernissage. L’occasione è stata la mostra “Luci e parole. Interno esterno: colazioni e architetture industriali”

Olio Officina

Millefoglie, dal piatto al quadro

 

La mostra “Luci e parole. Interno esterno: colazioni e architetture industriali” è una iniziativa legata a Expo Veneto in cui sono esposti, fino al 30 maggio, anche alcuni dipinti dedicati a piatti dello chef veronese, tra tutti la celeberrima Millefoglie. Un tema stimolante per l’artista noto per le sue colazioni e le sue torri d’acqua.

“La contaminazione tra generi alimenta la mia pittura – ha commentato Simone Butturini. Come l’alta cucina oggi più che mai trae ispirazione dalle suggestioni visive del mondo dell’arte così l’arte da sempre celebra la grande cucina e la convivialità. In particolare sono rimasto affascinato dalle creazioni di Giancarlo, i dipinti sono nati da un incontro di saperi, sapori, profumi e architetture che ho ravvisato nei suoi piatti”. “Il dipinto che Simone ha voluto dedicarmi – ha detto davanti all’opera lo chef Giancarlo Perbellini – nel momento in cui l’ho visto mi ha davvero folgorato. La “Millefoglie” che vi è rappresentata, un dolce molto importante nella storia mia e della mia famiglia, sembra quella delle origini quando a prepararla era mio nonno Ernesto. Osservando quest’opera ho fatto un tuffo nel passato”.

 

Iscriviti alle
newsletter