Media

Salvatore Camposeo: nuove cultivar d’olivo, nuovi metodi di coltivazione

L’obiettivo è rispondere alle nuove sfide. È solo attraverso un certo tipo di cooperazione che si potranno fronteggiare nuovi scenari. Ad affermarlo il docente di arboricoltura dell’Università di Bari, nel corso di una intervista nell’ambito dell’undicesima edizione di Olio Officina Festival

Massimiliano Bordignon

La meravigliosa bontà della monocultivar Picual

Quello che vedete è un olio di carattere, fresco, erbaceo, dalla piacevole palatabilità. L' extra vergine è a firma Pago de Peñarrubia e l'azienda ha sede ad Albacete - in Spagna, ovviamente. Nella redazione di Olio Officina degustiamo e sperimentiamo in continuazione nuovi possibili abbinamenti

Olio Officina


Perché l’Iran odia le donne?

Dopo l’assassinio di Mahsa, per via di una ciocca di capelli fuori posto, le donne iraniane sono scese in piazza per protestare, tagliandosi i capelli in segno di sfida, fino ad arrivare perfino a strappare i manifesti dell’ayatollah Khamenei. Il regime reprime con violenza la rivolta e non si cura di ammazzare altre donne, e chiunque protesti. La rivoluzione è donna. Esprimiamo tutta la solidarietà alle donne iraniane, e lo facciamo con una illustrazione di Doriano Strologo

Olio Officina


La partecipazione alle Forme dell’Olio in 5 mosse

Il contest sul design degli oli è giunto alla sua decima edizione. La macchina organizzatrice è in moto e tutto è pronto per svelare presto le nuove creatività. Ecco, con una immagine alquanto eloquente, le indicazioni da seguire da chi intende partecipare

Olio Officina


Firmare bottiglie d’olio come fossero romanzi

In questa foto, pubblicata sui canali social di Chiara Coricelli, si può notare l'ad della casa olearia Pietro Coricelli di Spoleto nell'atto di autografare una propria bottiglia di olio extra vergine di oliva. "Quando si dice metterci la firma", si legge. E in effetti noi da sempre sosteniamo che l'olio è cultura prima ancora che un alimento. Così, come i narratori firmano le copie dei propri romanzi, allo stesso modo si firmano le bottiglie d'olio. È un gesto emblematico che deve poter diventare una prassi. E voi che ne dite?

Olio Officina


L’olio ci fa intraprendere viaggi verso un mondo migliore

Oggi è venuto a trovarci in redazione Flavio Lenardon, presidente del movimento culturale TreeDream, impegnato nel valorizzare gli oli d’alta quota dalla Liguria, dove vive, in giù. Vi invitiamo a credere nel progetto dell’olivicoltura eroica e di rilanciarlo in ogni dove, perché fare agricoltura in situazioni orografiche impervie non è facile, comporta tanta fatica e soprattutto tanti rischi. Ecco allora in foto Lenardon con il nostro direttore Luigi Caricato. Tra le mani il volume È l’olio, bellezza, edito da Olio Officina, di cui è autore Giorgio Barbaria. Molto eloquente il sottotitolo Viaggio letterario nelle culture dell’ulivo

Olio Officina


In attesa della nuova olivagione

“Quando gli ulivi nascono dalla terra e respirano il mare”. È sotto questo slogan che le sorelle Antonella e Clara Malandrino posano nel proprio frantoio, Oleificio Serra Marina,  a Laureana Cilento. A breve si sentirà tutto il profumo dell'olio appena franto

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

I Costa, la grande storia di una famiglia di oleari

Tutto ebbe inizio nel 1860, quando venne costituita a Genova la ditta “Giacomo Costa fu Andrea” dai fratelli Giobatta e Giacomo Costa. L’olio iniziò a viaggiare in ogni luogo, fino a raggiungere i molti italiani emigrati nelle Americhe, proprio attraverso le navi della famiglia. Da qui il celeberrimo marchio ”Olio Dante”, e oggi, a distanza di tanti anni, l’olio da olive resta sempre al centro delle attenzioni di un ramo della famiglia, con Eugenio e Pio, i quali hanno voluto recuperare la tradizione olearia con il marchio “Lorenzo Costa du Eugenio”. Il documentario di Primo Canale

Olio Officina


Un nuovo Museo ci attende

Abbiamo visitato in anteprima il Museo Archeoindustriale di Terra d’Otranto, con sede a Maglie, in provincia di Lecce. Fondamentale l’apporto dell’ingegno potente e propulsivo dell’architetto Antonio Monte. La struttura museale l'avevamo già visitata quando era in fieri, quasi interamente vuota, e ora che è completata, si attende la sua apertura al pubblico, si spera il prima possibile. Sono rappresentate all'interno tutte le grandi imprese salentine del glorioso passato.

Olio Officina