Terra Nuda

A Marrakech un seminario del Consiglio oleicolo internazionale sul futuro del settore olivicolo

In occasione della 109^  sessione del Consiglio dei membri, è stato organizzato dal Consiglio oleicolo internazionale, in particolare dall'unità Tecnologia e ambiente, e dal Ministro dell'agricoltura un seminario internazionale dove si è affrontato il tema delle future sfide e prospettive del settore oleicolo.

Olio Officina

A Marrakech un seminario del Consiglio oleicolo internazionale sul futuro del settore olivicolo

È stato un importante seminario a giudicare dal livello delle istituzioni presenti che hanno porto il saluto. Moderati dal direttore esecutivo del Coi Abdellatif Ghedira, sono intervenuti i ministri dell’agricoltura: Ezz El Din Abu Steit (Egitto)Abdelbaset M. E Ghanimi (Libia), Levan Davitashvili (Georgia); Mohamed Sadiki, segretario generale del ministero dell’agricoltura del Marocco, Sezai Uçarmak viceministro del commercio (Turchia) e Ben Ali Rachid, presidente delle organizzazioni interprofessionali marocchine.

Il seminario ha rappresentato un momento di alto studio di alcuni dei fenomeni che riguardano l’olivicoltura mondiale. Tra questi: l’utilizzo delle risorse genetiche in olivicoltura, la lotta contro la Xylella fastidiosa, l’uso di derivati della lavorazione delle olive per produrre energia verde, come incrementare la qualità degli oli extra vergine di oliva, la dieta mediterranea e la salute, il ruolo dell’olio extra vergine di oliva.

La delegazione marocchina ha altresì presentato uno studio sulle nuove varietà di olive prodotte in Marocco.

La parte tecnica del seminario è stata moderata da Abdelkrim Adi, capo unità della tecnica ed ambiente del Coi.

Iscriviti alle
newsletter