Terra Nuda

Ammontano a 338 milioni di euro le domande giunte a Ismea per investimenti nella filiera agroalimentare

Sono stati pubblicati venerdì 14 giugno i risultati del bando per il sostegno agli investimenti delle imprese agricole ed agroalimentari attraverso interventi di finanza agevolata. 

Olio Officina

Sono state in tutto 48 le domande presentate, per un totale di 338 milioni di euro di finanziamenti richiesti, oltre tre volte la dotazione finanziaria messa a disposizione dall'Istituto (100 milioni di euro).

La gran parte delle domande prevedono investimenti per la modernizzazione delle imprese e lo sviluppo di tecnologie innovative, ma anche la ristrutturazione aziendale e la creazione di nuove strutture produttive, l'internazionalizzazione e la crescita dimensionale.

A livello geografico è stata riscontrata una partecipazione diffusa in quasi tutta la Penisola, con una maggiore incidenza dalla Lombardia, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia, mentre a livello settoriale i comparti produttivi più coinvolti sono quello zootecnico, ortofrutticolo e vitivinicolo.
Le domande giudicate ammissibili proseguiranno l'iter istruttorio per la valutazione economica e finanziari dei piani di investimento.

"Si tratta - ha sottolineato il Direttore Generale dell'ISMEA, Raffaele Borriello - di un importante risultato, e il forte interesse manifestato dell'intera filiera agroalimentare conferma la necessità di rafforzare l'intervento pubblico per rilanciare gli investimenti in un settore vitale e sempre più centrale per l'economia del Paese".

Iscriviti alle
newsletter