Terra Nuda

Attività di aggiornamento professionale dell'Accademia dell'olivo e dell'olio

Olio Officina

Il 19 e 20 febbraio 2016 si è svolto a Spoleto, presso la sede dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, il II corso di aggiornamento sulla Potatura di Allevamento e di Produzione dell’Olivo, che ha visto la partecipazione di 18 iscritti provenienti da sette diverse regioni italiane, e dall’Inghilterra.  Il corso è stato tenuto dagli accademici ordinari Franco Famiani dell’Università di Perugia e Riccardo Gucci dell’Università di Pisa. Obiettivo del corso era di dare le basi e gli aggiornamenti necessari per la potatura di allevamento e di produzione dell’olivo, argomenti di grande rilevanza sia perché la gestione della chioma è una pratica indispensabile per il successo dell’oliveto che per i frequenti errori che vengono tuttora commessi in proposito. Le lezioni teoriche in aula hanno riguardato le basi fisiologiche della potatura, la tecnica di potatura sia di allevamento che di produzione, le forme di allevamento e la loro evoluzione in funzione delle mutate condizioni economiche e sociali, e le attrezzature disponibili per eseguire la potatura. Durante il corso vi sono anche interventi del Dr. Beltrami, in rappresentanza della ditta Andreoli Engineering, che ha parlato di raccolta meccanica laterale in continuo, dell’Ing. Maccarelli della società Integra che ha illustrato la sicurezza nei cantieri di potatura, e del Dr. D’Onofrio della Pellenc Italia, che ha presentato gli attrezzi elettrici per la potatura prodotti da tale ditta.  
I due pomeriggi sono stati dedicati alla dimostrazione pratica della potatura su alberi giovani e in piena produzione, con particolare riferimento alla forma di allevamento a vaso policonico e alle tecniche di semplificazione che consentono di ridurre i tempi ed i rischi del lavoro per aumentare la redditività dell’olivicoltura. Molto buona è stata anche l’interazione tra docenti e partecipanti, che hanno avuto facile possibilità nel porre domande e presentare le problematiche delle loro realtà colturali. Dal questionario di valutazione del corso, i cui risultati verranno a breve affissi sul sito dell’Accademia, è anche emerso l’interesse degli iscritti per ulteriori corsi di formazione e aggiornamento sulla potatura, magari più lunghi per dare strumenti operativi efficaci ai partecipanti oppure focalizzati sulla potatura di riforma, aspetti che il Consiglio Direttivo dell’Accademia valuterà in futuro avendo in grande considerazione la necessità di aggiornamento tecnico della filiera olivicolo-olearia. Al proposito si ricorda che l’Accademia organizza a Spoleto un analogo Breve corso di aggiornamento sulla “Protezione integrata dell’oliveto” per i giorni 27 - 28 aprile 2016, e 9 settembre 2016 per le cui informazioni si può visitare il sito www.accademiaolivoeolio.com o contattare la segreteria allo 0743 223603.

Iscriviti alle
newsletter