Terra Nuda

Consiglio di lettura: Il sussurro del mondo, di Richard Powers

Una vita spesa ad ascoltare e guardare gli alberi. Protagonista è Patricia Westerford, ovvero "Patty-la-Pianta". Il libro, di ben 658 pagine, ha  vinto il Premio Pulitzer 2019 per la narrativa. Edito in Italia da La nave di Teseo, è ritenuto un appassionato atto di resistenza e impegno, un inno d’amore alla letteratura, al potere delle storie, alla grandiosità della natura

Olio Officina

Consiglio di lettura: Il sussurro del mondo, di Richard Powers

La storia parte da Patricia Westerford - "Patty-la-Pianta" - che comincia a parlare all'età di tre anni. Quando finalmente le parole iniziano a fluire, assomigliano piuttosto a un farfugliare incomprensibile. L'unico che sembra capire il mondo di Patricia, sin da piccola innamorata di qualsiasi cosa avesse dei ramoscelli, è suo padre - "la sua aria e la sua acqua" - che la porta con sé nei viaggi attraverso i boschi e le foreste d'America, a scoprire la misteriosa e stupefacente varietà di alberi.

Cresciuta, dottorata ribelle in botanica, Patty-la-Pianta fa una scoperta sensazionale che potrebbe rappresentare l'alfa e l'omega della natura, il disvelamento del mistero del mondo: il compimento di una vita spesa ad ascoltare e guardare gli alberi, sin dalla nascita. Ma in realtà questo è solo l'inizio.

Intorno a Patty-la-Pianta si intrecciano i destini di nove indimenticabili personaggi che a poco a poco convergono in California dove una sequoia gigante rischia di essere abbattuta da uomini sordi e ciechi. Il sussurro del mondo è un'opera immensa, un appassionato atto di resistenza e impegno, un inno d'amore alla letteratura, al potere delle storie, alla grandiosità della natura.

Richard Powers è autore di dodici romanzi, ha ricevuto numerosi premi tra cui il MacArthur Fellowship e il National Book Award; vive ai piedi delle Great Smoky Mountains. Il sussurro del mondo (in originale The Overstory) è in via di pubblicazione in 19 Paesi. Per La nave di Teseo è in corso, tra l'altro, la nuova edizione delle sue opere.

 

Iscriviti alle
newsletter