Terra Nuda

Diatriba sul panel test: Unaprol interviene dopo incontro a Bruxelles tra esperti

Olio Officina

 

Una dura presa di posizione da parte di Unaprol nei confronti di Assitol, a seguito di un incontro a Bruxelles, presso la Commissione europea, di un gruppo di lavoro che ha riunito esperti del settore olivicolo. Secondo la nota diffusa da Unaprol,  si sostiene che il Presidente del gruppo "ha acconsentito a far inserire all’ordine del giorno il parere di un tecnico, su richiesta del mondo industriale, senza alcuna comunicazione preventiva e senza dare la possibilità di replica a una controparte che rappresentasse le istanze del mondo agricolo".

"Tale esperto - si legge nel comunicato stampa -  ha attaccato duramente il panel test sollevando critiche sulla scientificità del metodo e chiedendo l’eliminazione delle sanzioni per chi non rispetta i parametri stabiliti dalla “prova regina”, quella organolettica".

Granieri, il presidente Unaprol attacca: “Purtroppo, ancora una volta, registriamo un durissimo attacco al panel test, imprescindibile pilastro per tutelare la qualità del settore olivicolo, garantire la trasparenza e difendere produttori e consumatori dalle frodi e dalle contraffazioni. E’ inaccettabile ciò che è accaduto sia per il metodo adottato, sia per le tesi esposte. La scientificità del panel test, che si basa su procedure e calcoli matematici ripetibili e non condizionabili, è stata comprovata e si basa su un rigido regolamento stilato dall’Ue e dal COI. E’ necessario - si legge sempre nella stessa nota - che l’Italia, il Paese della biodiversità in olivo, con oltre 530 cultivar e il primato europeo per oli extra vergine di oliva DOP e IGP, si ponga come baluardo a difesa del panel test. Per questo trovo sconcertante la posizione di Assitol, l'associazione delle multinazionali che calpestano la dignità dei produttori italiani”.

La posizione di Assitol non si è fatta attendere: CLICCARE QUI

Iscriviti alle
newsletter