Terra Nuda

Fari accesi sull’olio

Al Simei 2015, dal 3 al 6 novembre a Milano, ci sarà un focus di quattro giorni interamente dedicato agli oli da olive. Tanti i temi degli otto workshop in programmazione: dalla gestione dei frantoi al tema dei reflui visti come risorsa economica, dalle problematiche relative a conservazione e trasporto dell’olio, ai tappi e al packaging, fino a considerare l’etichettatura vista sotto l’aspetto del marketing, l’analisi sensoriale, con gli aspetti connessi ai panel test, e la gestione dell’olio sugli scaffali dei punti vendita

Olio Officina

Fari accesi sull’olio

Appuntamento dal 3 al 6 novembre, presso gli spazi espositivi di Rho Fiera-Milano, nell’ambito della più importante manifestazione sulle tecnologie vinicole e olearie, dove è previsto un importante focus dedicato interamente agli oli da olive, il tutto in un padiglione appositamente riservato, nel quale si svolgeranno, nei quattro giorni dell’evento, ben otto workshop tematici.

Unitamente a questa area riservato ai contenuti, vi è anche un ulteriore spazio riservato alla degustazione, in un apposito Oil Bar allestito per l’occasione, e predisposto per saggiare tutte le produzioni, comprese quelle, fresche di frantoio, dell’olivagione 2015. Oltre all’Oil Bar, vi saranno inoltre degustazioni guidate e ragionate, con sedute di assaggio su prenotazione, dirette e coordinate da esperti analisti sensoriali.

L'ingresso ai "Focus Olio" è libero. Le aziende produttrici che vorranno presentare gratuitamente in assaggio, oltre che in esposizione all'Oil Bar, i propri oli, possono richiedere informazioni svcrivendo a redazione@olioofficina.it

Workshops
A cura di Luigi Caricato – Olio Officina


WORKSHOP FRANTOI
Martedì 3 novembre 2015
Ore 10.30 – 13.00

Il frantoio che verrà. Cosa è possibile immaginare di nuovo nel settore dell’estrazione olearia? Lo stato dell’arte, soluzioni e prospettive

La parola chiave è futuro. In un Paese dal mercato già maturo sono ancora possibili innovazioni che inducano le aziende olearie a investire ulteriormente in tecnologia? Cosa è possibile offrire al frantoiano per renderlo competetitivo sui mercati e valorizzare nel contempo la qualità degli oli rendendola qualità di lunga durata?


WORKSHOP REFLUI
Martedì 3 novembre 2015
Ore 14.30 – 17.30

Un corretta gestione dei reflui per fare di un problema una opportunità. Lo stato dell’arte

Rifiuto da gestire o tesoretto che permette di conseguire lauti guadagni? I reflui e i residui di lavorazione comportano una serie di problematiche da dover affrontare in maniera attenta, senza incorrere in sanzioni e senza sopportare alti costi di smaltimento. E’ possibile che con i residui della lavorazione delle olive si possa anche guadagnare?


WORKSHOP CONSERVAZIONE E TRASPORTO
Mercoledì 4 novembre 2015
Ore 10.30 – 13.00

Lunga vita agli oli da olive. Fatta la qualità, occorre conservarla bene e curarne al meglio il trasporto. Soluzioni e prospettive

L’anello debole delle aziende olearie è la conservazione e il trasporto dell’olio. Non sempre è possibile agire in prima persona, sono implicate sempre più soggetti e non tutti sono adeguatamente preparati per gestire la qualità degli oli dopo la loro produzione nel circuito della distribuzione e vendita. Che cosa è possibile fare per non disperedere il patrimonio di qualità sul quale si è investito tanto?


WORKSHOP TAPPI
Mercoledì 4 novembre 2015
Ore 14.30 – 17.30

Chiusure inovative e funzionali per i contenitori degli oli da olive. Lo stato dell’arte

Al centro dell’attenzione e del dibattito è entrata la questione dei tappi antirabbocco, obbligatori per legge per chi vende alla ristorazione. Ma come è la situazione dei tappi dell’olio in generale? C’è la stessa spinta innovativa che si è verificata nel corso del tempo nel settore vinicolo? E’ possibile inventarsi un tappo nuovo per l’olio, che ne garantisca la tutela della qualità, l’impossibilità di effettuare rabbocchi e nel contempo riuscire a dosare alla perfezione la somministrazione dell’olio?


WORKSHOP PACKAGING
Giovedì 5 novembre 2015
Ore 10.30 – 13.00

La forma perfetta e funzionale, su misura per le esigenze del mercato. Le nuove tendenze dell’abbigliaggio degli oli da olive nel segmento premium e primo prezzo

Quali evoluzioni sono ancora possibili nell’abbigliaggio dell’olio? Ha senso sviluppare uno specifico segmento del mercato dedicato all’olio da regalistica? La bella veste esterna deve solo fermarsi all’etichetta? Quanto si sta facendo per rendere oltre che belle anche più funzionali le bottiglie e le confezioni dell’olio?


WORKSHOP ETICHETTATURA
Giovedì 5 novembre 2015
Ore 14.30 – 17.30

Esiste l’etichetta perfetta? E’ possibile stare sul mercato, affascinare e sedurre il consumatore senza tuttavia venir meno alle disposizioni di legge? Lo stato dell’arte

E’ la questione più spinosa da affrontare. La bulimia di leggi mette in seria difficoltà le aziende nel gestire una etichettatura sempre più complessa, a rischio di sanzioni pesanti. Come è possibile gestire tale problematica. Come si può etichettare un olio secondo le norme vigenti rendendo l’etichettatura anche un modo per comunicare meglio, supportati da azioni di marketing efficaci?

WORKSHOP ANALISI SENSORIALE
Venerdì 6 novembre 2015
Ore 10.30 – 13.00

L’analisi sensoriale degli oli. Strumento per valorizzare le peculiarità degli extra vergini e favorire le vendite o arma contundente per bocciare o promuovere gli oli senza una garanzia di riscontro univoco e ripetibile?

E’ un tema caldo e tantyo attuale. Caldo perché spesso si incontrano grossi problemi a gestire i risultati, a volte contradditori, dei panel test. Il problema si pone quando il giudizio di un panel può mettere a rischio il lavoro di un’azienda. E’ possibile aprire un dibattito sul ruolo dei panel di assaggio. Nel mondo dell’olio si è avvertita l’esigenza di lavorare sui panel affinché si valorizzino in modo equanime tutti quelli esistenti, senza creare differenziazioni tra panel ufficiali, panel professionali e panel aziendali, anche con l’obiettivo di giungere a una uniformità di approccio al metodo.

WORKSHOP SCAFFALI PUNTI VENDITA
Venerdì 6 novembre 2015
Ore 14.30 – 17.30

L’olio sugli scaffali dei punti vendita. Come attrarre, indirizzare e sedurre il consumatore senza far leva unicamente sul prezzo


Cosa è possibile fare per migliorare l’offerta degli oli sui punti vendita senza con ciò pregiudicare la qualità della materia prima? In tutti questi anni le aziende produttrici e confezionatrici non hanno considerato quanto sia importante una stretta collaborazione con il retail. Ci sono esempi positivi che sono stati portati avanti, ma sono pochi e poco valorizzati. Eppure la qualità di un prpodotto non si ferma alla sola vendita dell’olio, occorre anche accompagnarla fino allo scaffale e possibilmente anche fino alle tavole dei consumatori. Ci vogliono delle istruzioni per l’uso.

ALTRI LUOGHI

Oil Bar
A cura di Olio Officina, in collaborazione con l’associazione delle Donne dell’Olio
Orario continuato

Sessioni di assaggio
A cura di Olio Officina, in collaborazione con le principali scuole di assaggio
e le associazioni di riferimento
Orari prestabiliti, indicati nei giorni della manifestazione

La foto di apertura è di Luigi Caricato

Iscriviti alle
newsletter