Terra Nuda

Fatturato in crescita per la Pietro Coricelli Spa

Una buona notizia per una storica azienda olearia umbra. Nel 2018 registrati oltre 30 milioni di litri d'olio venduti, con un segno + 23% e un fatturato che giunge a quota 116 milioni di euro. Sono positive anche le previsioni per il 2019, a seguito di nuovi accordi commerciali, innovazioni di prodotto in arrivo e all’export che ora raggiunge quota 56%

Olio Officina

Fatturato in crescita per la Pietro Coricelli Spa

Il trend positivo per Pietro Coricelli, l’azienda olearia di Spoleto (Umbria) con ottant'anni di storia nella produzione e commercializzazione di olio extra vergine di oliva prosegue, così come confermano i risultati positivi del 2018.

Secondo una nota stampa diffusa dall'azienda, il fatturato globale del Gruppo, costituto dai brand Pietro Coricelli e Olio Cirio, (marchio quest'ultimo acquisito nel 2009) arriva a quota 116.750.000 di euro, con un aumento del 9%  rispetto al 2017.

Ottimi risultati si registrano anche a volume, con 30,5 milioni di litri di olio venduti, con una crescita del 23% rispetto all’anno precedente che si era chiuso con 24,9 milioni di litri venduti.

Sul mercato italiano l’incremento è dovuto principalmente: al consolidamento dei canali tradizionali di vendita in gdo e all’ingresso in nuove importanti insegne per rafforzare la presenza nel nord Italia; a continui investimenti nella rete di vendita; alle elevate performance commerciali registrate nel segmento olio extra vergine che pesa per il 70% circa sul fatturato totale, comparto dove l’azienda è presente con numerose referenze. I prodotti più venduti nel segmento Evo sono il Classico, il 100% italiano e il fruttato Il Colto.

Per quanto riguarda il primo trimestre 2019 i ricavi consolidati superano i 26 milioni di euro con 7,5 milioni di litri di olio venduti, in linea con il risultato ottenuto nello stesso periodo nel 2018. Un’ulteriore conferma dell’impegno costante e continuativo di Coricelli sul mercato nazionale arriva dalle ultime rilevazioni Ac Nielsen, periodo gennaio-aprile 2019, con la quota di mercato del Gruppo che si assesta a 5,5% in linea con l’anno precedente e la conquista del 5 posto nel ranking nazionale.

.



Iscriviti alle
newsletter