Terra Nuda

Fimaa-Confcommercio, Consulta Mediatori Merceologici: nominati Massimo Gregori coordinatore e Roberto Fiorillo responsabile organizzativo

L'importante ruolo di una federazione impegnata a dare una maggiore coscienza professionale a tutti i mediatori merceologici attivi su vari fronti. Il ruolo svolto da questa grande associazione del settore dell’intermediazione in Italia, con oltre 11mila imprese associate e un totale di 40mila addetti, è fondamentale per la crescita dell’economia delle merci

 

Olio Officina

Sono Massimo Gregori (mediatore di cereali e sementi, FIMAA Bologna) e Roberto Fiorillo (mediatore di frutta e verdura, FIMAA Lazio Sud) le nuove figure di riferimento, rispettivamente coordinatore e responsabile organizzativo della Consulta dei Mediatori Merceologici FIMAA – Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia. 

La Consulta, con sede a Roma presso il Palazzo Confcommercio, si occupa della tutela della mediazione merceologica dei settori agricolo, agroalimentare, agro-energetico, ittico, zootecnico e logistico ed è costituita dai rappresentanti merceologici FIMAA provenienti da tutti i territori del Paese. 

L’obiettivo è garantire a tutti i soggetti che operano nella mediazione delle merci una rappresentanza politico-sindacale per confrontarsi con le istituzioni nell’interesse degli operatori del comparto e dei consumatori. 

Secondo Santino Taverna, presidente nazionale FIMAA, “la Federazione sin dal 1954, anno della sua fondazione, rappresenta la mediazione merceologica. Un comparto fondamentale per la crescita dell’economia delle merci, per il quale FIMAA si è posta il compito primario di favorirne la partecipazione ai tavoli istituzionali di interesse”. 

Secondo Massimo Gregori, coordinatore della Consulta dei Mediatori Merceologici FIMAA, “nel corso della riunione sono state affrontate le tematiche più calde del comparto e programmate le prossime attività sindacali tra cui quella relativa alla formazione e all’accesso alla professione”. 

Secondo Roberto Fiorillo, responsabile organizzativo Consulta dei Mediatori Merceologici FIMAA, “tra i compiti prefissati dalla Consulta quello di promuovere le istanze a sostegno dello svolgimento dell’attività nei diversi comparti in cui la stessa si sviluppa e di incentivare la promozione di corsi propedeutici all’esame abilitativo presso tutte le Camere di Commercio territoriali”. 

Cos’è Fimaa-Confcommercio, la Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari? Si tratta della più antica e grande associazione del settore dell’intermediazione in Italia, con oltre 11mila imprese associate per un totale di 40mila addetti. Aderente al sistema Confcommercio-imprese per l’Italia, la Federazione rappresenta tutto il comparto della Mediazione: Agenti Immobiliari, Mediatori Merceologici, Mediatori Creditizi, Agenti in Attività Finanziaria, Agenti di servizi vari ed opera in Italia e in Europa per la loro tutela sindacale e crescita professionale. Fimaa-Confcommercio attraverso il dialogo con le Istituzioni è protagonista di tutte le principali normative che regolamentano il settore dell’intermediazione. 

Chi è Il mediatore merceologico? È colui che mette in relazione due o più parti per la conclusione di un affare concernente merci, derrate o bestiame, senza essere legato ad alcuna di esse da rapporti di dipendenza, collaborazione o rappresentanza. 

Iscriviti alle
newsletter