Terra Nuda

L’olio nel timbro postale

Poste Italiane partecipa con uno speciale annullo filatelico alla quarta edizione di Olio Officina Food Festival. Tutti i collezionisti potranno ottenere venerdi 23 gennaio l’annullo della corrispondenza con un timbro dedicato alla cultura olearia, disponibile in seguito all’ufficio filatelico per altri 60 giorni, per poi essere infine depositato al Museo della Comunicazione di Roma

Antonella Foschetti

L’olio nel timbro postale

Un ringraziamento particolare al Direttore di Olio Officina Food Festival Luigi Caricato per aver scelto il servizio esclusivo di Poste Italiane, con la finalità di offrire alla collettività il timbro postale che attesterà alla storia la IV Edizione dell’OLIO OFFICINA FOOD FESTIVAL - LE FORME DELL’OLIO, lasciando traccia indelebile nella storia del Festival.

Il bozzetto, realizzato nel formato ovale verticale per richiamare la forma di un’oliva, riproduce un ramoscello d’olivo ed una piccola bottiglia realizzati da Valerio Marini, rappresentando così simbolicamente l’inizio e la fine del processo di produzione dell’olio.

La cartolina realizzata dagli organizzatori sarà dunque l’oggetto sul quale apporre l’annullo speciale elemento fondamentale per trasformare la cartolina in oggetto da collezione filatelica.

Si tratta del 17° timbro speciale in Italia per questo nuovo anno 2015, dove in un anno vengono generalmente realizzati intorno ai 1.300 annulli filatelici, di cui oltre 170 nella nostra regione Lombardia, che per la sua storia, patrimonio culturale, attività produttive e sociali anche negli appuntamenti filatelici ha un peso decisamente considerevole a livello nazionale.

La Filatelia, il settore culturale e più piccolo di Poste Italiane, s’inserisce con una goccia di cultura nelle molteplici manifestazioni e ricorrenze di diversa natura, che si svolgono nel nostro Paese grazie al francobollo che possiamo definire in molti modi tra i quali: una piccola statua di carta dentellata che sa racchiudere le bellezze e preziosità che ogni Stato possiede, divenendo in sostanza il nostro biglietto da visita nel mondo, su lettere e cartoline. Uno strumento emesso dallo Stato italiano, che grazie alla sua immagine sa accompagnare degnamente ogni avvenimento.

Per questo è stata riservata ai francobolli che verranno utilizzati particolare attenzione, scelti con la finalità di impreziosire gli oggetti, cartoline e pubblicazioni, che verranno conservati a ricordo della rassegna. Il soggetto prescelto risale ad un’emissione del 1997 dal titolo Il lavoro Italiano che rappresenta una sagoma dell’Italia contornata da prodotti agricoli tra cui un grande olivo in primo piano. La carta valore riporta ancora il valore in lire, che corrisponde a € 0,45.

L’annullo speciale dopo l’utilizzo nella giornata del 23 gennaio sarà depositato presso lo Sportello Filatelico dell’ufficio postale di Milano Palazzo della Regione per i sessanta giorni successivi, in modo da soddisfare le richieste di bollatura che perverranno dai collezionisti dislocati sul territorio nazionale.
A conclusione del servizio il piastrino filatelico sarà depositato presso il Museo della Comunicazione a Roma.

Concludo sottolineando che il collezionismo filatelico è sempre un’occasione per rafforzare il concetto, che la cultura in qualsiasi ambito racchiude un valore inestimabile e auguro che l’annullo possa esprimere il miglior significato dell’olio che alimenta l’eros, tema del Festival per questa edizione del 2014.


L’appuntamento è per venerdì 23 gennaio 2015 presso Palazzo delle Stelline (Milano - corso Magenta 61) dalle 11.00 alle 17.00, in occasione della quarta edizione di Olio Officina Food Festival

Iscriviti alle
newsletter