Terra Nuda

La classifica del 17° Concorso oleario internazionale Oli dal mondo AVPA Paris 2019

Le medaglie? Sono state consegnate ufficialmente ai vincitori giovedì 25 aprile, nell’aula magna dell’Ecole Massilon a Parigi. Molti i produttori che vi hanno presenziato

Olio Officina

La classifica del 17° Concorso oleario internazionale Oli dal mondo AVPA Paris 2019

Da questa 17.a edizione del concorso internazionale “Oli dal Mondo” AVPA Paris 2019 sono emerse alcune tendenze. 

La tenuta del numero di partecipanti nonostante un’annata difficile dal punto di vista climatico. Il concorso ha confermato la propria reputazione con un numero di oli d’eccellenza vicini a quota 300.

I risultati per la sezione altri oli da olive

I produttori provenienti dal bacino del Mediterraneo sono ampiamente rappresentati per l’olio extra vergine di oliva, ma non sono mancate delle produzioni interessanti da Ucraina, Messico o Ecuador, tanto per citare i Paesi più lontani.

Sono stati consegnati ben 125 Diplôme Produit Gourmet AVPA-Paris 2019, un vero e proprio certificato di qualità, e tra questi 70 trofei Gourmet d’Oro, Gourmet d’Argento e Gourmet di Bronzo.

Tra gli oli d’oliva, Spagna ed Italia fanno ancora una volta la parte del leone, ma anche Grecia e Portogallo ottengono una elevata percentuale di premi.

Anche quest’anno la Giuria ha usato il modello sviluppato dall’Università di Aix-Marsiglia. Già sperimentato nelle edizioni del 2017 e del 2018, tale modello consente all’AVPA di evitare l’effetto soglia nelle diverse categorie degli oli d’oliva.

A breve metteremo a disposizione degli interessati ai concorsi organolettici una relazione scientifica curata dalla stessa Università.

I risultati per la sezione altri oli alimentari: da semi, noci, misti o aromatizzati

Sono stati consegnati 36 Diplôme Produit Gourmet AVPA - Paris 2019 e tra questi 23 trofei Gourmet d’Oro, Gourmet d’Argento e Gourmet di Bronzo.

Gli oli monovarietali e quelli aromatizzati hanno appassionato una Giuria formata da cuochi ed esperti di gastronomia che ha fatto delle scoperte interessanti e confermato alcune valutazioni. La Giuria ha segnalato in particolare un olio di palma spremuto a freddo dal gusto e dal colore molto interessanti. Anche alcuni oli aromatizzati sono riusciti ad appassionare la Giuria, ma sono stati gli oli di nocciola e di noce a ottenere consensi unanimi.

Prima della cerimonia ufficiale di premiazione, i produttori premiati hanno anche partecipato ad una sessione di assaggio degli oli premiati ed al buffet organizzato dallo chef Jean Pierre Jacquin. 

Gli oli premiati consentono all’AVPA di creare quella che è probabilmente una delle più ricche oleoteche esistenti.

In particolare, una giornata di apertura è riservata ai professionisti interessati a penetrare l’universo degli oli nella sua totalità e complessità.

La prossima sessione si terrà a giugno. La data verrà pubblicata sul sito dell’AVPA).

Nel frattempo, l’AVPA riprenderà la propria attività di promozione della qualità degli oli vegetali: ad esempio organizzando una cerimonia di premiazione nel Paese di origine degli oli con il patrocinio delle autorità locali, e in Francia, con delle sessioni di formazione e degustazione (le date verrrano pubblicate sul sito dell’AVPA), nonchè con eventi mirati ai distributori e dettaglianti ed il contatto costante con gli stessi.

LE AZIENDE VINCITRICI

Iscriviti alle
newsletter