Terra Nuda

La formazione all’Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio, il resoconto e le relazioni di una giornata di studi

Presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa si è svolto un incontro sulla biologia e la coltivazione dell’olivo, un workshop dedicato alla memoria del prof. Claudio Vitagliano, con un premio assegnato al Giovanni Caruso, per la ricerca “Long-term evaluation of yield components of young olive trees during the onset of fruit production under different irrigation regimes”

Olio Officina

La formazione all’Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio, il resoconto e le relazioni di una giornata di studi

Il 23 maggio scorso, l’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio di Spoleto e la Scuola Sant’Anna hanno onorato la memoria del Prof. Claudio Vitagliano con una giornata di studio sulla ‘Biologia e coltivazione dell'olivo’, in occasione del decennale della prematura scomparsa del compianto Professore, già vice-Presidente e consigliere dell’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio di Spoleto nonché ordinario di Arboricoltura Generale e Coltivazioni Arboree presso la Scuola Superiore Sant’Anna, dove ha anche ricoperto le cariche di Preside e vice Direttore.

La giornata di studio, svoltasi a Pisa presso la Scuola Superiore Sant’Anna, dedicata all’olivo in quanto specie arbora a cui il prof. Vitagliano aveva dedicato molta della sua attività scientifica, si è aperta con il benvenuto del vice Rettore della Scuola, Prof. Emanuele Rossi a cui sono seguiti i saluti del Prof. Riccardo Gucci, in qualità di Presidente dell’Accademia Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, e del Prof. Franco Scaramuzzi, già presidente dell’Accademia dei Georgofili.

Le relazioni scientifiche in programma hanno riguardato vari aspetti della biologia e della fisiologia dell’olivo e sono state presentate sia da relatori della Scuola Sant’Anna che provenienti da altre istituzioni scientifiche. Le relazioni su invito sono state tenute da due prestigiosi docenti, il Prof. Tiziano Caruso dell’Università degli Studi di Palermo, con una comunicazione su ‘New frontiers for olive cultivation: variety characteristics for super-high-density (SHD) olive groves’, e il Dott. Enrique Fernandez dell’Instituto de Recursos Naturales y Agrobiología di Siviglia con una relazione dal titolo ‘Precise irrigation for olive orchards’.

I relatori della Scuola Sant’Anna hanno presentato gli avanzamenti delle ricerche nate sotto la guida di Claudio Vitagliano, a testimonianza di come l’eredità culturale e scientifica del Professore sia ancora viva. La ‘Fisiologia degli stress abiotici’, la ‘Biologia fiorale e di fruttificazione’, la ‘Variazione dei profili metabolici di olive e olio in relazione a fattori ambientali’ e ‘Il controllo degli insetti fitofagi’, sono i temi proposti dal Prof. Luca Sebastiani, dalla Dott.ssa Susanna Bartolini, dal Prof. Pietro Tonutti e dal Dott. Ruggero Petacchi.

Una nutrita platea, con la presenza di numerosi colleghi venuti da molte regioni italiane, ha seguito i lavori della mattinata durante la quale non sono mancati momenti di intensa commozione nel ricordare la figura di Claudio Vitagliano, come uomo e accademico. Il Prof. Franco Scaramuzzi, il Prof. Francesco Donato Busnelli, già Direttore della Scuola ai tempi di Claudio Vitagliano, e il Prof. Rolando Guerriero hanno ripercorso le principali tappe della carriera universitaria, delineando con affetto alcuni tratti salienti del carattere e della personalità di Claudio Vitagliano ricordato da tutti per umanità e generosità, oltre che per l’alto valore scientifico.

La giornata di studio si è conclusa con la cerimonia della consegna del premio di studio intitolato a ‘Caudio Vitagliano’, riconoscimento che la famiglia ha istituito per valorizzare giovani studiosi che abbiano realizzato pubblicazioni scientifiche di livello nazionale o internazionale sulla biologia dell’olivo e l’olivicoltura. Il Prof. Filiberto Loreti, amico e collega di Claudio Vitagliano ha letto le motivazioni stilate dalla commissione per l’assegnazione del premio e la Sig.ra Vitagliano ha assegnato, con evidente emozione, il premio al Dott. Giovanni Caruso. I risultati della ricerca “Long-term evaluation of yield components of young olive trees during the onset of fruit production under different irrigation regimes” pubblicati sulla rivista scientifica Irrigation Science sono stati infine brillantemente esposti dal vincitore.

LE RELAZIONI

L'intervento del professor Franco Scaramuzzi

Fisiologia degli stress abiotici: il contributo di Claudio Vitagliano, Luca Sebastiani, Istituto di Scienze della Vita, Scuola Superiore Sant'Anna

Keynote lecture «Le nuove frontiere dell'olivicoltura: caratteristiche delle varietà per gli impianti superintensivi» (New frontiers for olive cultivation: Variety characteristics for super-high-density (SHD) olive groves), Tiziano Caruso, Dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali, Università di Palermo

Biologia fiorale e di fruttificazione, Susanna Bartolini, Istituto di Scienze della Vita, Scuola Superiore Sant'Anna

Variazione dei profili metabolici di olive e olio in relazione a fattori ambientali, Pietro Tonutti, Istituto di Scienze della Vita, Scuola Superiore Sant'Anna

Keynote lecture «Precise irrigation for olive orchards», Enrique Fernandez, Instituto de Recursos Naturales y Agrobiología, IRNAS

Il controllo degli insetti fitofagi, Ruggero Petacchi, Istituto di Scienze della Vita, Scuola Superiore Sant'Anna

Relazione del Vincitore del premio «Claudio Vitagliano», Giovanni Caruso, Yield components and oil quality of olive trees underdifferent irrigation regimes and light conditions


Nella foto di apertura l'inzio dei lavori del workshop ‘BIOLOGIA E COLTIVAZIONE DELL’OLIVO’ In memoria del prof. Claudio Vitagliano. In evidenza il Prof. Luca Sebastiani ed i Prof. Riccardo Gucci, Emanuele Rossi e Franco Scaramuzzi al tavolo della presidenza. Nella foto in coda una immagine della cerimonia della consegna del premio di studio. La Sig.ra Vitagliano, con i figli, consegna al Dott. Giovanni Caruso il premio di studio intitolato a ‘Caudio Vitagliano’

Iscriviti alle
newsletter