Terra Nuda

Made in future, Federalimentare al Cibus: food & beverage italiano tra innovazione e tradizione

Olio Officina

ASSEMBLEA PUBBLICA FEDERALIMENTARE
Lunedì 09 maggio |14.00-16.00 | Sala Pietro Barilla

Il consueto appuntamento a CIBUS con l’Assemblea Pubblica di Federalimentare, dal titolo “MADE IN FUTURE: food & beverage italiano tra innovazione e tradizione”, avrà per tema la capacità delle aziende di innovare e di innovarsi per superare le sfide economiche del momento.
Anche grazie alla positiva esperienza del padiglione corporate CIBUS è ITALIA a EXPO 2015 – che ha sancito un imprescindibile binomio tra “Made in Italy” e “Made with Italy” presentando al mondo le nostre eccellenze alimentari e il nostro inimitabile modello produttivo – l’Assemblea di Federalimentare vuole mettere in luce come l’ingegno imprenditoriale, i nuovi assetti produttivi e un approccio pionieristico a mercati ancora inesplorati abbiano portato a sorprendenti risultati positivi e al raggiungimento di traguardi di successo.

Cuore dell’Assemblea Pubblica sarà una Tavola Rotonda con esponenti del mondo imprenditoriale, della GDO straniera, della Ricerca e dell’Information Technology, volta a rilevare le opportunità che queste nuove strategie possono avere sulle performance di business sia nel mercato interno che verso i mercati maturi e di recente apertura.


13.30 Registrazione partecipanti

14.00 L’Industria Alimentare Italiana
Luigi Pio Scordamaglia, Presidente di Federalimentare

14.15 OPINIONI A CONFRONTO
Modera Luca Telese

PRIMA PARTE - L’impegno del Governo
Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali
Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute
Ivan Scalfarotto, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio

SECONDA PARTE – Food&Beverage e ITC
Michiel Bakker, Google Food Director
Douglas E. Baker, Vice President Industry Relations FMI-Food Marketing Institute
Rodrigo Cipriani Foresio, Country Manager Alibaba Italia, Spagna e Grecia
Closing remarks Luigi Pio Scordamaglia


Workshop
Martedì 10 maggio | 10.00-13.00 | Sala Verdi - Pad. 8

SCUOLA E AZIENDA INSIEME PER UN’EDUCAZIONE ALIMENTARE CERTIFICATA
OPPORTUNITÀ FORMATIVE E STRUMENTI PER UN’IMPRENDITORIALITÀ INNOVATIVA

Significativo momento di confronto e di dibattito tra il mondo della scuola e delle università e l’industria alimentare, con focus sulla formazione a tutti i livelli in tema di educazione alimentare. L’evento ha l’obiettivo di instaurare un confronto costruttivo tra la realtà scolastica e della formazione e il mondo imprenditoriale sul rilevante tema dell’educazione e della formazione in ambito alimentare. Mettendo a fattor comune le reciproche esperienze realizzate prima, durante e dopo Expo 2015, l’obiettivo è attivare azioni educative e proposte formative continuative, efficaci ed efficienti nonché offrire opportunità imprenditoriali per i giovani.

Alla necessità di coinvolgimento dei ragazzi nei percorsi di educazione alimentare delle scuole, la Fondazione “Food Education Italy” risponde con la messa a punto di strumenti di edutainment rivolti a loro, e indirettamente alle loro famiglie, tesi a stimolare il massimo interesse sui temi dell’educazione alimentare, sollecitando il confronto tra pari e con gli adulti, il tutto a supporto dell’attività educativa scolastica.

Il progetto europeo FOODSTA, a cui Federalimentare partecipa, ha il principale obiettivo di favorire collaborazioni internazionali tra industria e mondo accademico. Attraverso la piattaforma virtuale "EuFooD-STA Centre" e gli HUB nazionali, da un lato si potenzierà l’innovazione per l’istruzione e la formazione degli studenti, indirizzandola verso le esigenze del settore, dall'altro, si stabilirà un
canale di comunicazione tra le imprese e le università italiane con aziende di diversi Paesi al fine di favorire il mutuo scambio di esperienze, competenze e professionalità.

Seguirà la tavola rotonda di approfondimento “I protagonisti della scuola e dell’azienda” che vedrà il confronto tra alcuni dei soggetti che a vario titolo sono impegnati nel campo dell’educazione e formazione alimentare (MIUR, Vivaio-Scuole del Padiglione Italia, Federalimentare, Federchimica e altre realtà imprenditoriali).

ECOTROPHELIA ITALIA 2016

Anche quest’anno Federalimentare organizza l'ottavo concorso EcoTrophelia Italia. Il concorso è destinato a gruppi di studenti universitari e mira a favorire l’eco-innovazione nei prodotti agroalimentari, con particolare attenzione alla “sostenibilità” e al “rispetto ambientale”. Si tratta di un’occasione preziosa per gli studenti italiani, che consente loro di confrontarsi e avvicinarsi al
mondo dell’Industria alimentare e all’Europa.

La competizione – che gode del patrocinio scientifico d ENEA e quest’anno è supportata anche dal progetto europeo FOOD LAB – vedrà in gara i prodotti di due squadre provenienti dalla Facoltà di Scienze dell’alimentazione e della Nutrizione Umana del Campus Biomedico di Roma e dal Dipartimento di Scienze agrarie, forestali ed alimentari dell’Università degli Studi di Torino che presenteranno, rispettivamente:

- AlbeDin, una caramella di gelatina dalla consistenza morbida, ricoperta da cristalli regolari di zucchero di canna, ottenuta con l’albedo/mesocarpo di limoni o cedri, un sottoprodotto solitamente scartato dalle industrie di produzione

- Chocoshell, gelato a basso contenuto di grassi, funzionalizzato con la buccia delle fave di cacao in sostituzione della materia grassa.

La cerimonia di premiazione del prodotto vincitore dell'ottavo concorso EcoTrophelia Italia si terrà alla chiusura dei lavori del seminario.

10.30 Registrazione partecipanti e welcome coffee

11.00 Introduzione ai lavori
Edo Milanesio – Vice Presidente Federalimentare

Presentazione Linee Guida MIUR per l’Educazione alimentare
Riccardo Garosci – Presidente Comitato Tecnico-Scientifico del MIUR per l’Educazione Alimentare

11.15 Educazione e formazione: gli strumenti di FEI e di Federalimentare
Food Education Italy Academy Evelina Flachi – Presidente Food Education Italy

Progetto Federalimentare “FOOD-STA” Paola Pittia – Prof. Univ. di Teramo e presidente ISEKI_Food Association

11.45 Tavola rotonda “I protagonisti della scuola e dell’azienda”
modera Mario Rusconi – Vice Presidente, Associazione Nazionale Presidi

Patrizia Galeazzo – Responsabile Progetto Scuole, Padiglione Italia Expo Milano 2015

Carla Galdino – Direzione Generale Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, MIUR

Denise Giacomini – DG Igiene, Sicurezza degli alimenti e Nutrizione, Min. Salute

Cesare Ponti – Consigliere delegato, Ponti SpA

Maria Agnese Dau – Politiche Nutrizionali Filiera e Qualità, Federalimentare

Vittorio Maglia – Scuola e Formazione, Federchimica

h 13.00 Premiazione concorso Ecotrophelia Italia 2016, VIII edizione

h 13.30 Lunch a buffet


Seminario
Martedì 10 maggio | 10.00-13.00 | Sala del Consiglio

LA BIOECONOMIA CIRCOLARE E LA MATRICE INDUSTRIALE ITALIANA.
GLI STRUMENTI DI POLITICA INDUSTRIALE PER LA FILIERA AGROALIMENTARE

Il tema della Circular Economy è tra i temi prioritari d’azione della Commissione Europea con la comunicazione dello scorso 2 dicembre 2015 (“Closing the Loop”), del Punto di Contatto Nazionale (PCN), è un argomento che si colloca nel contesto più ampio delle Linee Guida OECD in materia di condotta d’impresa responsabile volte a promuovere la sostenibilità nelle pratiche aziendali. L’Italia, con le sue Amministrazioni Pubbliche e le sue Imprese, hanno già tracciato una strada molto promettente nelle filiere della Bioeconomia: se ne è discusso nel corso dell’evento “BioEconomy between Food & Non-Food: the Italian Way” tenutosi il 26 maggio scorso all’EXPO, proseguendo il confronto su tale tematica, in collaborazione con l’Agenzia per la Coesione Territoriale ed Invitalia nel secondo evento “Bioeconomy and the Italian agrifood matrix”, tenutosi il 14 ottobre 2015 presso la sala Cascina Merlata. Hanno partecipato alle iniziative, oltre al Ministero dello Sviluppo Economico quale promotore, anche il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca., il Ministero delle Politiche Agricole Ambientali e Forestali e alcune fra le Regioni più interessate all’agrifood nella Strategia di Specializzazione Intelligente.

L’obiettivo dell’incontro al CIBUS 2016 di Parma sarà quello di facilitare il dibattito scientifico ed imprenditoriale sul tema attraverso l’approfondimento di nuovi strumenti di politica industriale e finanziaria, nonché l’avvio di iniziative volte ad informare le aziende agroalimentari presenti in Fiera.

10.30 Introduzione sulle politiche industriali per la filiera agroalimentare
Daniele Rossi - Food for Life

Michele Contel – Osservatorio permanente sui giovani e l’alcol

Massimo Iannetta - Cluster Agrifood

Giulia Gregori – Cluster Chimica Verde

Giacomo Copani – Food Manufuture

11.00 Strumentazione finanziaria innovativa a sostegno della Circular Economy per valorizzare le specificità di filiera ed il ruolo della partenership Pubblico-Privata

Luigi Gallo - Invitalia

Giorgio Martini – Agenzia per la Coesione Territoriale

11.30 Testimonianze aziendali

Francesco Divella
Giovani Federalimentare

Raffaele Maiorano

Giovani Confagricoltura

Luca Ruini - Barilla

Alberto Frausin – Carlsberg

Vittorio Zambrini – Granarolo

Giovanni Sorlini – Inalca Cremonini

Veronica Vallini – Eridania Maccaferri

Giammarco Urbani – Urbani Tartufi

Valentina Sabatini - Novamont

Giulia Gregori – Novamont

Valeria Fazio – DNV-GL


12.30 Tavola rotonda per un confronto sulle opportunità di sviluppo per l’Italia secondo gli indirizzi della nuova programmazione 2014 – 2020

Modera Tim Hogg - Università Cattolica di Porto

Mario Guidi –- Confagricoltura

Riccardo Aleandri – CREA

Stefano Firpo – MISE

Mario Calderini – MIUR

Luca Bianchi – MIPAAF

Workshop
Martedì 10 maggio | 14.00-17.00 | Sala del Consiglio

INIZIATIVA GREENPMI: EFFICIENZA ENERGETICA NELL’INDUSTRIA AGROALIMENTARE

L’evento organizzato da GESCO SpA, con il patrocinio di Federalimentare, intende promuovere l’iniziativa “GREENPMI” e più in generale la cultura dell’efficientamento energetico all’interno del tessuto produttivo italiano. Scopo dell’iniziativa è sostenere le imprese italiane del settore agroalimentare attraverso la realizzazione di interventi tecnologici finalizzati a riduzione e razionalizzazione dell’uso di energia, con evidenti benefici sugli economics aziendali. GREENPMI selezionerà le aziende più adatte in base ad aspetti tecnologici e capacità di sviluppo, e realizzerà 50 progetti interamente finanziati per renderle energeticamente più efficienti. Le imprese otterranno
risparmi immediati e strutturali sui costi energetici, liberando risorse e migliorando la competitività sui mercati.

Durante il workshop verranno presentati contributi scientifici e testimonianze imprenditoriali.

14.00 Registrazione partecipanti

14.15 L’efficienza energetica e il punto di vista dell’industria agroalimentare
Massimiliano Boccardelli - Federalimentare

14.30 Sostenibilità ambientale del sistema agro-alimentare italiano
Emanuele Marconi - Università del Molise

14.45 Il settore agroalimentare e le sfide ambientali ed energetiche
Nicola Colonna - ENEA

15.00 Presentazione dell’iniziativa #GREENPMI ed opportunità per le imprese agroalimentari
Caterina Checcucci - GESCO SpA

15.30 Energia e risorse per la competitività del settore agroalimentare
Dario Di Santo - FIRE

15.45 Efficienza energetica, agli italiani manca una visione d’insieme
Roberto Davico - DNV GL

15.45 L’efficienza energetica nel settore alimentare: le esperienze di oggi e le potenzialità del futuro
Massimo Gallanti - RSE SpA

16.30 #GREENPMI ascolta i bisogni delle aziende


Workshop
Mercoledì 11 maggio | 10.00-13.00 | Sala del Consiglio

FOOD LOSSES E BEST PRACTICE NELL’INDUSTRIA AGROALIMENTARE:
IL PROGETTO EUROPEO FOODWARD

Il progetto europeo FOODWARD “Food Recovery and Waste Reduction” finanziato dal programma ERASMUS + ha come obiettivo il recupero e la riduzione degli sprechi alimentari nell’industria agroalimentare”. Il tema centrale è fornire una breve rassegna delle best practice attualmente esistenti sul tema “food losses / sprechi” di prodotto lungo il processo industriale agroalimentare.
Ci saranno le testimonianze aziendali in relazione ai settori lattiero-caseario, della lavorazione delle carni e del conserviero. La discussione verrà “allargata” anche alla tematica più generale degli sprechi alimentari e al ruolo degli attori principali nella filiera agroalimentare e verrà anche fornito un aggiornamento sull’evoluzione della normativa italiana..

10:00 Desk registrazione e welcome coffee

10:10 Introduzione ai lavori e al progetto europeo FOODWARD
Maurizio Notarfonso - Federalimentare

10:20 Lotta agli sprechi alimentari: la nuova norma italiana
Massimiliano Boccardelli - Federalimentare

10:35 Riduzione delle food losses: dalle buone pratiche al cambio di paradigma
Vitaliano Fiorillo - SDA Bocconi School of Management

10:50 Case study e best practice filiera del conserviero
Pierfrancesco Salvati - Salvati Mario & C. SpA

11:05 Case study e best practice filiera del lattiero-caseario
Emilio Minuzzo - Emilio Mauri SpA

11:20 Case study e best practice filiera della lavorazione delle carni
Giovanni Sorlini - Inalca SpA

11:35 L’e-learning platform FOODWARD per il training agli operatori industriali
Antonella Tozzi – Eurocrea Merchant Srl

11:50 Smart City e food sharing: l’impegno di Assolombarda
Antonio Biancardi - Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza

12:05 MyFoody: la Rete contro lo spreco
Luca Masseretti - Anagramma Srl

12:20 Da spreco a risorsa: una sfida per le aziende alimentari
Giuliana Malaguti - Fondazione Banco Alimentare Onlus

12:35 Innovare la “supply chain” per ridurre lo spreco
Valeria Fazio – DNV GL

13:00 Buffet lunch


FEDERALIMENTARE è nel PAD 4, stand A 009

Iscriviti alle
newsletter