Terra Nuda

Milano, Host 2017: l’analisi sensoriale dell’espresso italiano con l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè

L'Iiac presente alla manifestazione con una serie di eventi dedicati all’analisi sensoriale dell’espresso italiano

Olio Officina

Milano, Host 2017: l’analisi sensoriale dell’espresso italiano con l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè

Tre appuntamenti dedicati all’analisi sensoriale dell’espresso italiano in collaborazione con altrettanti partner: questo quanto propone l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac) nell’ambito di Host 2017 a Milano dal 20 al 24 ottobre prossimi.

Si parte dal seminario dedicato all’assaggio dell’espresso italiano che si terrà venerdì 20 ottobre dalle 14.00 alle 14.45 nell’ambito di Cafe Chronology, rassegna a cura di Specialty Coffee Association (Sca) e World Coffee Events (Wce) in partnership con Mumac. Sarà l’occasione per affrontare il metodo di assaggio Iiac, il medesimo utilizzato nella certificazione dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei). Il seminario sarà tenuto in inglese da Carlo Odello, consigliere Iiac.

Durante l’intera manifestazione spazio alla degustazione storica organizzata da Caffè Milani e che ha avuto il supporto scientifico proprio dello Iiac. L’espresso oggi non possiede lo stesso aroma di quello che erano soliti sorseggiare i nostri nonni e bis-nonni. Che profilo aveva il caffè nel passato e quale sarà quello del futuro? Per rispondere a questa domanda Caffè Milani recupera dalla propria collezione ed espone le macchine di tre epoche diverse, con la ricostruzione di miscele proprio usate in passato e una guida a disposizione dei visitatori.

Lunedì 23 ottobre dalle 14.30 alle 15.30 Iiac sarà invece ospite di Mumac Academy con un nuovo seminario di analisi sensoriale, cogliendo l’occasione per approfondire alcuni punti tecnici legati alla psico-fisiologia dell’analisi sensoriale del nostro caffè. In particolare ci si concentrerà sul funzionamento dell’olfatto e sulle componenti olfattive della tazzina di Espresso Italiano. Il seminario sarà tenuto in inglese sempre da Carlo Odello.

Sempre a Host 2017 Iiac presenta la nuova edizione di Espresso Italiano Tasting presso lo stand T32 al pad. 22. Il volume è stato è stato per moltissimi operatori del settore del caffè un libro essenziale per la propria formazione all’assaggio dell’espresso italiano. L’edizione precedente data 2002 ed è stata una scommessa vinta dallo Iiac che l’ha tradotto in 11 lingue e destinato in primis alla comunità dei propri soci (più di 10.000 in oltre 40 paesi del mondo) e naturalmente a chiunque desiderasse approfondire il tema.

L’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè è un’associazione senza fini di lucro che vive delle sole quote sociali. E’ stato fondato nel 1993 con l’obiettivo di mettere a punto e diffondere un metodo scientifico per l’assaggio del caffè. Dalla sua fondazione l’Istituto ha svolto centinaia di corsi ai quali hanno partecipato più di 10.000 allievi da più di 40 paesi nel mondo. Il manuale Espresso Italiano Tasting, edito in italiano e in inglese, è stato tradotto in spagnolo, portoghese, tedesco, francese, russo, giapponese, cinese, coreano e tailandese. L’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè è dotato di un importante comitato scientifico che pianifica la ricerca per garantire l’innovazione del settore: ne fanno parte docenti universitari, tecnici e professionisti. Ha inoltre filiali in Cina, Corea, Giappone e a Taiwan. Maggiori informazioni a www.assaggiatoricaffe.org.

Nota stampa di Carlo Odello. La foto di apertura è di Luii Caricato

Iscriviti alle
newsletter