Terra Nuda

Mosca delle olive sotto controllo, la situazione in provincia di Grosseto

Dopo la grande débâcle dello scorso anno, quasi ovunque in Italia, ora, per la nuova olivagione, si è tutti in guardia. Anche se tutto procede bene, quest'anno la mosca non è comunque da sottovalutare in quanto, pur se a macchia di leopardo, si è manifestata una intensità di infestazione in linea con le annate “normali”. Presentiamo la situazione in Provincia di Grosseto

Massimo Ricciolini

Mosca delle olive sotto controllo, la situazione in provincia di Grosseto

In occasione della presentazione a Seggiano dell’Atlante degli oli italiani, libro di Luigi Caricato pubblicato per i tipi di Mondadori, è stato possibile ascoltare anche Massimo Ricciolini, della Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale della Regione Toscana, Settore Servizio Fitosanitario regionale di vigilanza e controllo agroforestale. Riportiamo a beneficio dei lettori la situazione in Provincia di Grosseto al 3 settembre 2015. Tale prezioso lavoro viene svolto su tutto il territorio regionale, e non sono da meno le altre regioni. La parte più complessa è attivare un sistema di comuniazione efficace, tale da raggiungere il più vasto pubblico possibile. Il Servizio Fitosanitario della Regione Toscana, per esempio, è attivo anch su facebook. Tutti i canali di comuncazione sono utili e preziosi. Per questo, mettiamo a disposizione tale documento.

A seguito della terribile annata 2014 l'attenzione degli olivicoltori è molto alta per non mettere a rischio la produzione del 2015. Fino a due settimane fa le condizioni climatiche sono state particolarmente sfavorevoli allo sviluppo delle popolazioni di Mosca delle olive ed anche le olive presenti, stressate dal caldo e dalla siccità, non erano molto recettive agli attacchi del parassita. Proprio per questi motivi rispetto al 2014, quando a questa data erano già stati realizzati almeno due trattamenti insetticidi, quest'anno in gran parte degli oliveti della provincia di Grosseto non è stato ancora necessario alcun trattamento chimico.

Tuttavia quest'anno la mosca non è da sottovalutare in quanto, anche se a macchia di leopardo, si è manifestata una intensità di infestazione in linea con le annate “normali”; ad oggi sul 25% dei punti di monitoraggio 15/60 è stata superata la soglia di intervento del 10% di infestazione attiva.
Nelle ultime settimane di agosto, a seguito dell'abbassamento delle temperature, sono gradualmente aumentate le percentuali di infestazione dell'insetto e in particolare in questa settimana è in corso l'inizio della seconda generazione con presenza di uova appena deposte e larve neonate.

Provincia di Grosseto: suddivisa in 4 aree che presentano con caratteristiche di una certa omogeneità. I dati sono rilevati in un totale di 60 punti di monitoraggio controllati settimanalmente dai tecnici della Associazioni che aderiscono al progetto miglioramento qualità dell'olio APOT OTA, OLMA (SFR), Il progetto è coordinato dall'Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore S. Anna Di Pisa .

Dai dati rilevati nell'ambito del monitoraggio regionale iniziato il 28 giugno, dai primi due mesi di rilievi si evidenzia questo andamento:

• prime ovodeposizione della prima generazione segnalate 12 luglio Castiglione della Pescaia Grosseto magazzini (superamento soglia dintevento 19 luglio)

• Mese di luglio elevatissima mortalità delle larve di prima età

• prima settimana con ovodeposizioni diffuse 2 agosto

• 16 agosto piogge e abbassamento delle temperature

• 16 – 23 agosto superamento soglia in alcune aree e consigliato primo trattamento larvicida localizzato

In particolare la situazione al 3 settembre è la seguente:

Amiata: iniziate nuove ovodeposizioni 9 % a Seggiano Col del Rosso e Semprognano - Romita (trattato 27 ago)

Fascia collinare: iniziate nuove ovodeposizioni superata soglia a Civitella, 7% marsiliana (trattato 21 - 23 Scansano, Massa Marittima, Campagnatico , Gavorrano)

Fascia costiera: iniziate nuove ovodeposizioni, infestazione attiva 7% a Scarlino (trattato Orbetello, Grosseto, Castiglione della Pescaia,

Pitigliano Sorano: iniziate nuove ovodeposizioni

Consigli di difesa
In agricoltura convenzionale nelle zone in cui ra stata superata la soglia nelle settimane scorse sono già stati consigliati ed eseguiti i trattamenti larvicidi indicati ed ora si consiglia di attendere l'evoluzione della nuova generazione e di attendere a trattare al momento di raggiungimento della soglia di intervento del 10% di infestazione attiva.

Negli oliveti condotti in agricoltura biologica o dove si intende intervenure con prodotti antideponenti (Rame o caolino) o adulticidi (Spintor Fly o esche attrattive) si consiglia di seguire attentamente i dati delle nuove ovodeposizioni e, anche in relazione alla previsione di piogge, intervenire quando vengono segnalate le prime uova o larve di prima età (2%).

Si consiglia comunque di prestare la massima attenzione e controllare i propri oliveti in particolare nelle zone in cui nella prima generazione le infestazioni sono state più elevate. La decisione di effettuare un eventuale trattamento è da prendere solo dopo un accurato controllo della situazione in campo.

Tutti i dati del monitoraggio regionale aggionati a cadenza settimanale sono disponibili sul portale del Servizio Fitosanitario della Regione Toscana Agroambiente.info: QUI

Oltre al portale tecnico del Servizio Fitosanitario “Agroambiente.info” ogni settimana i bollettini provinciali vengono inviati per email agli oltre 1400 utenti iscritti alla mailing list, i bollettini a livello comunale vengono inviati per sms a oltre 3000 utenti iscritti. I bollettini sono pubblicati settimanalmente alla pagina 401 del televideo di RTV38, una rete televisiva privata con copertura regionale.

I bollettini vengono inviati ai comuni nel cui territorio viene efettuato il monitoraggio in modo che l'informazione possa essere diffusa anche attraverso i canali propri di ciascun comune. Infine bollettini vengono pubblicati anche su unospecifico profilo Facebook e sul sito del LAMMA.

Tutti i servizi sono gratuiti, è possibile iscriversi inviando al seguente indirizzo: agroambiente.info@regione.toscana.it il modulo di richiesta scaricabile dal sito.

Risultati operativi 2015
Il monitoraggio delle infestazioni di Mosca dell'olivo è iniziato il 18 giugno e ad oggi sono stati già pubblicati 10 bollettini settimanali. Dall'inizio della campagna di difesa dalla mosca olearia i contatti al portale Agroambiente.info sono stati oltre 38.000; le email inviate sono state 25500; gli sms inviati sono stati 29500; i comuni che collaborano nella diffusione dei bollettini sono 55; le pagine di telelevideo pubblicate sono state 610. I contatti settimanali su facebok sono in media 300/500.
Il servizio si concluderà alla fine di ottobre con l'inizio della raccolta.

Gli sviluppi
Al fine di permettere la consultazione dei dati dei monitoraggi, delle elaborazioni e dei dati meteo di tutte le stazioni dislocate sul territorio regionale direttamente dal campo di produzione, è in corso l'ottimizzazione del portale Agroambiente.info e la creazione di una APP per Tablet e Smartphone che sarà testata enro la fine della campagna e che srà pienamente operativa nel 2016.

Nell'immagine di apertura vi è la distribuzione dei punti di monitoraggio, con mappa dell'infestazione attiva di Mosca delle olive in provincia di Grosseto, nella settimana del 3 settembre 2015

verde = infestazione assente o molto bassa
giallo = infestazione media ma sotto soglia
rosso = suparata soglia di intevento

Iscriviti alle
newsletter