Terra Nuda

Oli differenti per tante differenti pizze, un incontro a Padova con Luigi Caricato organizzato da Apes

Sana, buona e naturale: tre sinonimi per indicare un cibo gradito, gradevole e salutare. Coronare questa triade è il risultato di un impegno che si avvale dei prodotti del territorio per garantire un valore aggiunto per il cliente e il consumatore, ma anche per la salute economica di molte piccole aziende agricole. Un ricco calendario di appuntamenti Salone CiaoPizza

Olio Officina

Oli differenti per tante differenti pizze, un incontro a Padova con Luigi Caricato organizzato da Apes

Nella ristorazione moderna gli ingredienti sono preparati ormai tutti su scala industriale: le società alimentari conservano ed elaborano ogni tipo di prodotto vegetale, animale e ittico creando fondi per salse bionde e brune, creme dolci e salate, pranzi completi surgelati o liofilizzati.

La pizza, ritenuta sino allo scorso secolo il cibo dei poveri, si propone a PadovaFiere all’interno del Salone CiaoPizza con l’intento di riscoprire i gusti semplici e naturali dei prodotti della terra, utilizzati tal quali o poco elaborati artigianalmente, senza aggiunte di conservanti e additivi artificiali.

Una degustazione che possiamo definire a “Km 0”, prodotti da riscoprire e utilizzare con il piatto povero per eccellenza, ma estremamente versatile: la pizza. E allora spazio agli splendidi formaggi veneti, dall’Asiago fresco e stagionato, alla Toma, ai rinomati Latteria e Montasio, radicchio tardivo, asparagi e zucca, funghi porcini e baccalà: come dimenticare questo fantastico pesce protagonista di ricette venete a fama mondiale.
Tutti ingredienti abbinati ad impasti di farine integrali e non, realizzate dai “Molini Agugiaro&Figna”, eccellenza anch’essi del territorio padovano e distribuite in tutto il mondo, adattandosi ad ogni latitudine e ovunque un bravo pizzaiolo sappia fare il suo prodotto.

Pizze condite poi, come supremo tocco, con olio extra vergine di oliva scelto e indicato per l’occasione dal più noto oleologo italiano, Luigi Caricato, presente all’evento. Il tutto per ritrovare gusti e sapori semplici, senza dover leggere e interpretare etichette di produzione.

“Km 0” deve essere però anche sinonimo di prodotti a costi abbordabili, curati con naturalità, senza pesticidi: la regola prima per pensare ad una “pizza sana” e che faccia bene soprattutto alla salute.

Le degustazioni di “Pizze Km0” e pizze storiche sono a cura degli Istruttori A.P.E.S. Giuseppe Longo, Direttore Didattico A.P.E.S. Rovigo, Wanda Soleri, Vice Presidente A.P.E.S. Ravenna e Nicolò Angileri, Direttore Didattico A.P.E.S. Savona.

Sono presenti Walter Botrugno, attuale Presidente A.P.E.S. e Silvio Poletto.

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI

In apertura foto di Luigi Caricato da un murales a Castelfranco Veneto

Iscriviti alle
newsletter