Terra Nuda

Olio Dop Umbria, è il Csqa l’organismo deputato a effettuare i controlli

In un sistema di certificazione, il ruolo dell’organismo di certificazione è fondamentale. E’ pertanto importante – sostengono al Consorzio di tutela – che l’operato di tale ente sia efficace e rispondente ai bisogni degli operatori

Olio Officina

Olio Dop Umbria, è il Csqa l’organismo deputato a effettuare i controlli

Con il Decreto Ministeriale 12607 del 24 giugno 2016 (QUI), l’organismo di controllo Csqa viene riconosciuto quale ente deputato a effettuare i controlli dell’olio Dop Umbria.

Il Consorzio di tutela dell’olio Dop Umbria, dopo un’attenta indagine di mercato e dopo una fase di trattativa con i vari organismi di controllo, ha indicato proprio nel Csqa il nuovo organismo di controllo.

In un sistema di certificazione il ruolo dell’organismo di certificazione è fondamentale, poiché è colui che è deputato al controllo di tutte le fasi della produzione, secondo il disciplinare di produzione, ed è importante pertanto che sia efficiente e che risponda ai bisogni delle aziende e quindi del Consorzio.

Il Csqa, oltretutto, con oltre 50 prodotti certificati tra Dop e Igp, è tra i principali enti di certificazione europei, collezionando nel suo portafoglio prodotti come il Grana Padano Dop, l’aceto balsamico di Modena Igp, la mela Val di Non, il Radicchio rosso di Treviso, la Fontina Dop, il Gorgonzola Dop, nonché gli oli Dop Garda e Dop Chianti, così, tanto per citarne alcuni.

Il Consorzio di Tutela dell’olio Dop Umbria vigilerà a sua volta sull’operato del sistema di certificazione, anche perché è solo attraverso una collaborazione continua e un solido senso di responsabilità tra i vari organi di controllo che la Dop Umbria potrà crescere ed affermarsi nel mondo.

Iscriviti alle
newsletter