Terra Nuda

Ostuni, una lettera aperta dell’Associazione Libero Comitato Anti-Xylella dell’ dell’Alto Salento al ministro Centinaio

Olio Officina

Ministro Gianmarco Centinaio non dovevamo accelerare la lotta alla Xylella? Lei dice “presto il decreto”, ma “presto” quando? Abbiamo ritardi che non competono al Suo governo? Sia migliore e ci dica presto quando? Presidente Michele Emiliano la Regione Puglia non è bravissima a monitorare? Come mai i motori del Ministro Centinaio non accelerano e quelli della Regione hanno smesso di monitorare? E per fare un quadro completo: i rimborsi per le potature finalizzate alla lotta alla Xylella che fine hanno fatto? Certo sullo sfondo dei disastri del PSR per l’ Agricoltura Pugliese tutto è possibile. Ma ora basta, siamo sempre più stanchi soli e arrabbiati e spesso ci arrabbiamo tra di noi perché anche noi non siamo bravi. Le Istituzioni si trovano di fronte tante Associazioni che vogliono personalizzare le lotta alla Xylella e spesso non si capisce se interessa di più sconfiggere la Xylella o arrivare primi a farsi ricevere ad ascoltare dalle Istituzioni sperando di essere i primi a salvarsi. Ma con la Xylella, e non solo nessuno si salva da solo. A tutte le Associazioni che hanno a cuore l’olivicoltura chiediamo: quando convochiamo a Bari presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia “Gli Stati Generali del l’olivicoltura (e di quanti lo vorranno) per la battaglia contro la Xylella”. A quanti abbiamo fatto delle domande o delle proposte per salvare la nostra olivicoltura: rispondeteci, fateci anche Voi altre proposte, non togliete ogni speranza per l’olivicoltura nel Salento e nell’Alto Salento. A voi basta che la Xylella non arrivi nel Nord Barese perché il Professore Giovanni Martelli vi ha detto che lì la Xylella non arriverà? A noi non basta e non dovrebbe bastare neanche agli olivicoltori del Nord Barese fosse solo per un principio di umana solidarietà. L’Olivicoltura della Puglia e di tutto il Mediterraneo ed il paesaggio agrario più antico del modo, la Piana degli Olivi Monumentali di Puglia, è a rischio estinzione, la xylella ha già distrutto buona parte dell’Olivicoltura del Salento e sta avanzando velocemente verso l’Alto Salento. Il disastro non è solo agricolo ma anche paesaggistico-ambientale ed ora è sotto assedio anche la Piana degli Ulivi Monumentali Patrimonio non solo per la Puglia ma per tutta l’Umanità. È vero siamo ripetitivi abbiamo già detto tutto ora dobbiamo solo: avere risposte, accelerare e monitorare.

Carmela Riccardi

Presidente dell’Associazione Libero Comitato Anti-Xylella

Iscriviti alle
newsletter