Terra Nuda

Premio “Jean Giono- L’uomo che piantava gli alberi”, cinque finalisti per un solo vincitore

Il Premio consiste nell’assegnazione di 1.000 piante di alberi/arbusti prodotti dal Centro Biodiversità Vegetale e Fuori Foresta di Montecchio Precalcino (Vi) di Veneto Agricoltura, che il vincitore destinerà alla realizzazione di un nuovo impianto o all’integrazione di un impianto esistente.

Olio Officina

Il Premio consiste nell’assegnazione di 1.000 piante di alberi/arbusti prodotti dal Centro Biodiversità Vegetale e Fuori Foresta di Montecchio Precalcino (Vi) di Veneto Agricoltura, che il vincitore destinerà alla realizzazione di un nuovo impianto o all’integrazione di un impianto esistente.

Si terrà al Flormart di Padova il prossimo 26 settembre la cerimonia di premiazione della 1^ edizione del Premio “Jean Giono - L’Uomo che piantava gli alberi”. L’importante riconoscimento, che vede coinvolta assieme alla comunità degli “Stati Generali dei Boschi di Pianura” anche Veneto Agricoltura, verrà assegnato ad una personalità che si è contraddistinta nell’opera di promozione e realizzazione di significativi impianti di vegetazione legnosa.

A designare il vincitore sarà la Comunità dei sottoscrittori della “Carta di Sandrigo” sulla base di una rosa di candidati selezionati e proposti dalla Giuria tecnica del Premio. 37 le candidature pervenute, 5 i finalisti, eccoli.

- Gianni Dalla Costa, agricoltore, Fattoria didattica Cà dell’Agata - Zugliano (Vi), che ha realizzato originali impianti arborei aziendali e promosso una rete di agricoltori impegnati sui temi della sostenibilità;

- Christian Marcolin, fondatore e presidente dell’Associazione "Spiritus Mundi" di Padova, che promuove interventi di rimboschimento in diversi Comuni del padovano con la partecipazione di Amministrazioni e cittadini;

- Alessandro Falcomer, fondatore dell’Associazione Prati delle Pars, di Teglio Veneto (Ve), che ha condotto un progetto di forestazione planiziale con un impianto alternato a prato di circa 19 ettari;

- Luigi Gennaro, agronomo, dipendente del Consorzio di Bonifica Bacchiglione per il quale ha gestito un progetto di forestazione rurale con il coinvolgimento di numerose imprese agricole;

- Tiberio Businaro, Sindaco del Comune di Carceri (Pd), che ha ideato e promosso il progetto “Ridiamo il sorriso alla pianura padana” coinvolgendo una rete di decine di Comuni del Veneto.

Per partecipare al convegno si consiglia di iscriversi utilizzando il sito.

Si ringrazia per la notizia Veneto Agricoltura

Iscriviti alle
newsletter