Terra Nuda

Premio nazionale eno-letterario “Vermentino” a Olbia, i vincitori

Olio Officina

Premio nazionale eno-letterario “Vermentino” a Olbia, i vincitori

E' tempo di Vermentino, ed è arrivato anche il tempo per un premio eno-letterario che si è da poco svolto  a Olbia, la scorsa domenica, 28 ottobre, in una giornata tutta da sfogliare. Si è aperto così un nuovo capitolo, tutto da bere d'un fiato, per appassionati -ma non solo- che la Camera di Commercio di Sassari, Comune di Olbia e Comune di Castelnuovo Magra hanno organizzato per far conoscere gli scrittori e le loro storie in una trama che è stata tessuta dal conduttore televisivo Federico Quaranta cui hanno preso parte numerosi ospiti per raccontare il significato delle parole che si, e ci, legano al vino.

A partire dalla vincitrice Alessia Coppola, autrice del romanzo “Il profumo del mosto e dei ricordi” edito da Ediciclo. Protagonista Lavinia che vive a Firenze, dove studia e lavora come restauratrice. Quando un telegramma le annuncia la morte del nonno, che non ha mai conosciuto, sarà proprio lei a partire per la Puglia per valutare l’eredità ricevuta. Al suo arrivo trova un’antica masseria da ristrutturare, terre e vigneti in stato di abbandono, ma incontra anche una grande famiglia pronta ad accoglierla.

Il giornalista Giovanni Fancello dialogherà con l’autore Emilio Rigatti per “Gli alchimisti delle colline” edito da Edicliclo, che racconta il Collio, estremo Nordest, terra di confine tra l’Italia e la Slovenia. Dove:"I suoi paesi, appuntiti dai campanili, sono sparsi come isole bianche sulla cima di colline paffute, pettinate da vigne e arruffate da boschi", premiato con una menzione speciale.

La menzione speciale alla carriera è stata attribuita dalla giuria a Mario Soldati e il suo "Vino al Vino" edito da Bompiani. Alla mattinata olbiese prenderà parte la nuora del celebre scrittore la nuora Anna Cardini Soldati, fondatrice dell’Associazione culturale Mario Soldati. "Vino al vino" è un viaggio alla scoperta dell'Italia che porta l'autore in Sardegna nel lontano autunno del 1975 quando scrisse:"In questa isola di gente dura, seria, dignitosa dovevo fermarmi solo pochi giorni e invece rimarrò un mese."

Le chiacchierate con gli autori e i protagonisti saranno intrecciate dall'attore Daniele Monachella che proporrà un reading dedicato alle tredici opere di un concorso che segue all'edizione di avvio, sperimentata con successo lo scorso anno, quando fu premiata la scrittrice Simonetta Agnello Horby.

Per un premio che nasce da un'idea della Camera di Commercio di Sassari:"E' un'occasione di più per promuovere e valorizzare le eccellenze del nostro territorio in Italia e nel mondo, e quel grande lavoro quotidiano delle aziende vitivinicole capaci di produrre il "Vermentino" - dice il presidente dell'Ente camerale, Gavino Sini- la cui qualità DOCG, unica nel nostro paese, è certificata dall'organismo di controllo proprio dalla nostra camera".  

Il premio eno-letterario "Vermentino" respira in questa edizione un'aria nazionale, vista la partecipazione delle case editrici che hanno preso parte all'evento con le loro opere: Bompiani, Einaudi editore, Newton Compton editori, Betti Editrice, SI, Olio Officina, Arkadia Editore, Condaghes, Newton Compton editori, Fazi Editore, Laurana Editore, Ediciclo Editore, Fanucci Editore e Fratelli Frilli Editori. Così come è stato possibile gustare al meglio le storie e i racconti grazie alla collaborazione delle aziende vitivinicole sarde, liguri e toscane. 


In apertura, Federico Quaranta con Monica Sommacampagna, autrice del romanzo L'uomo senza etichetta, edito da Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter