Terra Nuda

Quanto di nuovo tra vite e olivo

Arriva Enovitis in Campo - in Puglia, a Corato - e già si annuncia un’edizione ricca di un programma di eventi collaterali di grande interesse, anche in materia di olivicoltura ed elaiotecica. Tra i temi trattati, la viticoltura di precisione, le energie alternative e tanti altri argomenti che saranno sviluppati in convegni e workshop ospitati in due tensostrutture dedicate

Olio Officina

Quanto di nuovo tra vite e olivo

Enovitis in Campo è l’unica fiera dinamica specializzata italiana interamente dedicata alle tecnologie per la viticoltura, senza trascurare quelle per l’olivicoltura. Il cuore dell’evento è costituito dalle prove e dimostrazioni che si svolgono direttamente nel vigneto e quindi in condizioni del tutto realistiche, tali da consentire al visitatore di misurare l’efficacia e l’effettiva applicabilità di quanto proposto dagli espositori presenti.

A Enovitis in Campo – che quest’anno si svolge a Corato, in Puglia – è possibile vedere all’opera, verificandone i risultati, le più moderne tecnologie, materiali e attrezzature impiegabili in tutte le operazioni agronomiche. Grazie alla formula itinerante, Enovitis in Campo diventa un importante strumento in grado di contestualizzare l’impiego delle tecnologie nei vari ambienti pedoclimatici e colturali che caratterizzano le campagne italiane.

La cornice dell’evento è quella assolata della Puglia settentrionale, al centro del Parco Rurale dell’Alta Murgia, sul territorio ai piedi di Castel del Monte, dove le imponenti mura di pietra di un monastero seicentesco e gli antichi locali a otto metri di profondità custodiscono i vini prodotti dalla Azienda Vitivinicola Torrevento, cantina fondata nel 1948 dalla famiglia Liantonio, promotrice di una politica aziendale volta al recupero della migliore tradizione vitivinicola pugliese.

UN RICCO E VARIEGATO PROGRAMMA DI EVENTI

VENERDI 17 GIUGNO 2016

IL VIGNETO IN UN CLIMA CHE CAMBIA: LE PRATICHE DEL BIOLOGICO PER AFFRONTARE L’INCERTEZZA CLIMATICA

Organizzato da Valoritalia in collaborazione con Il Corriere Vinicolo

Di fronte all’impatto che i cambiamenti climatici stanno avendo sulla viticoltura, la conduzione biologica del vigneto può rappresentare un’interessante alternativa sia per contrastare il riscaldamento globale, sia per reagire in modo più efficace agli eventi meteo estremi, grazie alla maggiore biodiversità dei terreni così gestiti.

Venerdì 17 giugno ore 10,00

Intervengono:

Livia Ortolani, AIAB – La viticoltura biologica e il cambiamento climatico: strumenti per ridurre le emissioni e per incrementare l’adattamento

Anna Benedetti, CREA ROMA – La biodiversità del terreno, chiave di resilienza e qualità

Giovanni Bigot, consulente agronomico Az. Amastuola – La gestione del suolo in Amastuola, azienda biologica in Massafra

Giancarlo Roccuzzo, CREA Acireale – Sostanza organica e gestione della fertilità nei sistemi arborei biologici

Conclusioni: Francesco Liantonio, titolare Torrevento e presidente Valoritalia


AREA OLIVETO E FRANTOIO

Organizzata da CNO in partnership con UIV

Venerdì 17 giugno ore 10,00

Diversi esperti di olivicoltura relazioneranno sulle nuove tematiche riguardanti l'applicazione della coltivazione integrata all'olivo, l'applicazione del PAN sull'uso sostenibile degli agro-farmaci, le caratteristiche distintive dei nuovi impianti intensivi e super-intensivi di olivo, sulle nuove tecnologie estrattive in grado di valorizzare la qualità dell'olio ottenibile in frantoio e sulle ultime innovazioni in tema di meccanizzazione applicata all’olivicoltura.

Venerdì 17 giugno ore 15.00

Presentazione delle ultime novità in fatto di macchine, attrezzature e servizi per l'olivicoltura da parte di importanti aziende produttrici di fertilizzanti, sistemi di monitoraggio e difesa dell'olivo, macchine e attrezzature per la cura delle piante e del terreno.
Case history aziendali



LA GESTIONE DEL SUOLO NELL’INTERFILA E NEL SOTTOFILA DEL VIGNETO

Venerdì 17 giugno ore 11,30 – 13,30

Il ruolo del suolo nella coltivazione della vite e la sua influenza sulla qualità dell’uva e del vino sono stati oggetto di recenti approfondimenti che promettono di influenzare significativamente le tecniche colturali e in generale la gestione del vigneto. La corretta gestione del suolo è particolarmente rilevante nel Sud Italia dove il controllo delle infestanti e la gestione dell’acqua hanno un ruolo fondamentale nella ricerca della qualità. Il seminario intende rispondere ad alcuni quesiti: inerbimento o lavorazione dell’interfila? Diserbo, trinciatura o lavorazione del sottofila? Quesiti semplici per i quali ricerca e tecnologia offrono oggi nuove soluzioni.

Venerdì 17 giugno ore 16.30 - 19.00

AGROINNOVATION TOUR –LA TECNOLOGIA PER L’AGRICOLTURA SOSTENIBILE

Organizzato da Image Line e staff di www.macgest.com

Il workshop si inserisce nel programma degli appuntamenti di www.agroinnovationtour.it: in ogni tappa sono approfondite le opportunità che l’innovazione tecnologica e il digitale offrono all’agricoltura di oggi e di domani. In primo piano a Enovitis in Campo, gli aggiornamenti in merito al controllo funzionale delle macchine irroratrici e all’applicazione del PAN, con un focus sulla digitalizzazione del quaderno di campagna per garantire sostenibilità e rintracciabilità dal campo alla tavola.

SABATO 18 GIUGNO 2016

IL ROSATO TESTIMONE DI UNA TRADIZIONE, SCOMMESSA SUL FUTURO

Sabato 18 giugno ore 9,00 – 11,00

Il rosato ha sfatato un pregiudizio, riscoperto una traccia produttiva ingiustamente sottostimata, è stato rivalutato e valorizzato, reso ricco di dignità e qualità elevandolo alla grande tradizione dei vini. Il mondo del rosato è molto vasto e copre un ventaglio di possibilità in termini di gusto, equilibrio e quindi di adattamento al mercato globale.
Organizzato da Assoenologi Puglia-Basilicata-Calabria in collaborazione con UIV e Valoritalia

Intervengono

Gilles Masson, Centro ricerca e sperimentazione sui vini rosè – Istituto francese della vigna e del vino – I rosati nel mondo: ultime ricerche scientifiche e tecniche

Rocco Di Stefano – Problemi connessi con la stabilità cromatica e aromatica dei vini rosati

Giuseppe Meglioli, consulente vitivinicolo – La predizione della stabilità tartarica nel vino rosato

Michel Couderc, Consiglio interprofessionale dei vini di Provenza – I mercati mondiali dei vini rosati

Ruggiera Sarcina, Camera di commercio Italia – Canada – Le opportunità del mercato canadese per le produzioni enologiche pugliesi

Nathalie Pouzalgues, Centro ricerca rosati Provenza – Degustazione commentata di alcune tipologie di vini rosati

Degustazione commentata di 4 tipologie di rosati di Puglia a cura di Assoenologi

AGRICOLTURA DI PRECISIONE: ESPERIENZE IN PUGLIA

Sabato 18 giugno ore 9,30 – 11,00

Anche nel Sud Italia stanno crescendo le esperienze e le ricerche in tema di agricoltura di precisione e Unione Italiana Vini, tramite il progetto Tergeo, con questo incontro si ripromette di aggiornare sui recenti sviluppi. Tra le case history, il progetto di ricerca portato avanti proprio a Torrevento dall’Università di Perugia e dal Crea.

AREA OLIVETO E FRANTOIO

Sabato 18 giugno Ore 9.30 – 12.30

IL VECCHIO E IL NUOVO. OVVERO: LA SCELTA DI UNA OLIVICOLTURA MODERNA E RAZIONALE PER OTTENERE UN REDDITO SICURO. VERITÀ O UTOPIA?

Si fa un gran parlare di innovazione, ma poi tutto sembra restare immutato. Con il Piano olivicolo nazionale, di cui tanto si sta discutendo nel corso degli ultimi mesi, sembra che si possa finalmente riprendere una questione interrotta da almeno trent’anni a questa parte. Così, dopo aver assaporato la crisi, che non accenna ancora a passare, ai problemi strutturali cui siamo abituati da sempre, si aggiungono quelli di uno scenario nuovo, in cui non si è più i primi della classe e tanti Paesi competitori, anche extra Ue, si sono presentati all’appello. Non resta allora che interrogarsi sull’immediato futuro, pensando alle scelte da fare in campo, ancor prima che in frantoio.

Incontro a cura di Olio Officina


Intervengono

Luigi Caricato, direttore di Olio Officina - Non è vero che l’olivicoltura non renda ricchi. Occorre restituire valore alla materia prima olio. Il perché e il come

Giuseppe Mauro Ferro, accademico dei Georgofili - Puglia regione trainante per l’olivicoltura nazionale? Il ruolo ricoperto nell’ultimo trentennio, nell’analisi storica di un osservatore speciale

Angelo Godini, accademico dei Georgofili - Perché l’Italia ha rifiutato l’innovazione in olivicoltura, nonostante sia stata la prima a tracciarne le strategie?

Tommaso Loiodice, presidente Unapol e Alissa Mattei, esperta elaiotecnica - Perché l’olivicoltore non ci guadagna (e spesso è in perdita) e perché nemmeno i grandi confezionatori dell’olio (con risicati margini di guadagno) non navigano in acque tranquille?

Mauro Meloni, direttore Ceq, Consorzio extravergine di qualità - I conti in tasca ai produttori. Come si costruisce il prezzo dell’olio sfuso e imbottigliato? Come risponde il mercato nelle dinamiche dei prezzi attuali sugli scaffali?

Massimo Occhinegro, esperto di marketing internazionale- I conti in tasca forse tornano, ma senza il marketing non si va da nessuna parte. Quali strategie sono possibili, quali nuovi scenari si aprono all’orizzonte



NUOVE VARIETÀ RESISTENTI ALLE MALATTIE E I NUOVI PORTINNESTI SERIE M.

Sabato 18 giugno ore 9:30-11:00

Seminario Tergeo in collaborazione con Vivai Cooperativi Rauscedo per presentare le nuove varietà che consentono di evitare o ridurre drasticamente gli interventi con fitofarmaci contro la peronospora e l’oidio. Verranno inoltre presentati i nuovi portinnesti della serie M con prestazioni nettamente migliori di quelli storici abitualmente utilizzati anche in Puglia.


TAVOLA ROTONDA - NORD E SUD PUGLIA: DUE VITICOLTURE A CONFRONTO

Sabato 18 giugno ore 11,30 – 13,00

Il Nord e il Sud della Puglia presentano peculiarità e tratti distintivi che hanno seguito percorsi di valorizzazione diversi: il punto sulla situazione e le prospettive nelle parole dei protagonisti.

Organizzato dal Corriere Vinicolo

Intervengono per il Nord Puglia:

Francesco Liantonio, Torrevento

Pierluigi Spagnoletti, Conte Spagnoletti Zeuli

Sebastiano De Corato, Rivera

Intervengono per il Sud Puglia:

Angelo Maci, Cantine Due Palme

Alessandro Candido, Candido Wines

Piernicola Leone de Castris, Leone de Castris


Per informazioni tecniche sulla manifestazione
Segreteria Organizzativa Enovitis in Campo - Tel:045 4851408 (int.5) - info@enovitis.it

Iscriviti alle
newsletter