Terra Nuda

Sicilia, 400 milioni di euro in tre anni per promuovere crescita e impiego nel comparto agroalimentare

Il sottosegretario del Ministero alle Politiche agricole Giuseppe Castiglione ha presentato a Palermo il protocollo con Intesa San Paolo

Olio Officina

Nota stampa Mipaaf. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che il sottosegretario Giuseppe Castiglione ha preso parte alla presentazione del protocollo “Diamo credito all’agroalimentare” sottoscritto dal Ministero e da Intesa San Paolo tenutasi nella Sala Lanza dell’Orto Botanico di Palermo.
“Con 400 milioni di euro in tre anni – dichiara Castiglione - la Sicilia potrà promuovere la crescita e le opportunità di impiego lavorativo in un comparto, quello agroalimentare, assolutamente strategico per l’economia locale. L’obiettivo è favorire le aziende dell’agroalimentare sul fronte dell’accesso al credito. Grazie a questo protocollo, le imprese e le filiere del settore avranno la possibilità di investire in innovazione, agevolare l’export e l’internazionalizzazione, favorire il ricambio generazionale e la formazione delle risorse. Le iniziative messe a punto potranno potenzialmente generare nella regione nuovi investimenti per oltre 500 milioni di euro”.

“L’accordo – prosegue il sottosegretario - facilita l’utilizzo dei fondi comunitari previsti dai Programmi di Sviluppo Rurale 2014-2020, che assegnano alla Regione Sicilia risorse pari a circa 2,2 miliardi di euro, favorendo investimenti per circa 6,3 miliardi di euro.
Ora tutti i nostri sforzi saranno orientati ad incrementare la diversificazione agricola e a favorire il ricambio generazionale della manodopera per immettere nuove energie nel settore, dove occorre anche accrescere le competenze specifiche.
Nei primi tre mesi del 2016, Intesa Sanpaolo ha erogato agli imprenditori siciliani 61 milioni di nuovi finanziamenti.
Un un’importante opportunità per le imprese del settore agricolo e agroalimentare – conclude Castiglione – è rappresentata dal Programma filiere, al quale finora in Sicilia hanno aderito nove aziende capo-filiera con 432 fornitori, per un giro d’affari complessivo di 1.080 milioni di euro e 720 dipendenti”.

Iscriviti alle
newsletter