Terra Nuda

Sicilia, il 27 settembre è la volta dell'Olio della Pace

Un progetto d’integrazione fra i popoli del Mediterraneo ideato da Manfredi Barbera e promosso dal Co.Fi.Ol

Olio Officina

Si svolgerà domenica 27 settembre, alle 14, presso il PalaBIA di San Vito Lo Capo, la conferenza di presentazione de l'Olio della Pace. Il progetto, ideato da Manfredi Barbera e promosso dal CO.FI.OL, vede in partenariato l’Assessorato Regionale all’Agricoltura, il Cluster Biomediterraneo di Expo e l’ex Provincia Regionale di Enna, denominata Libero Consorzio Comunale, con il suo campo sperimentale internazionale del germoplasma dell’ulivo di Zagaria.

Si tratta di un progetto che vuole simboleggiare l'integrazione di tutte i popoli del Mediterraneo. "L’idea – spiega Barbera – è quella di far arrivare contemporaneamente dal campo sperimentale di Zagaria, dove sono coltivate oltre 300 varietà di olive diverse, che rappresentano tutte le varietà mondiali, sia in un piccolo frantoio istallato al Cluster Biomediterrano a Expo, sia al frantoio sperimentale della Premiati Oleifici Barbera a Custonaci. Le olive verranno molite tutte insieme in un olio unico al mondo, l’olio del popoli e della pace".

Durante la conferenza stampa sarà inoltre siglato ufficialmente il protocollo d’intesa tra il presidente del CO.FI.OL Annamaria Buccellato e la dirigente generale delle Attività Produttive della Provincia di Enna, Antonella Buscemi che si propone di diffondere a livello nazionale e internazionale la cultura dell’ulivo e dell’olio attraverso questo patrimonio unico del campo sperimentale unico di Zagaria.

Il testo della nota stampa è di Maria Antonietta Pioppo.

Iscriviti alle
newsletter