Terra Nuda

Il volto internazionale dell’olio

E’ tutto pronto in Marocco per la settima edizione delle Giornate mediterranee dell’olivo a Meknes, un appuntamento internazionale organizzato dall’Agro-pole Olvier con l’Università internazionale dell’Andalusia e altri partner. Il tema: qualità, etichettatura, dieta, biomasse e sviluppo sostenibile. Un appuntamento, dal 21 al 23 ottobre, da non perdere

Olio Officina

Il volto internazionale dell’olio

La settima edizione delle Giornate mediterranee prevede la participazione di numerosi speicalisti ed esperti del settore, provenienti da diversi Paesi olivicoli del Mediterraneo, dal Marocco alla Spagna, dalla Francia alla Grecia, dall’Italia alla Tunisia, dagli Stati Uniti d’America al Libano, al Portogallo.

PROGRAMMA

“Qualità, etichettatura, dieta Mediterranea e biomassa: il cuore della competitività nello sviluppo sostenibile del settore olio di oliva”

MARTEDI 21 OTTOBRE

8.30- 9.00: accoglienza dei partecipanti
9:.0 -10.00: Inaugurazione ufficiale delle Giornate
10.00-10.30: Coffee Break

Settore olio d’oliva, mercato internazionale, tra competitività e strategia per la promozione e il marketing

10.30-11.00 “Mercato globale per l’olio d’oliva: problematiche e prospettive di sviluppo in corso.” Jean Louis Barjol, direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale. Madrid, Spagna

11.00-11.30: “New Directions strategici per l’olio d’oliva del Marocco nel settore alimentare.
Produzione e sicurezza dell’olio d’oliva con un alta qualità”
Ministero dell’Agricoltura e Pesca marittima, Rabat, Marocco

11.30-11.55: “Il ruolo dell’innovazione nel comparto olio di oliva,” Luis Rallo, Università di Cordoba, Spagna

11.55-12.20: “Il concetto di filiera territorializzata e la sua applicazione per lo sviluppo sostenibile del settore olivicolo”
Jean-Louis Rastoin, Cattedra UNESCO “World Food” SupAgro, Francia.

12.20-12.45: “Innovazione, marketing dell’olio extra vergine di oliva e creazione di valore aggiunto: il caso dell’olio di oliva spagnolo”
Juan Penamil, direttore della rivista MERCACEI, Spagna.

12.45-13.15: “Strategie per la promozione delle esportazioni di olio di oliva. Caso della Grecia”
Marinella Katsilieri, Fondazione Culturale “Strade dell’Ulivo”, Kalamata, Grecia.

14.30-18.30: Tavola rotonda sull’oliva di qualità, tra competitività, canali di distribuzione e marketing”, animato da Juan Penamil, direttore della rivista MERCACEI, Spagna

Due lezioni introduttive alla tavola rotonda

14.30-14.55: “Problemi di commercializzazione dell’olio d’oliva, catena di distribuzione e opportunità di mercato di qualità dell’olio di oliva”
Luigi Caricato, direttore della rivista Olio Officina, Milano, Italia

14.55-15.20: “Riforma delle politiche agricole commerciali europee. Quale impatto sul settore dell’olio d’oliva nel Mediterraneo”
Samir Mili, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CSIC), Madrid, Spagna

15.20-18.30: Testimonianze e discussione

– Georges Karabatos, Presidente della Fondazione Culturale “Strade del Olive
Albero “Kalamata, Grecia: Quale strategia per la promozione dell’olio d’oliva del Mediterraneo?

– H’mad Zakaria, direttore generale di Food Technology Park di Biserta, in Tunisia: Nazionale Etichetta, causa dell’olio d’oliva della Tunisia.

– Enrico Lupi, Presidente della Rete Mediterranea delle Città dell’Olio di Oliva: Dieta Mediterranea Etichetta e opportunità per l’olio d’oliva di qualità.

– Eduard Escrich, studi di cancro al seno, Facoltà di gruppo multidisciplinare
Medicina dell’Università Autonoma di Barcellona, Spagna: Oliva nostra salute capitale.

– Deoleo: futuro del marketing di Oliva

– LCM Aisha: le opportunità di mercato internazionali per l’olio d’oliva del Marocco.

– Lesieur Cristal: Quali soluzioni per lo sviluppo della nazionale
olio d’oliva sul mercato di qualità?

– Sabouni Ibrahim Al Jaouf Università, Arabia Saudita: L’olio di oliva Opportunità di mercato in Arabia Saudita.

– Dieter Oberg, Ufficio d’oliva Olio, Germania: Mercato dell’olio di oliva e del comportamento di
consumatore tedesco

MERCOLEDI 22 OTTOBRE

Olio d’oliva di qualità, salute, tra etichettatura e differenziazione

Sessione 1: Olio di oliva di qualità e benefici per la salute: Determinanti factoring, tecnologia, stoccaggio e imballaggio

08.30-09.20: “Effetti di estrazione factoring tecnologica sulla qualità dell’olio extra vergine di oliva”
Jose Carlos Bautista, GEA Westfalia Separator Ibérica, SA Centro Internazionale di eccellenza per l’olio di oliva. Ubeda. Jaén. Spagna

09.20-10.10: “Buone pratiche per la filtrazione, stoccaggio e confezionamento di olio di oliva di alta qualità”
Gabriel Beltrán, IFAPA Jaén, Junta de Andalucía, Spagna

10.10-10.30: Coffee Break

10.30-11.20: “La sicurezza alimentare come criterio per la qualità dell’olio di oliva vergine”
Juana Ortega Membrive, esperta spagnolo nell’ispezione sanitaria, Jaén, Spagna

11.20-11.45: “Il consumo di olio d’oliva e prevenzione del cancro”
Eduard Escrich, studi di cancro al seno, Facoltà di Medicina dell’Università Autonoma di Barcellona, Spagna

11.45-12.10: “Differenziazione qualitativa quale indicatore di garanzia della sicurezza alimentare dell’olio extra vergine di oliva”
José Manuel Bajo Prados, segretariato esecutivo del settore nazionale dell’olio di oliva vergine e la denominazione di origine, Spagna

12.10-12.35: “L’identificazione dei marcatori chimici e organolettici, pilastro per la protezione di un prodotto dall’origine certificato. Gli oli di oliva nell’ambito Denominazionie di origine protetta” Abderraouf EL Antrai, INRA Marrakech, Marocco

12.35-13.00: “La ricerca di nuovi utilizzi di olio d’oliva in cucina”
Raquel Rodriguez Costales, CITOLIVA, Technology Center di oliva e olio di oliva, Jaén, Spagna

13.00-13.30: Discussione

Sessione 2: Etichettatura e differenziazione dei prodotti

14.30-14.55: “L’incidenza delle denominazioni di origine e degli oli da agricoltura biologica nel mercato mondiale”
Mohamed Larbi Sidmou, Cadi Ayyad, Marrakech, Marocco

14.55-15.20: “L’etichettatura, la dieta mediterranea e le sfide per il marketing e la commercializzazione degli oli di oliva di alta qualità”
Alberto Mattiacci, Università di Roma, La Sapienza, Italia

15.20-15.45: “Influenza del valore dell’armonia nella differenziazione degli oli extra vergini di qualità”
Dieter G. Oberg, Associazione per il sostegno del valore di olio extravergine di oliva, Wessling, Germania

15.45-16.10: “DOP, Denominazione di Origine Protetta: l’olio di oliva di Meknes, un progetto per promuovere l’olio d’oliva con l’alta qualità del Marocco”
Noureddine Ouazzani, Agro-pole Olivier ENA, Meknes, in Marocco

Sessione 3: olio di oliva mediterraneo da agricoltura biologica. Lo stato dell’arte nella gestione della tecnologia e le tendenze

16.10-16.35: “L’olio di oliva vergine biologico: gestione tecnica e tendenze, il caso della Spagna” Adolfo Sánchez Lozano, SIERRA DE GINEVRA SCA Cooperative Produzione e condizionamento di olio d’oliva biologico, Jaén, Spagna

16H35-17H00: “Organic olio di oliva vergine: gestione tecnica e tendenze, il caso Italia” Cesare Buonamici. Buonamici Agenzia agricolo, Fiesole, Italia.

17.00-17.25: “Protezione e concimazione degli alberi in bio: esperienza francese”
Jean Michel Duriez, AFIDOL, Francia

17.25-17.50: “L’olio di oliva vergine biologico: gestione tecnica e tendenze, il caso Tunisia”
Naziha Grati Kamoun, Istituto dell’Ulivo di Sfax, Tunisia

17.50-18.30: Discussione

GIOVEDI 23 OTTOBRE

Valorizzazione dei sottoprodotti dell’oliva: gestione di biomassa, energia e protezione ambientale

9.00-9.50: “Gestione e raccolta dei sottoprodotti dell’oliva, dal sistema a due fasi e valorizzazione energetica. L’esperienza spagnola”
José Antonio Cal Herrera, delegazione provinciale di Jaén, Spagna

9.50-10.30: “Gestione e utilizzo dei sottoprodotti derivanti e dal sistema due e tre fasi:. L’esperienza italiana”
Angelo Cichelli, G. d’Annunzio, Pescara, Italia

10.30-11.00: Coffee Break

11.00-11.25: “Valorizzazione dei sottoprodotti dell’oliva. L’applicazione sui suoli agricoli. La biomassa dell’oliva”
Noureddine Ouazzani, Agro-pole Olivier ENA Meknes, in Marocco

11.25-11.50: “Valorizzazione delle acque di vegetazione nell’applicazione sui suoli agricoli”
Bechir Ben Rouina, Istituto dell’ulivo, Sfax, Tunisia

11.50-12.15 “Valorizzazione dei residui delle unità di frantumazione mediante compostaggio”. Patrick Villemin, Elefante Verde Europa

12.15-12.40: “Gestione e valorizzazione di energia da biomassa di olive”
José Antonio Pérez Jiménez, Advanced Technology Center di energia rinnovabile in Andalusia (CTAER), Spagna

12.40-13.30: Discussione e chiusura delle Giornate mediterranee

15.00-18.00: Visita di Agro-pole Olivier

Visita turistica di Volubilis e Meknes città

La foto di apertura è di Luigi Caricato

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.