Terra Nuda

Italia Olivicola lamenta un settore in crisi e chiede un tavolo di filiera anche con la Gdo

Crescono i costi per i produttori e secondo l'organizzazione che li rappresenta diventa davvero difficile andare avanti

Olio Officina

Italia Olivicola lamenta un settore in crisi e chiede un tavolo di filiera anche con la Gdo

L’allarme è stato lanciato nel tardo pomeriggio del 16 novembre con un comunicato stampa.

“La campagna 2021 sarebbe dovuta essere quella della ripresa – si legge nel documento – ma alle gelate inattese e alla siccità dei mesi scorsi, si sono aggiunti, a complicare il quadro i rincari dell’energia, da una parte, e gli effetti sempre più pesanti della speculazione, dall’altra. L’unica cosa che cresce sono i costi che i produttori sono costretti a sostenere. Così diventa davvero difficile andare avanti”. È la denuncia di Italia Olivicola, organizzazione di produttori olivicoli protagonista in Italia.

“Il settore – afferma Gennaro Sicolo, presidente di Italia Olivicola – attraversa una profonda crisi e oggi si ritrova stretto nella morsa tra le annose difficoltà organizzative e la concorrenza sleale sempre più spinta. Non possiamo più permettere che a pagare il prezzo di questa situazione sia l’anello più debole della filiera, cioè la produzione”.

“Occorre – è l’invito che Gennaro Sicolo rivolge al Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli – convocare con urgenza un tavolo di filiera coinvolgendo anche la Gdo per trovare soluzioni organiche e di sistema e per dare seguito alle indicazioni normative introdotte dal Governo nel decreto Pratiche Sleali”.

“Dobbiamo fare in fretta – conclude – prendendo subito l’iniziativa, in attesa delle ricadute sicuramente positive della programmazione e delle risorse del PNRR e della nuova PAC”.

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.