Terra Nuda

Lamentele per il frantoio

Un documento storico, risalente al 28 marzo 1961. Si tratta di un esposto con cui si chiedeva di bloccare le operazioni di molitura per via del fastidioso rumore. “La risposta del Comune di Balaucco – spiega Paolo Boeri – fa capire quanto fossero importanti e rispettati i frantoi e l'operato dei frantoiani. Eravamo considerati un bene della comunità, al servizio del contadino”

Olio Officina

Lamentele per il frantoio

Il documento in questione – spiega Paolo Boeri, responsabile della comunicazione presso Olio Roi – è un esposto fatto da uno zio di mio padre, residente sopra al vecchio frantoio di mio nonno Pippo, situato in un carrugio di Badalucco. Fu l’unico a lamentarsi per il rumore prodotto dal frantoio, pur essendo situato in centro al paese, in una zona fortemente abitata con case una sull’altra. E’ la architettura classica dei paesini”.

“La risposta del Comune di Badalaucco – conclude Boeri – fa capire quanto fossero importanti e rispettati i frantoi e l’operato dei frantoiani. Eravamo considerati un bene della comunità, al servizio del contadino che doveva trasformare il suo raccolto in olio. Prodotto che lo avrebbe aiutato a rendere gustose le sue pietanze per tutto l’anno a venire”

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia