Terra Nuda

Le migliori olive da mensa al concorso Monna Oliva

Giunto alla sua ottava edizione, il contest nazionale organizzato dall’Umao, Unione Mediterranea Assaggiatori Olio, è uno stimolo per tutto il settore olivicolo. Non solo perché è un forte riconoscimento all’intera filiera, me è anche un modo per incentivare i produttori a lavorare per la ricerca costante della qualità

Olio Officina

Le migliori olive da mensa al concorso Monna Oliva

Dopo la pausa obbligata dalla pandemia, Monna Oliva, il Concorso Nazionale per le olive da tavola, ritorna con la sua carica di entusiasmo e voglia di far conoscere le migliori produzioni di olive da mensa italiane. A far da cornice all’evento che quest’anno è parte integrante della XII edizione del Cerealia Festival, l’Itas Giuseppe Garibaldi di Roma.

Organizzato dall’Umao, Unione Mediterranea Assaggiatori Olio, sempre attenta a cogliere i segnali che provengono dal mondo dei consumi e a dare delle opportunità ai produttori, l’edizione 2022 ha di nuovo suscitato interesse e profonde emozioni, dando modo ad una piccola drupa di far conoscere il suo enorme patrimonio di gusto e salute.

Monna Oliva – riservato alle olive da tavola prodotte e trasformate in Italia – se da una parte è un riconoscimento all’operosità, alla professionalità e alla passione che i migliori produttori italiani dedicano all’ottenimento di olive da tavola di qualità superiore, dall’altra è uno stimolo per tutto il settore olivicolo a proseguire nel virtuoso cammino verso l’eccellenza per potenziare l’immagine di alta qualità che viene riconosciuta da tempo al prodotto italiano, sia a livello nazionale che internazionale.

La cerimonia della premiazione è stata preceduta da un focus centrato sugli aspetti salutistici delle olive da tavola, con la relazione della dottoressa Laura di Renzo, Direttrice della scuola di specializzazione in Scienza dell’Alimentazione presso l’Università di Tor Vergata.

Monna Oliva ha ottenuto il patrocinio morale di: Regione Lazio, Regione Basilicata, Regione Sardegna, Arga Lazio, Città dell’olio, Accademia dei Georgofili, Unasa, Accademia di Spoleto, Cerealia Festival.

I lusinghieri risultati di questa VIII edizione del Concorso sono testimoniati dalle numerose “Gran Menzioni” come si può vedere di seguito.

Vincitori olive verdi naturali

1°classificato con le olive verdi Nera di Gonnos: Az. Cav. Deias Luigi

2 °classificato con le olive Termite di Bitetto: De Carlo Sas

3° classificato con olive verdi Itrana: Soc. Coop. Unagri

Vincitori olive nere naturali

1°classificato con le olive nere Cellina Di Nardò: Terre Salentine Srl

2°classificato con olive nere Itrana (Gaeta Dop): Oscar Sca

3 °classificato Con Le Olive Nere Itrana (Gaeta Dop): Cosmo Di Russo

Vincitori olive verdi in salamoia

1° classificato con la Bella di Cerignola (Sevillano): De Carlo Sas

2° classificato con la Nocellaara del Belice (Castelvetranese): Pisciotta Srls

3° classificato con la Bella di Cerignola (Sevillano): La Bella di Cerignola

Vincitori olive condite

1° classificato con le olive Itrana nera: Americo Quattrociocchi

2° classificato con le olive Nera di Gonnos (a scabecciu): Az. Cav. Deias Luigi

3° classificato con le olive verdi Nocellara del Belice: Terramia Sca

Vincitori olive grinze

1° classificato con le olive nere Leccino grinza al sale: Ermanno & Francesco Rosati Ine Srl

2° classificato con le olive nere Nocellara del Belice (infornate): Coop Terramia

3° classificato con le olive nere Maiatica (infornate): Giovanni Lacertosa di R. Lacertosa

Menzioni olive verdi al naturale

Olive bio in salamoia al naturale: Az. Agricola Giacomo Nieddu

Ascolana del Piceno Dop in salamoia al naturale: Soc. Agr. Semplice Olive Gregori

Nocellara del Belice in salamoia al naturale: Soc. Coop. Terramia

Itrana bianca in salamoia al naturale: Az. Agricola Di Russo

Menzioni olive verdi al naturale

Itrana bianca al naturale: Soc. Agricola Srl Rossi

Itrana bianca al naturale: Az. Agricola Casino Re

Termite di Bitetto al naturale: Impresa Agricola Tricarico

Bella di Cerignola al naturale: Impresa Agricola Tricarico

Menzioni olive verdi in salamoia

Ascolana metodo Sevillano: Soc. Agricola Sas Marina Colonna

Ascolana del Piceno Dop metodo Sevillano: Soc. Agr. Semplice Olive Gregori

Nocellara del Belice metodo Castelvetrano: Soc. Coop. Terramia

Nocellara del Belice metodo Castelvetrano: Geolive Belice

Nocellara del Belice metodo Sevillano: Geolive Belice

Menzioni olive nere al naturale

Itrana nera in salamoia al naturale: Az. Agricola Quattrociocchi

Itrana nera in salamoia al naturale: Soc. Agricola Srl Rossi

Menzioni olive condite

Tonda di Cagliari tradizionale «a scabecciu»: Soc. Coop. Agr. Copar

Taggiasca olive denocciolate condite: Srl Frantoio Bianco

Carolea tradizionale schiacciate e denocciolate: Soc. Agricola Cataldo Antonio

Carolea sottaceto schiacciate: Soc. Agricola Cataldo Antonio

Carolea nera tradizionale infornate e condite: Soc. Agricola Cataldo Antonio

Menzioni olive condite

Itrana verde tradizionale: Az. Agricola Quattrociocchi

Tonda di Cagliari tradizionale «a scabecciu»: Olisarda di Cristian Sitzia

Termite di Bitetto denocciolate agli agrumi: Soc. Agricola De Carlo

Termite di Bitetto denocciolate al peperoncino: Soc. Agricola De Carlo

In apertura, foto di Olio Officina©

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.