Terra Nuda

Olio da olive, Cno sollecita approvazione sistema di qualità

Agra Press

Roma – Il presidente del Cno (consorzio nazionale degli olivicoltori) gennaro sicolo ha scritto una lettera al ministro delle politiche agricole nunzia de girolamo, ai presidenti delle commissioni agricoltura di senato e camera, roberto formigoni e luca sani e agli assessori regionali, in cui esprime “grande preoccupazione”, perche’ “dopo molti mesi di confronto a livello istituzionale”, ancora non e’ stato approvato il decreto istitutivo del sistema di qualita’ alimentare nazionale per l’olio extravergine di oliva. “nonostante la convinta proposta della filiera produttiva – spiega sicolo – si frappongono ancora ostacoli, solo apparentemente formali e secondari, con l’evidente risultato concreto di impedire l’istituzione, anche nel settore olivicolo-oleario, dell’alta qualita'”. nella lettera il presidente del cno sottolinea “la curiosa posizione delle regioni, di fronte ad una proposta della filiera produttiva”. “a quale logica risponde tale atteggiamento?”, si chiede sicolo. “diamo atto volentieri al ministero di aver condotto in questi mesi una appassionata e competente azione di mediazione ma ora occorre decidere: si vuole dare alla filiera quanto proposto? si vuole dare risposta alle esigenze di migliaia di produttori che hanno individuato nell’alta qualita’ una utile soluzione possibile per cercare di far riconoscere al consumatore i pregi di tanto prodotto messo oggi in vendita come extra, al pari di produzioni al limita, quando non oltre la norma?”, domanda il presidente del cno. “le istituzioni e la politica si facciano virtuoso tramite di legittimi, vasti interessi di un settore strategico nazionale, schiacciato dalla concorrenza di produzioni standard che deprimono il mercato impedendo il conseguimento di un equo compenso”, chiede sicolo nel garantire che il consorzio e’ a “disposizione per ogni forma di collaborazione nella direzione indicata”. (cl.co)

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.