Terra Nuda

Corso post laurea del Coi in olivicoltura e cambiamenti climatici, c'è ancora tempo

Il Consiglio oleicolo internazionale ha prorogato al 3 settembre 2021 il termine per la presentazione delle candidature. Tra i vari obiettivi dell'iniziativa, l'acquisizione delle indicazioni di modelli e strumenti utili a comprendere meglio l'impatto del cambiamento climatico per prevederne le conseguenze e mitigarne il cambiamento climatico e adattarsi ad esso

Olio Officina

Corso post laurea del Coi in olivicoltura e cambiamenti climatici, c'è ancora tempo

Il corso post laurea in olivicoltura e cambiamenti climatici si terrà dal 27 settembre all'1 ottobre 2021, in video conferenza, e solo in lingua inglese, francese e spagnolo, mentre è stata esclusa la lingia italiana, ritenuta poco importante.

I due nominativi richiesti per ciascun Paese sono stati già indicati da chi di competenza entro i termini previsti, e tuttavia, qualora si rendessero disponibili ulteriori posti, altre candidature potranno essere inoltrate al Segretariato del Coi, da integrare a quelle già inviate.

Di conseguenza, chi è interessato può inviare la propria candidatura scrivendo all'indirizzo e-mail PIUE.Segreteria@politicheagricole.it e p.c. Andrea Gaddini a.gaddini@politicheagricole.it, unitamente al curriculum vitae e a eventuali documenti aggiuntivi utili alle valutazioni di competenza, redatti in una delle tre lingue del corso.

Cliccando QUI si può leggere e scaricare il programma del corso

Gli obiettivi del corso sono finalizzati a sensibilizzare i candidati sulle nuove sfide imposte all'olivicoltura dai cambiamenti climatici e sulla selezione di varietà appropriate, e darà indicazioni sui modelli e sugli strumenti più recenti per meglio comprendere l'impatto del cambiamento climatico e prevederne le conseguenze. Infine, fornirà un quadro generale integrato delle strategie per mitigare il cambiamento climatico e adattarsi ad esso.

Il corso è rivolto a funzionari e ai dirigenti pubblici e privati, agronomi, consulenti tecnici ed esperti di istituzioni di ricerca e sviluppo coinvolti nella gestione degli effetti ambientali dei cambiamenti climatici sull'olivicoltura.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter