Terra Nuda

Donne dell’Olio Istriano, Udruga Maslinarki Istre

E’ nata a Parenzo l’associazione che riunisce le donne impegnate nella coltivazione dell’olivo e nell’estrazione dell’olio dalle olive, ma all’interno del gruppo vi è spazio anche per chef e ristoratrici, come pure per le semplici appassionate. Ne è presidente Lory Musizza

L. C.

Donne dell’Olio Istriano, Udruga Maslinarki Istre

L’associazione ha nome Donne dell’Olio Istriano – Udruga Maslinarki Istre. La creatività del logo con cui si contraddistinguono è di Valerio Marini.

E’ stata una gran festa venerdi scorso a Parenzo: si sono riunite il 6 dicembre scorso. Protagoniste, le donne. Le donne dell’olivo e dell’olio, quelle che credono che il proprio apporto sia indispensabile. L’elemento femminile rappresenta un fondamento. Non può esserci un olio che non sia pensato e vissuto in prima persona da una donna. E’ l’olio stesso che esprime l’elemento della femminilità. L’olio è donna. E così l’idea di strutturare una organizzazione che riunisse le appassionate del succo di oliva era nell’aria da tempo. Succo di oliva, proprio così, perché si tratta di una spremuta.

“L’idea di organizzarsi, e fondare pertanto un’associazione, si è resa necessaria perché ci serviva avere una sede operativa e una struttura organizzativa ben definita. Le iniziative che abbiamo finora organizzato – sostiene Lory Musizza, presidente della neonata associazione – sono state molto efficaci, ora siamo pronte per realizzarne di nuove e di più capillari. Ricorreremo anche a collaborazioni esterne, con altre associazioni analoghe di altri Paesi produttori”.

In Istria c’è grande fermento. Gli extra vergini che si ricavano sono di eccelsa qualità. Le donne implicate nei lavori sono sempre più decisive. Non è solo una professione per uomini. “Soprattutto a livello organizzativo siamo molto brave, ma non solo. Presto – sostiene Lory Musizza – ci faremo notare anche al di fuori della Croazia. L’intento, per ora, è stato quello di riunire coloro che credono fortemente nei tre elementi cardine della mediterraneità – l’olivo, le olive e l’olio. Presto metteremo in evidenza il ruolo centrale esercitato dalle donne d’Istria. Non mancheranno sorprese”.

Noi di Olio Officina Magazine salutiamo con gioia la neonata associazione. Ospiteremo le donne dell’olio istriane a Olio Officina Food Festival, ma anche sulle pagine della rivista. L’olio – e lo abbiamo sempre sostenuto con grande convinzione – è donna.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter