Terra Nuda

L’Uliveta di Mariella

Si trova a Piombino, in località Riotorto, in una zona collinare in provincia di Livorno. L’olio ricavato non è in vendita, nonostante sia confezionato in maniera impeccabile. E’ il dono dell’imprenditore Vittorio Moretti, patron della celebrata cantina Bellavista, alla moglie. Un atto d’amore che vale più di ogni altro dono prezioso

L. C.

L’Uliveta di Mariella

L’Uliveta - così come la si chiama in Toscana - è a 90 metri sul livello del mare. A vederla dall’alto cattura lo sguardo di chiunque. Una campagna coltivata a olivi è come un quadro: va contemplato, prima ancora di essere usufruito per ciò che dall’olivo si ricava: olive per ottenere l’olio.

Presentiamo questa bella iniziativa privata perché è commovente sapere che si può far dono di un uliveto per sancire la conferma e la certezza di un amore. Nell’anniversario di matrimonio tra l’imprenditore Vittorio Moretti e la compagna di una vita Mariella, quest’ultima ha ben avvertito il proprio coniuge che non intendeva assolutamente accettare regali che non siano in sintonia con la passione per la natura e l’amore per la campagna. Niente regali superflui seppure preziosi, ma qualcosa che di veramente prezioso lo ha intimamente: un’oliveta, perché no? E così è stato.

C’è perfino una scheda di prodotto, nonostante l’olio de L’Uliveta di Mariella non sia in vendita. I Moretti sono una famiglia che ha creduto fortemente nella ruralità, sostenendo l’attività di produzioni di vini e oli di gran pregio, dalla celebrata Cantina Bellavista alla Contadi Castaldi, in Franciacorta, alle aziende toscane Petra e La Badiola, rispettivamente nella Maremma livornese la prima, nella Maremma grossetana la seconda.

L’Uliveta di Mariella è a Piombino, in località Riotorto, in una zona collinare dall’elevata pendenza (30%) e con la presenza di roccia affiorante. Uno spettacolo di paesaggio in “un ambiente naturale di massima integrità”, così come si legge nella scheda prodotto.

Ecco come viene presentato l’oliveto: “Il terreno è roccioso, calcareo e con tessitura franco argillosa. L’uliveta ospita circa 500 piante tra le quali spicca la presenza di magnifici ulivi secolari di Leccino, accompagnati da alcuni esemplari di Frantoio e Moraiolo di età compresa tra i 20 e gli 80 anni. (…) L’olio presenta un profilo sensoriale di grande finezza, contraddistinto da un carattere deciso e al contempo molto amabile. Una personalità – si legge nella nota – che rispecchia il carattere della sua proprietaria, la signora Mariella”.

L’uliveta è dunque un dono del marito Vittorio alla donna che ha sposato. E’ un pensiero legato alla passione di Mariella “per tutti i prodotti più naturalmente vicini al lavoro della terra”, è l’espressione “più diretta e genuina dell’olio attraverso una grande attenzione ai minimi dettagli, se pur concentrati in una piccola porzione di terra”.

La produzione è di poco più di un migliaio di bottiglie. Ed ecco come viene raccontata l’olivagione 2013.

Caratteristiche organolettiche:

tipologia olfattiva: fruttato medio
olfatto: sentori di erba fresca, origano, mandorla
gusto: dolce con finale leggermente piccante, pulito
colore: verde con riflessi dorati

Caratteristiche chimico-fisiche

acidità (acidi grassi liberi): 0,20
numero di perossidi: 9,2
acido oleico: 78.57%
acido linoleico: 5.02%
polifenoli totali: 162 mg/Kg

Iscriviti alle
newsletter