Terra Nuda

Olio Igp Sicilia, a breve la registrazione provvisoria

Svolta la pubblica audizione per il riconoscimento della Igp Sicilia dell’olio extra vergine di oliva. Il Ministero registra una ampia condivisione del disciplinare di produzione

Olio Officina

Olio Igp Sicilia, a breve la registrazione provvisoria

Nota stampa del Comitato promotore olio Igp Sicilia. Si è svolta ieri a Palermo la pubblica audizione di tutta la filiera olivicola siciliana voluta dal Ministero delle politiche agricole. Questo è stato l’ultimo passaggio previsto dall’iter di riconoscimento della Indicazione Geografica Tipica “Sicilia” dell’olio extravergine, prima della pubblicazione in gazzetta ufficiale. Durante i lavori, svolti alla presenza del presidente del comitato promotore, Maurizio Lunetta e dell’assessore alle risorse agricole Ezechia Reale, i funzionari del Ministero hanno registrato una ampia condivisione dei contenuti del disciplinare di produzione,

“La Igp farà uscire olio extra vergine siciliano dall’anonimato dice Maurizio Lunetta - presidente del Comitato promotore della Igp Sicilia.” La Igp regionale – continua Lunetta - potrà imprimere una svolta decisiva all’intera filiera produttiva, restituendo quel valore ai produttori e all’intera filiera che oggi molto spesso non rimane in Sicilia.

L’olivicoltura siciliana è caratterizzata da una notevole diversificazione varietale di specie autoctone localizzate all’interno di estese aree vocate e in grado di fornire elevate qualità e quantità di prodotti in tutte le categorie di fruttato. La ricchezza dell’olivicoltura isolana è attestata, infatti, dalle numerose varietà presenti, sia nella Sicilia occidentale (Cerasuola, Nocellara del Belice, Biancolilla, ecc.) che orientale (Moresca, Tonda Iblea, Nocellara Etnea, ecc.) e dagli importanti riconoscimenti ottenuti dagli oli siciliani nei principali concorsi effettuati a livello nazionale ed internazionale.

La Sicilia è la terza regione d’Italia per produzione dopo Puglia e Calabria, con circa 18 milioni di piante
circa 140 mila ettari. La produzione di olive media è di circa 3 milioni di quintali, la produzione è di 50 mila tonnellate di olio annue; il fatturato alla produzione in aumento di circa 200 milioni di euro e 500 milioni al consumo. Sono circa 16 mila ettari gli oliveti biologici. Si tratta di un comparto presente in tutte le province siciliane.

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter