Terra Nuda

nota stampa

Partono i ristori per i frantoiani salentini: circa 2 milioni e 800 mila euro per 161 aziende

La cifra corrisponde al 65% di anticipo. Con il piano di "rigenerazione olivicola" ora la Puglia può prendere fiato. Indennizzare gli operatori per i danni subiti e favorire il ripristino delle attività produttive. Sono gli obiettivi della misura a regia nazionale del valore complessivo di 35 milioni

Olio Officina

Partono i ristori per i frantoiani salentini: circa 2 milioni e 800 mila euro per 161 aziende

La somma, del valore complessivo di 35 milioni di euro, è destinata ai frantoi salentini, e rientrano nel Piano di rigenerazione olivicola della Puglia.

Il primo passo - si legge in una nota diffusa dal Ministero delle Politiche agricole - è dare il via ai decreti di pagamento per circa 2 milioni e 800 mila euro destinati a 161 imprese frantoiane.

"Subito dopo averla avviata, nel maggio scorso, con la pubblicazione sul sito di Agea delle istruzioni operative - ha commentato il ministro Bellanova - avevo sollecitato agli Uffici enorme celerità nelle procedure e nei riscontri necessari con una sola parola d'ordine: risposte celeri agli olivicoltori e alle aziende colpite dal diffondersi della xylella. Stiamo mantenendo la parola: sul versante delle misure a regia nazionale come questa, sia sul trasferimento delle somme alla Regione destinate agli indennizzi".

Sulla base delle istruzioni operative, in queste settimane le domande di aiuto presentate ad Agea sono state 168 domande di aiuto, di cui 161 risultate ammissibili.

segue dopo la pubblicità

Le somme, in corso di liquidazione, equivalgono al 65 per cento dell'importo totale, pari a 4.179.849.

Da parte di Agea sono inoltre in corso di istruttoria le 68 schede di ricognizione preventiva presentate entro il 20 luglio 2020.

Sulla base dei risultati istruttori, l'Agenzia procederà alla pubblicazione dell'elenco degli ulteriori frantoi che hanno titolo a richiedere l'aiuto entro il 28 agosto 2020. 

Per chi non ha ancora provveduto alla presentazione della domanda di aiuto, Agea con le istruzioni operative n. 70 del 28 luglio 2020 ha prorogato i termini di presentazione fino al 30 settembre 2020.

La foto di apertura è di Giorgio Sorcinelli ©

Iscriviti alle
newsletter