Terra Nuda

nota stampa

Tracciare l’olio per offrire maggiore trasparenza al consumatore. Coricelli aderisce al progetto IBM Food Trust

Attraverso un QR Code si accede a una nutrita serie di informazioni, tra i quali i risultati di analisi e test, interni ed esterni.La storica azienda olearia spoletina, fondata nel 1939, punta sulla tecnologia blockchain pergarantire prodotto e consumatore. Si parte dall’olio extra vergine di oliva “Classico” nel formato da un litro

Olio Officina

Tracciare l’olio per offrire maggiore trasparenza al consumatore. Coricelli aderisce al progetto IBM Food Trust

La tecnologia, si sa, è sempre fondamentale e determinante. Sia dunque la benvenuta ogniqualvolta si dimostra utile e preziosa. Una nota stampa della Pietro Coricelli Spa - che riportiamo integralmente - ci spiega in cosa consista il progetto IBM Food Trust.

CORICELLI ADOTTA IBM FOOD TRUST PER LA TRACCIABILITÀ DEL PROPRIO OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

Pietro Coricelli, azienda olearia umbra tra le più grandi in Europa e brand tra i più distribuiti a livello globale, aderisce al progetto IBM Food Trust per tracciare il proprio olio extra vergine di oliva (EVO) grazie alla tecnologia blockchain.

In un settore come quello dell’olio extra vergine di oliva dove è necessario divulgare la conoscenza su questa preziosa materia prima, Coricelli è la prima industria olearia italiana a puntare sulla blockchainper offrire ai consumatori la massima trasparenza e sicurezza sulla propria filiera e, al tempo stesso, aiutarli verso acquisti più consapevoli.

L’olio extra vergine di oliva “Classico” Pietro Coricelli (nel formato da 1 L) sarà il primo prodotto dell’azienda a essere tracciato. Tramite un QR Code apposto sulla bottiglia, i consumatori potranno accedere a numerosi contenuti digitali ed immutabili relativi al prodotto, come ad esempio i risultati di analisi e test, interni ed esterni, condotti per certificare il suo contenuto.

Coricelli sta lavorando conSAS Informatica di Perugia, business partner di IBM, per tracciare i propri prodotti con IBM Food Trust, soluzione basata sullapiattaforma IBM Blockchain Transparent Supply.

L’obiettivo del progetto è offrire completa trasparenza e aumentare la fiducia nel consumatore che può scegliere un olio evo dalla qualità tracciata.

“I consumatori oggi prestano maggiore attenzione verso la qualità e l’origine dell’olio Evo e il nostro impegno va proprio nella direzione di offrire sicurezza e qualità ai nostri clienti”,ha dichiaratoChiara Coricelli, Amministratore Delegato di Pietro Coricelli.

“Nel 2020 abbiamo annunciato la prima linea dei tracciati di filiera. Ma non ci siamo fermati a questo e aggiungiamo un nuovo importante tassello con la blockchain di IBM Food Trust per documentare la qualità dei nostri prodotti”, ha precisato Chiara Coricelli. “Partiamo con il prodotto più venduto e distribuito, il nostro olio extra vergine di oliva classico, proprio per fare in modo che tutti i nostri consumatori possano accedere alla referenza certificata. Continueremo ad innovare mantenendo ben saldi i valori che contraddistinguono il marchio Coricelli da oltre 80 anni”.

“Oggi più che mai la tracciabilità del cibo risponde alla necessità di assicurare un consumo consapevole e sostenibile", afferma Stefano Rebattoni, Amministratore Delegato di IBM Italia. "A ciò si aggiunge l'esigenza, per noi non meno importante, di garantire la qualità del Made in Italy. Per questo lavoriamo al fianco dei produttori italiani con IBM Food Trust, basata su tecnologia blockchain, rafforzando la catena che collega i prodotti alimentaridal produttore al consumatore. La tecnologia, unita alla bontà dell'olio extra vergine e alle competenze di Coricelli dà una marcia in più ad un prodotto di qualità”.

 

Nella foto di apertura: Chiara Coricelli, AD di Pietro Coricelli SpA

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter