Terra Nuda

nota stampa

Uno studio scientifico per garantire oli e grassi vegetali sempre più sicuri e salutari

Prende il via a partire da giugno 2021 il progetto di “Studio della contaminazione da oli minerali nelle filiere di produzione di oli e grassi vegetali”. Ha una durata di tre anni e terminerà pertanto nel 2023. La ricerca viene svolta da Innovhub - Stazioni Sperimentali per l’Industria, in collaborazione con Assitol e alcune aziende associate dell’Associazione Italiana dell'Industria Olearia 

Olio Officina

Uno studio scientifico per garantire oli e grassi vegetali sempre più sicuri e salutari

La ricerca viene svolta da Innovhub - Stazioni Sperimentali per l’Industria, azienda interamente partecipata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e partner di Enterprise Europe Network, in collaborazione con Assitol, l’Associazione Italiana dell'Industria Olearia e con alcune aziende associate, quali partner della ricerca.

La ricerca si inserisce nell’ambito della (Raccomandazione UE 84/2017): dati i potenziali effetti negativi sulla salute umana, dal 2017 l’Unione Europea ha invitato gli Stati membri a svolgere un’attività di monitoraggio e raccolta dati su diversi prodotti alimentari, tra i quali gli oli vegetali.

Il progetto di Innovhub SSI ha l’obiettivo di realizzare un monitoraggio completo e accurato delle contaminazioni da oli minerali lungo le varie fasi delle filiere di produzione degli oli di girasole, mais e vinacciolo a partire dal ricevimento dei semi oleosi fino all’ottenimento di oli greggi e oli raffinati, individuando in quali punti della catena produttiva avvengono prevalentemente le contaminazioni da oli minerali e, su questa base, apportare eventuali miglioramenti nel processo produttivo e ridurre le contaminazioni all’origine.

Tecnica e metodologia della ricerca

Si prevede l’utilizzo di strumentazioni combinate on line HPLC-GC e GCxGC-MS-FID, che consentiranno una quantificazione delle classi di contaminanti, l’identificazione della presenza di interferenti e, ove possibile, lo studio qualitativo delle frazioni MOSH e MOAH per risalire alle possibili fonti di contaminazione. 

Infine, alla strumentazione saranno abbinate tecniche di pre-purificazione dei campioni in parte automatizzate, che comprendono l’epossidazione, il passaggio su colonna di ossido di allumina e la saponificazione, per l’eliminazione delle sostanze interferenti e per aumentare la sensibilità del metodo

L'Innovhub Stazioni Sperimentali per l’Industria è un centro nazionale di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico che opera in diversi ambiti industriali, dall’energia al settore alimentare, e più in generale al manifatturiero avanzato dei distretti italiani, passando per le biotecnologie, le nanotecnologie e la bioeconomia.

Innovhub fa parte di Enterprise Europe Network, rete che nasce nel 2008 per volontà della Commissione Europea, per il supporto all’internazionalizzazione e all’innovazione di aziende e centri di ricerca e che si avvale di 700 partner distribuiti in oltre 60 paesi in tutto il mondo.

La foto di apertura è di Olio Officina

TAG: Innovhub

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter