Terra Nuda

Tre generazioni della famiglia Manca manifestano l'orgoglio di essere produttori d'olio d'alta qualità

L’olio San Giuliano, il noto marchio sardo di Alghero, si aggiudica quattro ori all’International Olive Oil Competition di New York. Nel corso di quest'anno ha inoltre ricevuto molti altri prestigiosi riconoscimenti, a Los Angeles e a Zurigo, come pure in Italia. Il tutto a partire dai 167.495 ulivi di proprietà

Olio Officina

Tre generazioni della famiglia Manca manifestano l'orgoglio di essere produttori d'olio d'alta qualità

La notizia non è di poco conto. Tutti sanno bene che lavorare con l'obiettivo della massima qualità è sempre un traguardo da perseguire, perché non ci si può sedere mai sugli allori, tanto meno con un prodotto che ogni anno si presenta nuovo. E così, la notizia che ci è giunta tramite l'ufficio stampa dell'azienda algherese la rilanciamo in quanto riteniamo che riconoscere la conferma anche attraverso i vari premi sia molto importante. L’olio San Giuliano - si legge in questa nota - svetta nel club mondiale dell’olio da olive. Al prestigioso concorso International Olive Oil Competition di New York, l’azienda sarda della famiglia Manca, che vanta un secolo di storia, esprime tutta la propria soddisfazione per aver conquistato ben quattro medaglie d’oro, ovvero il massimo riconoscimento che la giura - che ha valutato oltre 900 concorrenti provenienti da tutto il mondo -  ha aggiudicato la medaglia d'oro agli extra vergini Primèr, FruttatoBiologico e l’Originale. Quattro oli italiani sul gradino più alto del podio che hanno contributo a valorizzare l’offerta nazionale.

Le quattro medaglie confermano lo sviluppo della qualità di un prodotto con una storia secolare che riesce a farsi apprezzare nel mercato contemporaneo e nel contesto mondiale. “Ci aspettavamo dei buoni risultati, ma questo riconoscimento supera ogni nostra aspettativa", ha commentato Pasquale Manca, amministratore delegato dell’azienda di famiglia. "Partecipiamo al concorso da diversi anni, nell’edizione precedente abbiamo conquistato due ori e due argenti e questo ulteriore attestato di qualità conferma che la giura ha premiato la nostra costanza nello sviluppo della qualità del prodotto”.

L’azienda - si legge nella nota - sta consolidando la propria appartenenza al club esclusivo dei primi cento produttori mondiali di olio d’oliva, frutto di un’attenzione costante alla qualità confermata da circa 300 riconoscimenti nazionali ed internazionali: “Il nostro olio, declinato in più referenze, è presente da qualche anno nelle due più importanti graduatorie mondiali, una spagnola ed una americana, che censiscono i primi cento produttori di olio evoo del mondo. Un ranking dove abbiamo il potenziale per scalare ulteriori posizioni – ha aggiunto Pasquale Manca – e i riconoscimenti di New York ci confortano in questo senso”.

Bene i premi e buona l’annata: “La qualità è stata ottima, sotto ogni punto di vista”. Non può mancare una riflessione sugli effetti del lockdown da parte dell’amministratore delegato del gruppo: “Sul versante del fatturato, ovviamente, anche noi stiamo risentendo degli effetti dell'emergenza sanitaria. Speriamo di recuperare nei prossimi mesi”.

Una campagna 2019/2020 ricca di premi

La campagna olearia 2019/2020 è andata molto bene per l’azienda San Giuliano anche per i tanti riconoscimenti internazionali assegnati. A iniziare dalla presenza nel ranking Evooleum ovvero la guida ai top 100 del mondo edita da Mercacei. Alle quattro medaglie d’oro di New York si aggiungono un argento e un bronzo al Los Angeles International Olive Oil Competition, mentre al concorso internazionale Zurich Olive Oil si contano una medaglia d’argento e due di bronzo. Prestigiosa anche la medaglia d’oro vinta per il Bosana al Monocultivar Olive Oil Competition e l’argento per il biologico al Biol PrizeGambero Rosso ha assegnato la valutazione massima, le foglie,  al Bosana e Slow Food Italia il riconoscimento di olio eccellente a Primèr e Bosana.  

San Giuliano

Tutti conoscono il marchio San Giuliano, ma per chi non conosce bene questa realtà che opera in Sardegna, sappia che si tratta di una azienda familiare con un secolo di storia alle spalle, e radici ben piantate in Sardegna, ma con prodotti che sono presenti in tutti i continenti. Il luogo in cui ha sede l'azienda è Alghero, dove con i suoi 167.495 ulivi - lo si mette qui ben in vista, per chi segue Olio Officina, per dare l'idea concreta di questa realtà aziendale dalle connotazioni fortemente agricole, e per comprendere che il lavoro sulla qualità parte in campo, dalla terra dove allignano gli olivi. La grande scommessa, sta tutta nel produrre in prima persona, e i Manca lo fanno ormai da un secolo.



Iscriviti alle
newsletter