Terra Nuda

Verdi curiosità

Conoscere la storia è fondamentale, anche per cucinare ortaggi antichi, insoliti e curiosi. Il libro di Morello Pecchioli - Le verdure dimenticate, edito da Gribaudo - apre una finestra su un mondo, quello vegetale, tutto da scoprire. Uno stile semplice, garbato e divertente, corredato dalle illustrazioni di Stefano Trainito e con una introduzione di Monica Sommacampagna

Ilaria Santomanco

Verdi curiosità

“Lapazio, chi era costui?” è la domanda che il novello don Abbondio potrebbe porsi leggendo l’ultima opera di Morello Pecchioli.
Partiamo dall’autore: Pecchioli è un giornalista appassionato di storia e di cucina. Si autodefinisce archeogastronomo ed è stato insignito nel 2016 del Premio Ischia per la narrazione enogastronomica (leggi QUI). 

Con queste premesse, diventa chiaro come possa essere scaturita l’idea di redigere questo simpatico libro, duecento pagine che riportano a galla storie quasi cadute nell’oblio.

I protagonisti sono loro: Buon Enrico, Patissone, Ramolaccio o Tetragonia, ossia ortaggi antichi, dalla storia secolare, quando non millenaria.
Hanno presenziato sulle tavole dei greci e dei romani, hanno sfamato bocche di ogni epoca, sono stati preziosi ingredienti nella farmacopea medioevale, hanno alleviato disturbi e portato benessere.

Per non perdere questo grande patrimonio vegetale, Morello Pecchioli passa in rassegna una quarantina di esemplari, dall’Aneto alla Barba di frate, dal Cerfoglio alla Melanzana bianca, dalla Pastinaca al Sedano rapa. Si tira un sospiro di sollievo: qualcuno non solo lo conosciamo, ma lo utilizziamo comunemente.
Di ognuno di questi esemplari si narrano la storia e le caratteristiche che lo rendono speciale, in quello stile semplice, garbato e divertente che rendono speciale anche il nostro autore.

Non mancano gustose ricette per testare subito le loro qualità, dalla Zucchina patissone farcita, bellissima già nell’aspetto di mini quiche, al semplice Carpaccio di Ramolaccio nero. Del Buon Enrico si fa una minestra o un tortino, con la Portulaca gnocchi o frittata. Da valido sommelier, Pecchioli propone per ogni piatto il giusto abbinamento col vino, aumentando la nostra acquolina.

Completano l’opera l’introduzione della scrittrice Monica Sommacampagna e le accattivanti illustrazioni di Stefano Trainito.

Morello Pecchioli, Le verdure dimenticate, Gribaudo, pagine 200, euro 14,90

Iscriviti alle
newsletter