se non leggi correttamente questo messaggio, consulta la versione on line

Mercoledì 19 Marzo 2014 - numero 25 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

 

Manca la consapevolezza

di Monica Sommacampagna

Evo versus olio di oliva e sansa

Chi vince il confronto secondo voi? La risposta sembra scontata. Eppure, da una indagine che abbiamo condotto nel giro di poche ore, raccogliendo le opinioni più immediate e spontanee, non mancano le sorprese

La fragile benedizione dell’olio

Un videoclip di “Coltura & Cultura” interamente dedicato all’olio da olive. Si tratta di una forma di comunicazione innovativa che presenta in maniera semplice e divertente, ma nello stesso tempo educativa, un alimento tutto ancora da esplorare

Là dove la televisione fallisce

Dobbiamo convincere il Ministero delle Politiche Agricole a fare una campagna positiva sull'olio da olive : e' buono e fa bene alla salute. Serve una campagna a breve e a lungo termine di educazione al gusto dei consumatori. Un commento alla trasmissione "Presa Diretta" di Mario Renna

Tutto gira intorno all’olio

Ecco come si fa cultura dell’olio e del buon cibo. Vittoria Gondi Citernesi, produttrice toscana di vini e oli di gran pregio con la Tenuta Bossi, è autrice di un volume, La natura in tavola, con il quale racconta il suo mondo domestico e la sua fattoria

Potatura sapiente

Si moltiplicano i corsi di potatura dell’olivo, ma è sempre bene scegliere tra i migliori e più qualificanti in circolazione. Soprattutto laddove esistono vecchi stereotipi da superare. Attraverso una galleria immagini, raccontiamo quanto è accaduto nel Salento con la Casa dell’Olivo

La versione di Tano

La cucina è fatta di incontri e confronti, di viaggi e parole. A Mosca lo chef Gaetano “Tano” Simonato incontra i colleghi di Spagna, Belgio, Francia, Danimarca, Argentina e altri Paesi, senza rinunciare alla centralità dell’olio extra vergine di oliva

Quando l’olio è Barbuto

Jean Paul Mifsud, maltese, giornalista televisivo, inviato speciale è olivicoltore in Sicilia. La sua azienda ha una faccia per emblema, la sua, con tanto di barba e cappello. A Olio Officina Food Festival 2014 ha vinto il primo premio nel concorso di packaging "Le Forme dell’olio"

Piovono “Gocce d’oro” sull’olio

Da notare che si tratta dell’unico concorso organizzato integralmente da una associazione di assaggiatori, tra le più importanti e prestigiose. Il risultato del quinto Premio nazionale “L’Oro d’Italia”, a cura di Olea, offre un bel quadro del comparto produttivo

Il prezzo non è un ostacolo

Quand’ero bambina l’olio da olive aveva un gusto rancido, non sempre gradevole. Oggi è diverso. In Istria si producono oli eccelsi, ma la Croazia ha un consumo pro capite di soli due litri l’anno. Ne parliamo con Doris Ceris Otočan, ristoratrice e chef

Urban agriculture survival kit

Un mese di menti e strumenti per idee da cogliere e cose da raccogliere. A Milano, dall’8 aprile al 10 maggio, una ragione in più per costruirsi un proprio kit agricolo di sopravvivenza in città

Un inno agli agrumi

Non solo olio. A Milano, all’ombra della Madonnina, una grande orangerie a opera del Fai. E’ stato un tripudio di marmellate, spremute di arance di Ribera, mieli, frutti, mostarde, liquori aromatici, scorzette candite e profumati tè e pasticcini

Una t-shirt per celebrare l’olivo

Rientra nel progetto “Abitare i Paduli” ed è realizzata a mano. A volerla i giovani di Lua, impegnati a produrre olio dagli oliveti abbandonati. Dietro vi è Angelo Milano, ideatore della linea d’abbigliamento “Roba di Sangue” e del Fame Festival di Grottaglie

Un food and shop in frantoio

L’idea di un ristorante-bruschetteria, “OlìOlà”, all’interno di un frantoio aziendale a Bisceglie, è un modo per comunicare un valore e un sapere. L’iniziativa della famiglia Di Molfetta raccontata da parole e immagini

L'itinerario dell'olio dalle olive

E’ il condimento distintivo e caratterizzante della cucina sana perchè conserva i sapori che la natura offre all'uomo che li sa cogliere trasformandoli senza turbarne l'equilibrio. Anni fa a Las Vegas una iniziativa con le carte da gioco ebbe un successo che ora riproponiamo

Artigianale, industriale

C’è la mania dell’evocare l’artigianalità, a ogni pie’ sospinto. Andiamo al di là dell’olio. Cosa ne pensa al riguardo l’anima propulsiva di uno dei pastifici più apprezzati e stimati al mondo? Ecco cosa ne pensa Benedetto Cavalieri

Papa Francesco, un anno dopo

"L'olio è il balsamo della bontà divina", sono parole pronunciate da Sua Santità Jorge Mario Bergoglio qualche anno prima di diventare pontefice. Nessuno lo conosceva, ora è entrato nel cuore di tutti. La parola "misericordia", attraverso il suo esempio, si rende più chiara e comprensibile

Potatura meccanica? Sì, grazie

Expertise. Non è soltanto un modo per abbattere tempi e costi. E’ anche un buon motivo per equilibrare le piante e portarle a produrre bene tutti gli anni. Oggi tra l’altro si parla di chiome ricche di vegetazione fruttificante. Per un taglio meccanico, meglio il monocaule anzichè una forma a vaso

Extra vergine, cacao aromatico e pistacchi

I pistacchi sono quelli di Bronte, per l’esattezza. Il resto degli ingredienti da’ vita ai biscotti “Deseo”, una linea creata da Francesco Pandolfini. In testa alla confezione, scorre un filo d’olio extra vergine di oliva

Il database varietale dell’olivo

Si chiama Certolio. E’ un mezzo pensato per la tutela del made in Italy, sostengono dal Cra-Oli, il Centro di ricerca per l’olivicoltura e l’industria olearia. Pochi semplici clic e si ricevono i dati dei profili molecolari di oltre 500 varietà di olivo provenienti dall’Italia e da diversi paesi del Mediterraneo

Il corso di olivicoltura a Bari

Il professor Scarascia Mugnozza, direttore del Dipartimento di Scienze agro-ambientali e territoriali, ci invia una nota riguardante l’insegnamento dell’Olivicoltura nei Corsi di Laurea dell’Università di Bari, rispondendo in merito a quanto denunciato dal presidente di Assoproli

Quotazioni di mercato per gli oli da olive del 18 marzo 2014

Si è fermata la caduta dei prezzi in Spagna. Mercato sostenuto in Italia

Il registro Sian in una giornata studio

Alla fine della giornata di studio si è giunti alla conclusione che i produttori olivicoli per evitare tutte queste incombenze burocratiche possono lasciare la loro produzione olearia presso il frantoio

Paolo De Castro su made in Italy: il sistema deve cambiare

Prospettive di crescita per l’agroalimentare italiano in ambito comunitario e UE ma l’Italia deve fare un salto di qualità a livello organizzativo, logistico e di marketing. È emerso nell’incontro tra Paolo De Castro e gli imprenditori organizzato a Verona da L’Informatore Agrario

 

A norma del Dlgs 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali, la Sua e-mail è stata inserita nel nostro database perchè espressamente da Lei richiesto o perchè reperita da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque, fermi restando i limiti e le modalità che le leggi, i regolamenti e la normativa comunitaria stabiliscono per la conoscibilità e pubblicità dei dati.
Questo messaggio include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica.
Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni la preghiamo di cliccare qui.