Festival

Anticipazione Speciale OOF 2020 - Arte da mangiare

Olio Officina

Collaborazione tra l'Associazione "Arte da mangiare Mangiare Arte", e Olio Officina confermata e anche quest'anno, Ornella Piluso e Monica Scardecchia, in rappresentanza del movimento hanno ideato una mostra di tappeti d'artista dal titolo “Olio dei Popoli: arte mette al tappeto” ispirati al tema del Festival. Per le loro realizzazioni, sono stati usati dagli artisti, materiali e tecniche in grado di far riflettere il pubblico sul valore del buon commercio, etico e responsabile, in cui l’olio deve giocare un ruolo fondamentale.

L’Associazione e Movimento Arte da mangiare mangiare Arte rinnova la partecipazione a Olio Officina Festival,con una mostra di tappeti d’artista che si ispirano al tema del Festival “L’Olio dei popoli”.

Fin dalle sue origini il tappeto è sempre stato legato, sia come termine che come oggetto, al mondo del nomadismo, del viaggio e dunque dei mercanti che lungo le antiche vie di comunicazione intessevano rapporti commerciali favorendo contemporaneamente gli scambi culturali fra i popoli. Il tappeto per l’antico viaggiatore ha rappresentato tutto: tovaglia su cui mangiare, culla, giaciglio, sacca portaoggetti, luogo per la preghiera, porta di una tenda.  Uno spazio qualificato, ma allo stesso tempo simbolico per separare 2 mondi: sacro e profano.

Questa è stata l’ottica che ha guidato gli artisti nella creazione delle opere d’arte.

Attraverso l’utilizzo di materiali e tecniche differenti sono stati realizzati dei tappeti d’arte che intendono riflettere sul valore del buon commercio, etico e responsabile, dove l’Olio deve giocare un ruolo fondamentale, nella prospettiva di uno scambio che è prima di tutto culturale.

Ancora una volta l’Arte affronta, in questo caso “mette al tappeto”, valori e istanze universali che influenzano la nostra vita quotidiana.

Fra gli artisti presenti:

Donatella Baruzzi, Raffaella Benetti, Maria Teresa Bolis, Ornella Bonomi, Elena Cella, Francesco Cucci, Fabio Fondacci, Patricia Fraser, Vito Giacummo, Elmar Giacummo, Mario Giavino, Li Ding, Anna Mainardi, Sandro Montirori, Edy Persichelli, Milena Quercioli, Daniela Rancati, Etta Rossi, Serena Rossi, Kia Ruffato, Eugenia Scaglioni, Giuseppe Schenone, Studio Pace10, Maria Cristina Tebaldi, topylabrys, Ada Eva Verbena, Rosanna Veronesi, Monika Wolf.

Come di consueto anche per l’9a edizione di Olio Officina Festival Arte da mangiare mangiare Arte ha coinvolto dei giovani studenti, fra questi si segnalano:

-  classe 3^ A indirizzo Arti Figurative del Liceo Artistico Ambrogio Alciati di Vercelli coordinati dai Proff. Angela Aceto, Diego Pasqualin, Tiziana Salé, Isabella Vitti. Fra gli studenti in mostra: Giorgia Avella, Sara Bazzano, Edoardo Bossetti Grossi, Chiara Bullano, Beatrice Cammarata, Martina Caneparo, Alice  Capizzi, Annita Michele Ceccarello, Anna Di Prospero, Matilde Ferraris, Leonardo Armando Gatti, Irene Ghisio, Maurizio Gorlero, Miriana La Manna, Marta Marafante, Leonardo Mele, Isabelle Pasino, Davide Pedroni, Giorgia Poletti, Biancamaria Protti.

- classe 3 A del Liceo Artistico Ambrogio Alciati di Vercelli e della classe 1 EL Liceo Artistico "Alessandro Volta" di Pavia prof. ssa Ada Eva Verbena.

Studenti in mostra: Camilla Ambrosetti, Emma Biggi, Melissa Bignami, Jonathan Brusaferri, Serena Chiloiro , Shanshan Deng, Karol Emanuello, Daniele Farao, Letizia Fiori Maria, Vittoria Gadda, Caterina Gallo, Sofia Giambino, Chiara Lamenza, Alice Lazzaro, Yuri Leoni, Andrea Mariani, Pietro Nunziata, Arianna Piacentini, Rebecca Sepielli, Giorgia Tavazzani, Irene Tronconi, Anna Ventura.

Mostra ideata da Ornella Piluso con la curatela di Monica Scardecchia.

Nella foto di apertura l'opera di Ornella Piluso

Commenta la notizia

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati.
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Iscriviti alle
newsletter