Festival

Il pane, ospite atteso a Olio Officina Festival 2022

L’undicesima edizione dedicherà al mondo della panificazione uno spazio speciale attraverso l’evento Pane in piazza Forum. Nel corso di quest’ultimo verranno raccontati i tanti aspetti che compongono il settore e quali sfide future lo aspettano: Paolo Zunino, Ad di Waico, White Art Italian Companies, interverrà presentando delle soluzioni tecnologiche volte a migliorare e innovare l’intero comparto

Olio Officina

Il pane, ospite atteso a Olio Officina Festival 2022

Pane in piazza Forum, nato per iniziativa di Cesare Marinoni e Luca Piantanida in collaborazione con il patron di Olio Officina Festival Luigi Caricato, è l’evento programmato dalle ore 9:15 alle ore 16:00 di sabato 19 marzo 2022. Si terrà a Milano presso la Sala Bramante del Palazzo delle Stelline, corso Magenta 61, per parlare del pane e dei suoi valori storici e solidali, oltre che nutrizionali.

Sarà una giornata di riflessione su materie prime e sostenibilità, sui nuovi strumenti tecnologici e commerciali del settore, ma anche un’occasione per condividere storie di artigiani, imprenditori e donne fornaie in Italia e nel mondo.

Tra quelli in programma, alcuni speech si focalizzeranno su tradizioni, ricette e nuove tendenze di design per i punti vendita, altri si concentreranno sul mestiere del fornaio in Medio Oriente e sul futuro del mondo della panificazione.

Paolo Zunino parteciperà con un intervento sull’innovazione tecnologica a supporto del panificatore, portando ad esempio le soluzioni proposte dai quattro brand che compongono il gruppo Waico.

“Partecipare all’evento di Pane in piazza è fare qualcosa di professionale per il mondo della panificazione, dedicando capacità e risorse a un progetto che migliora le opportunità e le condizioni di vita di tanta gente. Per noi l’esempio è la base della leadership e siamo onorati di far parte di Pane in piazza”, afferma Paolo Zunino, amministratore delegato di Waico.

Presenziando all’evento, Starmix, Vitella, Effedue e Flamic sostengono la causa “Il Pane della Solidarietà” del Mons. Angelo Pagano, Vescovo della Diocesi di Harar in Etiopia.

Al centro dell’iniziativa il progetto del panificio industriale St. Augustin delle città di Dire Drawa, che è stato sviluppato proprio grazie ai proventi di “Pane in piazza” e ha ridato speranza all’intera comunità e lavoro a una decina persone.

Tewodoros e Abiy, due giovani etiopi, sono stati formati nell’arte bianca in Lombardia e sono diventati il fulcro del panificio. Con i loro collaboratori sfornano 7.000 pani a settimana, che vengono venduti principalmente a lavoratori, donne e missionarie della carità e assicurano cibo a orfanotrofi e scuole di Dire Dawa, di ogni religione ed etnia. Obiettivo del progetto è donare pane alle istituzioni benefiche locali e aumentare le occasioni di impiego per i giovani del vicariato di Harar, che si compone di oltre 8 milioni di persone.

L’iniziativa del panificio in Etiopia è nata per opera dei Missionari Cappuccini di piazza Cimitero Maggiore 5 con la Famiglia Marinoni. Proprio di Cesare Marinoni, in collaborazione delle fornaie Milena Pizzocchero e Laura Gioachini, è anche la realizzazione del Globo di Pane, una sfera di quasi 2 metri di diametro modellata con centinaia di forme di pane, che verrà esposta al Palazzo delle Stelline di Milano dal 17 al 19 marzo.

Waico invita tutte le aziende del settore a prendere parte all’evento e a sostenere le iniziative benefiche di questa prima nuova edizione di Pane in piazza Forum.

In apertura, foto di Olio Officina©

Per commentare gli articoli è necessario essere registrati
Se sei un utente registrato puoi accedere al tuo account cliccando qui
oppure puoi creare un nuovo account cliccando qui

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.