tag: salute

Innovazione e sostenibilità alimentare, ovvero tecnologia, salute e nutrizione

In vista di Expo Dubai 2020, l’Italia si dichiara pronta a valorizzare e diffondere un modello di consumo sostenibile in grado di assicurare la sicurezza alimentare e promuovere stili di vita sani, condividendo buone pratiche alimentari e mettendo in risalto la distintività del sistema agroalimentare italiano. Scenari e prospettive nuovi, he implicano la necessità di affrontare con piena consapevolezza e determinazione le profonde trasformazioni in atto

Roberto De Petro


Il paradosso del progresso. Quando l'inquinamento mette in gioco il futuro dell’umanità

Negli ultimi duecento anni, con velocità esponenzialmente crescente abbiamo modificato in modo quasi  irreversibile il pianeta, inquinandone aria, acqua e suolo. Per non parlare dell’inquinamento elettromagnetico, di cui non si conoscono bene gli effetti dannosi. Si è poco consapevoli del fatto che attraverso i polmoni, la pelle e il cibo entrano nel corpo le sostanze più disparate. Notevole pure l’impatto dei farmaci immessi nell’ambiente attraverso urine e feci: antibiotici, ansiolitici, antidepressivi, antineoplastici e sostanze ormonali. Figurarsi poi gli effetti di oppioidi e cocaina

Renzo Ceccacci


nota stampa

La giovinezza mentale può essere garantita dall’olio extra vergine di oliva

Gli italiani, si sa, invecchiano e occorre pensare a come mantenere giovane il cervello e rallentare l’invecchiamento cognitivo. Giorgio D’Andrea, ricercatore dell’Istituto di Biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche, sta lavorando in questa direzione, considerando che quasi un quarto della popolazione in Italia è ormai al di sopra dei 65 anni.Il ricercatore coinvolto in questo studio è uno dei vincitori dei Grant 2021 assegnati da Fondazione Umberto Veronesi e il suo lavoro viene finanziato da Monini

Olio Officina


Il sistema Front-of-Pack-Labeling “Nutri-Score”? Inganna i consumatori e penalizza l’olio evo

L'Eac, l’associazione degli esportatori di Creta, scende in campo prendendo una posizione di ferma disapprovazione. L’algoritmo con cui si valuta solo una parte di ogni profilo nutrizionale di fatto non considera la qualità complessiva di ogni alimento o ingrediente. Un esempio eclatante di questo meccanismo fuorviante? L'olio extra vergine di oliva, un alimento naturale di alto valore salutistico, scientificamente provato, rientra nella categoria “C”, mentre alimenti trasformati e bevande analcoliche appaiono paradossalmente più salutari, rientrando in una categoria superiore (“B” o perfino “A”)

Emmanouil Karpadakis, Alkiviadis Kalabokis

nota stampa

Guardare all’olio extra vergine di oliva come a un alleato della salute

Assitol, l’Associazione Italiana dell’Industria olearia, in occasione della Giornata mondiale della Salute, che si celebra proprio oggi 7 aprileevoca i benefici di un alimento prezioso della dieta quotidiana che in abbinamento con il pane fresco artigianale ci permette di poter sostenere il suo valore quale “anti-age”, in virtù della sua composizione a base di polifenoli, potenti anti-ossidanti capaci di rallentare l’invecchiamento cellulare e, in generale, i processi ossidativi alla base di numerose patologie

Olio Officina


Olio d’oliva e salute. Le virtù dell’extra vergine

La Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, ha incontrato in collegamento web lo scorso 17 marzo il direttore di Olio Officina Luigi Caricato, per affrontare il tema dell’olio ricavato dalle olive in modo da prenderne la giusta confidenza. Tra le varie domande: come scegliere, dove e cosa acquistare

Olio Officina


Solo la conoscenza ci può salvare dalle paure

Basta ansie e basta con le accuse contro l’agricoltura che inquina. Oggi si vive più a lungo e la qualità dell’aria è anche nettamente migliorata. Per tranquillizzarci, la tossicologa Annette Lexa porta alla luce informazioni scientifiche validate nell’ambito delle materie che più generano timori, in particolare riguardo l’influenza della chimica sull’ambiente. Ricordate: superare i pregiudizi ci aiuta a vivere meglio. Un solo esempio: le sostanze di sintesi create dall’uomo le consideriamo veleno, ma non abbiamo alcuna remora nel prendere le medicine per curarci

Alberto Guidorzi


L’olio da olive può davvero bloccare il Covid?

La notizia è stata urlata ai quattro venti, spacciata per qualcosa di certo e di già definito, ma la scoperta di una sostanza naturale capace di bloccare il Covid per ora è solo un’aspirazione. Dicono che questa sostanza sarebbe già presente nel corpo umano. Dicono pure che alimenti come l’olio e la liquirizia agiscano con lo stesso meccanismo. Alt! Prudenza. Massima attenzione. Evitate di cadere nella trappola di chi cerca protagonismo e visibilità. Non rilanciate notizie affrettate e discutibili

Olio Officina

Iscriviti alle
newsletter