unaprol

Secondo Unaprol Consorzio olivicolo italiano le attese del settore olivicolo non si disperdono

In una nota ufficiale l’organizzazione che fa capo a Coldiretti esprime soddisfazione per le modifiche introdotte al Decreto “Disposizioni nazionali sui programmi operativi delle Op e Aop del settore dell’olio d’oliva e delle olive da tavola”. La scelta dell’anno di riferimento 2022, anziché il 2021, consentirà di attribuire risorse comunitarie maggiori a quelle regioni in grado di produrre alti livelli di fatturato

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter