Codice oleario

Limitare i danni da mosca olearia? Oggi è possibile

In occasione della Giornata Internazionale dell’Olivo un segnale di concretezza arriva dal Gruppo Salov, il quale, in collaborazione con il Cnr-Ibe, ha scoperto un sistema in grado di aiutare la difesa dell’olivo dagli assalti del dittero, semplificando e tutelando in tal modo il lavoro degli olivicoltori. Tutto ciò è frutto di una serie di studi avviati presso Villa Filippo Berio, proprietà di Salov, e finalizzati a un innovativo prototipo di trappola. Così, dopo aver catturato gli insetti, viene inviata l’immagine degli esemplari a un centro di controllo. L’obiettivo? La messa a punto di un sistema in grado di riconoscere automaticamente le catture e identificare l’insetto, in modo da avere la situazione dell’evoluzione della popolazione della mosca in tempo reale, fornendo agli agricoltori preziose indicazioni per ridurre i danni

Olio Officina

Tutto quello che serve sapere sulle olive da tavola a marchio Dop

Vi raccontiamo come è andata la seconda parte del ciclo di webinar del progetto Alive su caratterizzazione e valorizzazione delle olive da mensa e a duplice attitudine, organizzato dal Crea, il Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria. L’incontro di martedì 16 novembre è stato il penultimo di una lunga e interessante serie. Gli interventi hanno gravitato attorno al ruolo dei consorzi, ma ci si è soffermati anche su molti altri aspetti

Chiara Di Modugno


Le olive da tavola: il caso dell’oliva Taggiasca e l’oliva Peranzana dell’alta Daunia

L’appuntamento è per martedì 7 dicembre 2021, al centro dell’attenzione le due olive da mensa poste all’estremità nord e sud della penisola. Si tratta dell’incontro conclusivo del ciclo di undici webinar del Progetto Alive

Olio Officina


È tutto pronto per la terza edizione del Milan International Olive OIl Award

Il MIOOA è un concorso internazionale aperto a tutte le aziende olivicole, olearie e commerciali del mondo. Dopo le prime due edizioni con filo conduttore la qualità durevole, prosegue il contest che sarà ispirato ad altri parametri di riferimento, che saranno svelati solo a concorso concluso. Per poter partecipare è necessario inviare i campioni di olio extra vergine di oliva tassativamente entro il 31 marzo 2022

Olio Officina


Nuovi scenari e nuove avversità per l’olivo in Liguria

Come stanno reagendo le coltivazioni in un contesto climatico così diverso da quello degli anni scorsi? La revoca del dimetoato ha causato una crepa profonda. L’impiego dei nuovi prodotti per la cura delle piante è davvero efficace? Si hanno a disposizione: al massimo 15 principi attivi, tra fungicidi e insetticidi. Con queste scarsissime molecole si deve gestire la situazione anomala in cui versa oggi l’olivicoltura. L’analisi dettagliata dell’agronomo Pasquale Restuccia

Olio Officina

Introdotta in Spagna la nuova norma di qualità per gli oli da olive

La nuova direttiva implica l’obbligo di registrazione dei movimenti del prodotto e la presenza di un rapporto di analisi che garantisca la categoria dichiarata. Molti sono però i dubbi. Gli operatori del settore si confrontano con una realtà totalmente nuova, che inciderà sulle scelte produttive. Alla luce di questi fatti, il Ministero dell’agricoltura si è messo a disposizione per risolvere le incertezze, pubblicando un documento specifico

Olio Officina


Le olive da tavola Dop di Gaeta, l’Ascolana del Piceno e la Bella della Daunia

Nessuno perda l’appuntamento con la seconda parte del webinar dedicato alle olive da tavola Dop. Continua infatti il ciclo di incontri del Progetto Alive, ideato e organizzato dal Crea. Martedì 16 novembre tutti davanti al computer. Nel corso dell’evento verranno peraltro approfonditi i ruoli e gli obiettivi dei consorzi di tutela

Olio Officina


Cerchiamo frantoiane e frantoiani che amino il bello

Olio Officina lancia il contest "Il frantoio più bello", attraverso il quale individuare e premiare i frantoi che coltivano la bellezza. Si tratta di un concorso rivolto a quanti decidono di investire non solo in macchinari e attrezzature, puntando sulla qualità delle loro produzioni, ma anche in soluzioni architettoniche e d’arredo, che esprimano una qualità estetica e funzionale al fine di mettere in luce l’etica della bellezza, nel pieno rispetto di se stessi, dei lavoratori e dell’ambiente

Olio Officina


Chiunque può assaggiare, ma più del talento valgono perseveranza e metodo

Susana Romera, direttore tecnico della scuola di assaggio Esao, sostiene che la degustazione degli oli di oliva vergini sia una delle grandi sfide della società spagnola. Occorre partire dall’approccio diretto con l’olio per conoscerlo e imparare a utilizzarlo scegliendo ogni volta il migliore e il più adatto

Olio Officina

È un frantoio da visitare quello di Olio Roi

Viaggio a Badalucco, in Valle Argentina, da Franco e Paolo Boeri, quarta e quinta generazione di una storica famiglia di oleari che nel piccolo borgo della provincia di Imperia si sono sempre occupati di trasformare il frutto dell’olivo nel pregiato succo che porta il nome Roi, che non è il loro secondo cognome, ma il soprannome utilizzato per distinguersi da altre famiglie dal cognome Boeri

Olio Officina


Avete curiosità di sfogliare e leggere Il Grande Libro dell'Olio?

È un'opera pregevole, non perché siamo stati noi a pubblicarla, come edizioni Olio Officina, ma in quanto si tratta di un corposo volume ricco di tante immagini, con mappe sensoriali e geografiche, infografiche, schemi riassuntivi essenziali, e nel complesso poco testo, proprio perché si tratta del pirmo e unico libro visual dedicato agli oli da olive, con un'ampia sezione dedicata ai migliori oli del mondo slezionati dal Milan International Olive Oil Award

Olio Officina


Tecniche all'avanguardia per le olive da mensa

L'obiettivo di introdurre innovazioni di processo e di prodotto nel settore delle olive da tavola è un passaggio fondamentale necessario per poter ottenere impeccabili caratteristiche di qualità e tipicità. L'esempio delle olive Nocellara del Belice e Termite di Bitetto

Olio Officina


Le olive da tavola Nocellara del Belice e Termite di Bitetto

Proseguono gli appuntamenti con la formazione del Progetto Alive, con un ciclo di webinar dedicato a un comparto che in Italia ha grande necessità di migliorare le proprie performance. L'iniziativa del Crea ha l'obiettivo di introdurre innovazioni di processo e di prodotto in modo da ottenere impeccabili caratteristiche di qualità e tipicità dei prodotti territoriali

Olio Officina

Rivoluzione Taggiasca. Produrre e commercializzare l’oliva in salamoia con soluzioni innovative

Niente microrganismi indesiderati, responsabili di gravi alterazioni fisiche e sensoriali e dannosi per la salute del consumatore, nelle olive da tavola. Sono stati presentati i primi risultati delle sperimentazioni del progetto Csot, il cui obiettivo è determinare nuove tecniche nella deamarizzazione delle olive. I riscontri, dopo il primo anno di ricerca, si possono ritenere incoraggianti

Olio Officina


Entra in scena la nuova olivagione. Domanda ricorrente: come monitorare la qualità degli extra vergini?

Tutti pensano unicamente all’analisi dell’acidità, in prima battuta. Come se questo fosse l'unico parametro. Non è così. E non basta nemmeno conoscere il numero di perossidi, come pure i parametri spettrofotometrici nell’UV (per intenderci: K232, K268/270, DK) e gli alchil esteri. In realtà il mercato, soprattutto quello estero, è molto attento all'eventuale presenza di residui di fitofarmaci. Ecco allora la cosiddetta analisi multiresiduale degli oli

Chemiservice


Cosa si è detto in materia di conservazione e tracciabilità delle olive da tavola

Tutti gli alimenti devono puntare ad avere una buona shelf life e garantire una idoneità al consumo, che dipende da aspetti microbiologici, enzimatici e chimico-fisici. Il tempo di conservabilità è fondamentale, le innovazioni sono di conseguenza una strada obbligata. Si è svolto nella giornata di martedì 5 ottobre un utile webinar, uno dei tanti del ciclo del Progetto Alive organizzato dal Crea, dove si affrontano temi fondamentali in una chiave di lettura multidisciplinare

Olio Officina


Non c’è successo commerciale con le olive da tavola senza la necessaria preparazione

I corretti sistemi di packaging e conservazione sono importanti. Come pure la stessa tracciabilità. Le occasioni per approfondire non mancano. Il 5 ottobre l’appuntamento con il settimo evento del Crea, relativo al progetto Alive, con importanti aggiornamenti su come caratterizzare, valorizzare e tracciare le olive da tavola. Grande attenzione sarà posta inoltre sull’analisi sensoriale delle olive trasformate e sui concorsi attraverso i quali vengono premiati i migliori prodotti sul mercato

Olio Officina

A scuola di assaggio, con l'Onaoo

La formazione è importante e riguarda tutti, nessuno escluso. Ecco tutte le occasioni per prenderne parte. Segnaliamo le attività in programma nei prossimi giorni e quelle a breve termine, non solo a Imperia 

Olio Officina


Al via la nona edizione del concorso di design Le Forme dell’Olio

Un anno dopo l’altro ed è un successo continuo. Cresce la qualità delle proposte da parte delle aziende olearie. Passa l’idea che il design sia molto importante e strategico. Ma passa anche l’idea che il design non sia solo un vestito, ma un modo di essere e un tentativo di assegnare valore, economico e culturale, all’olio extra vergine di oliva. Cosa occorre fare per partecipare e a chi è rivolto il contest. Tutte le indicazioni utili

Olio Officina


A che punto sono le innovazioni tecnologiche nella filiera dell’oliva da olio e da mensa?

Le risposte in un webinar del Progetto Innolitec, martedì 28 settembre. Si affronteranno molti temi, tra i quali gli aspetti tecnologici relativi alla selezione qualitativa in post-raccolta delle olive, la valorizzazione di paste di olive surgelate e la produzione di paté di oliva, nonché i paté come fonte di composti bioattivi, e la valorizzazione dei prodotti secondari dell’industria olearia, in particolare riguardo alle acque di vegetazione mediante fermentazioni selettive

Olio Officina


Cresce l'attenzione sulle olive da tavola. Tutti i dettagli sui metodi di trasformazione

Rispetto alle olive da olio, il valore aggiunto delle olive da tavola è quadruplo. Buon segno, perché è un incentivo per le aziende produttrici a gestire al meglio poduzione e commercio. Molto interessante il Progetto Alive messo in atto dal Crea con il ciclo di webinar dedicati al settore. Vi raccontiamo come è andato il sesto appuntamento, di cui potete anche prendere visione direttamente guardando il video integrale

Chiara Di Modugno

Iscriviti alle
newsletter

Quel che c’è da sapere sull’olio extra vergine di oliva scritto in modo chiaro e rigoroso

L’olio spiegato alle mie figlie è un libro dell’oleologo Lorenzo Cerretani che racchiude in cinque capitoli più un’appendice tutte le informazioni, in buona parte note solo agli “addetti ai lavori”, espresse in un linguaggio fruibile anche da parte di un pubblico giovanissimo, pensato allo scopo di far meglio comprendere il valore di un grande e gustoso alimento che fa parte di una dieta quotidiana e salutare

Giovanni Lercker


Igp «Olio di Roma», le prime contestazioni

“A chi fa comodo?”, si chiede il noto produttore laziale Francesco Rosati. E si dà una risposta. “È una strategia per aggirare il Consorzio Dop Sabina”, precisa. E al riguardo esprime anche meraviglia per l’accondiscendenza con cui lo stesso consorzio non si sia opposto: “chi sarà in grado di stabilire che l’80% delle olive siano prodotte nel Lazio?”

Olio Officina


L'Igp «Olio di Roma» ha il suo disciplinare di produzione

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e leggendolo si scopre che questo nuovo extra vergine con attestazione di origine Igp si caratterizza all'olfatto per un netta nota fruttata di oliva di intensità variabile (leggera, media, intensa) e dalle evidenti note di pomodoro, carciofo, mandorla, oltre che per le connotazioni erbacee. Al palato le note amare e piccanti anch'esse di intensità variabile

Olio Officina


Quali sono le regole per indicare le varietà di olive in etichetta

Un recentissimo documento riporta nel dettaglio le indicazioni ufficiali per la corretta procedura necessaria al tracciamento delle cultivar da riportare nel Registro telematico degli oli. Tali informazioni sono rivolte  agli operatori che volessero rivendicare al pubblico i loro oli monovarietali. È possibile scaricare l'intero manuale

Olio Officina

Quali sono i migliori oli extra vergini di oliva del mondo in commercio?

Non è facile stabilirlo, anche perché ogni realtà produttiva ha una propria specifica identità e l’insieme dei tanti profili sensoriali che si evidenziano all’atto dell’estrazione dell’olio dalle olive va ogni volta scoperto, sperimentato e apprezzato. Eppure con il Milan International Olive Oil Award qualcosa si sta delineando, a partire da una nuova Guida

Luigi Caricato


La difesa fitosanitaria nell’olivicoltura da mensa

Per ottenere delle ottime olive da tavola occorre che tutte le tecniche colturali siano vicine alla perfezione, perché i frutti devono essere impeccabili. Tra le diverse operazioni, la più complessa e fondamentale è la difesa degli alberi da eventi patogeni. Nel ciclo di webinar del Progetto Alive si guarda all'olivicoltura con la medesima visione, e attenzione, che si riserva alla frutticoltura. È possibile vedere - per quanti non avessero assistito alla diretta web, l'intero incontro, al quale ha partecipato un ricco parterre di relatori

Olio Officina


I premiati del Milan International Olive Oil Award 2021

I risultati finali in un elenco suddiviso per vincitori assoluti secondo ciascuna delle sei giurie di riferimento (assaggiatori Onaoo, sommelier Ais, buyer Gdo & Retail Decò Italia, chef e ristoratori canale Horeca, giornalisti, consumatori) con la lista degli oli extra vergini di oliva premiati con i bicchieri platino, oro, argento e bronzo, classificati in ragione delle differenti categorie di fruttato

Olio Officina


La difesa fitosanitaria dell’olivo, tutto quel che serve sapere

Proseguono i lavori delle giornate di studio organizzate dal Crea in collaborazione con l’Ordine degli Agronomi e dei Biologi. Il quinto appuntamento del Progetto Alive in modalità telematica è programmato per martedì 27 luglio. Si tratta di un’altra tappa che introduce il comparto olivicolo tutte le innovazioni di processo e di prodotto in modo da migliorare la produzione di olive da mensa e le relative tecnologie di trasformazione volte a migliorare le caratteristiche di qualità e tipicità dei prodotti sul territorio

Olio Officina