Martedì 10 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > giro web

Quelli che l'olio, oh yeah

Una vera pietra nello stagno è stato facebook, dove impazza ormai di tutto. L'avvento del social ha smosso le acque. Tanti i post che si leggono qua e là. Dal gruppo "Olio & Bufale", riportiamo un testo un po' ironico, un po' canzonatorio, di Massimo Occhinegro sulla scia di "Quelli che" di Enzo Jannacci

OO M

Quelli che l'olio, oh yeah

A quelli che dicono che al mondo non esista altro Dio se non l’olio extra vergine di oliva, oh yeah
A quelli che ritengono che si l’extra vergine, ma solo di altissima qualità, oh yeah
A quelli che ribattono , extra vergini di altissima qualità si ma solo con alti polifenoli, oh yeah
A quelli che gli piace “solo l’olio in purezza” da mono cultivar, oh yeah
A quelli che gli piace solo l’olio artigianale perché fatto a mano da maestri aiutati dalla tecnologia, oh yeah
A quelli a cui piace solo l’olio extra vergine di prima mano perché se passa alla seconda perde l’extra verginità, oh yeah
A quelli che dicono blah alle marche dell’olio di oliva perché multinazionali, senza conoscerne il significato, oh yeah
A quelli che disdegnano i grandi marchi di olio ma che hanno la casa riempita di note marche per altri prodotti, oh yeah.
A quelli che non vedono la crisi e che non vedono gli stipendi bassi ma che devono far comprare per forza oli a 20 euro al litro , oh yeah
A quelli a cui l’olio di oliva e l’olio di sansa fanno ribrezzo però prediligono oli vegetali o oli di semi ad alto acido oleico pur di non prendere l’originale, oh yeah
A quelli a cui fa schifo la sansa ma si mangiano con piacere i wurstel o la mortadella, oh yeah
A quelli che preferiscono avvantaggiare gli oli di seme piuttosto che salvaguardare prodotti migliori ricavati dalle olive, oh yeah
A quelli che non riescono a reggere il dialogo per mancanza di argomenti e ti bannano cancellando anche i tuoi post per lasciare un monologo, oh yeah
A quelli che scrivono cretinate, falsità e non lo ammetteranno mai, oh yeah
A quelli che pensano che dall’olivicoltura sia possibile ottenere solo olio extra vergine di oliva, oh yeah
A quelli che fanno della trasparenza la loro bandiera ma che poi vendono toscano un olio pugliese peranzana, oh yeah
A quelli che pensavano che con l’indicazione dell’origine si risolvessero i problemi dell’olivicoltura, oh yeah
A quelli che pensano che con l’indicazione a caratteri cubitali dell’origine sull’etichetta frontale, si risolvano i problemi dell’olivicoltura, oh yeah
A quelli che “il settore è pieno di frodi” e lo declamano nella speranza di far crescere il proprio portafoglio, oh yeah
A quelli che “solo olio da olive italiane” , l’olio miscela lubrificante olio europeo fa schifo e poi promuovono l’olio europeo , oh yeah
A quelli che ce l’hanno con le industrie , definendole agromafie con passamontagna e poi stringono aleanze con l’agroindustria , propagandandola, senza vendere neanche una bottiglia, ma nessuno lo ricorda, oh yeah
A quelli che pur di avere i seguaci scrivono falsità , oh yeah
A quelli che chiamano “gente con il passamontagna” quelli dell’agroindustria e poi ne chiedono il voto per qualche incarico, oh yeah
A quelli che fino a ieri non sapevano neanche cosa fosse l’olio extra vergine di oliva e adesso ne sono i profeti, oh yeah
A quelli che criticano il lampante quando fino a ieri lo consumavano in abbondanza , oh yeah
A quelli che credono che il lampante sia solo quello ottenuto da olive raccolte da terra, oh yeah
A quelli che non sanno che tutti gli oli da olive hanno la medesima composizione chimica che li ha resi famosi nel mondo, oh yeah.
A quelli che vogliono imporre l’olio extra vergine di oliva anche al popolo del polo sud, oh yeah
A quelli che basta una lampada di wood per smascherare le frodi, oh yeah
A quelli che prima di recensire un olio extra vergibe di oliva, si bevono un cicchetto, per sentirsi più ispirati, oh yeah
A quelli che forse in onore del giornalista americano, riferiscono di una sensazione di Tabasco, oh yeah

Massimo Occhinegro

Testo tratto dal gruppo Olio & Bufale

OO M - 25-03-2014 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Enrico Bucci
L'INCURSIONE

ENRICO BUCCI

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Buoni Dentro

Buoni Dentro

Ovvero, il laboratorio che produce valore. Un progetto che insegna un mestiere ai ragazzi dell’Ipm Beccaria e una buona idea per un regalo utile, solidale e gustoso da mettere sulle nostre tavole natalizie > Ilaria Santomanco

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora