Economia

La PAC post 2020

La principale innovazione proposta consiste nel maggiore coinvolgimento degli stati membri. Tuttavia, mentre per gli investimenti in sviluppo rurale si può verificare se il finanziamento pubblico è efficace, per i “pagamenti diretti” l’obiettivo è molto ambiguo. Per poter raccogliere la sfida dello sviluppo sostenibile, gli agricoltori hanno tutto l’interesse a rifiutare la forma d’intervento “pagamenti diretti” e battersi per rafforzare il “sostegno agli investimenti” in ricerca, sviluppo e innovazione

Alfonso Pascale

Il sottocosto degli extra vergini esiste perché c’è troppa retorica

Non c’è rimedio, se non attraverso azioni mirate. A sostenerlo è un analista di mercato che conosce bene l'olio e le dinamiche dei consumi. Questa patologia del mercato viene analizzata solo con strumenti sbagliati, proprio mentre il settore sta morendo e il prodotto sullo scaffale viene svilito. Mancano i buyer nella Gdo. I vecchi buyer se ne sono andati. I nuovi sono pressati dalla ricerca dei margini sempre più scarsi. C’è poca attenzione al prodotto e soprattutto (molto spesso) i buyer non sono in grado di assumersi il rischio di gestire quel che nell’olio è un “must”, cioè un obbligo, vale a dire la coda lunga, l’assortimento profondo

Daniele Tirelli


L’olio extra vergine italiano in Brasile se lo possono permettere in pochi

Nonostante la cultura dell’olio sia migliorata, grazie ad alcune azioni promozionali e a supermercati che si avvalgono di esperti “azeitologi”, gli oli di altre origini con i loro prezzi più abbordabili riescono a dominare il mercato. Con un salario minimo di 1045 reais, ossia 170 euro al mese, non è facile. La cucina italiana piace, ma è complicato imbattersi in quella autentica e trovare i giusti ingredienti. Incidono tasse, dazi e alta quotazione dell’euro. Nostra intervista all'imprenditrice ed esperta di gastronomia italiana Rossella Speranza

Luigi Caricato


Perché i social non funzionano per il tuo business?

Per tante ragioni. Intanto perché le pagine aziendali vengono mal gestite. Dietro a uno strumento così determinante e incisivo, vi sono soggetti inadatti al ruolo. In molti per esempio si improvvisano. Pensano di essere all’altezza del compito solo perché si illudono che basti avere un po’ di dimestichezza. Non è così che funziona. Sono 5 gli errori che si commettono più frequentemente

Adele Bonaro


Le nuove frontiere dell’olio Evo

La distribuzione organizzata penalizza gli oli attraverso le offerte sottocosto? Creando un mercato alternativo, Gd e Gdo dovranno per forza di cose tenerne conto e rivedere le loro politiche commerciali. È giunto il tempo del cambiamento nella vendita dei prodotti, nel packaging e nel marketing. Si deve arrivare direttamente al consumatore finale, non solo vendendogli un ottimo extra vergine a un prezzo equo, ma offrendo soprattutto un servizio. Le riflessioni dell'imprenditore Mario Tirotto

Olio Officina

Volete sapere come vanno le importazioni di olio da oliva in Brasile?

I dati pubblicati dal Coi, incentrati su varie annualità, sono molto interessanti, utili soprattutto per capire come va il mercato nel paese sudamericano, terza nazione per importazioni di oli da olive a livello mondiale. Per quanto concerne l’origine, la quasi totalità proviene dall’Europa, con in testa il Portogallo (64,5%), seguito dalla Spagna (15,2%). L’Italia si piazza solo al quinto posto

Consiglio Oleicolo Internazionale


Il Green Deal Europeo si gioca tutto sul concetto di condizionalità

Per questo occorre discuterne fino in fondo e affrontare le nuove dinamiche.Invece, come è accaduto nel corso degli ultimi vent’anni, i dibattiti sui negoziati europei si sono sempre concentrati sulla quantità di spesa e mai sugli obiettivi strategici, sulle cose importanti da fare e sulle ambizioni di un paese che voglia davvero contare qualcosa nel mondo. L’opzione della sostenibilità, non va più considerata un costo, un vincolo o un peso da mitigare o schivare, ma una grande opportunità per competere meglio nel mercato globale

Alfonso Pascale


Lo stato del comparto oleario italiano aggiornato al 24 giugno

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono  24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Le tonnellate di oli da olive in giacenza sono 322.590,  con una riduzione del 1,6% rispetto al 17 giugno scorso (327.708 t). Le giacenze di olio continuano a essere molto alte, superiori di oltre un terzo rispetto all'1 luglio 2019 (+36,4%)

Olio Officina


L’olio deve guadagnare spazi alternativi per uscire dalla morsa della promozione

Il tema del sottocosto è drammatico, ma inevitabile. Esiste, non si può debellare. C’è un sistema difficile da scalfire, di cui tutti sono vittime, anche le stesse catene distributive, in forte concorrenza fra loro. Eppure, le vie d’uscita ci sono. Interessare gli uomini all’acquisto degli extra vergini, per esempio. Oppure trasformare le enoteche in oleoteche. La conoscenza del prodotto – ammette nella sua dettagliata analisi l’esperto di marketing Massimo Occhinegro – fa sempre la differenza

Olio Officina

L'esordio sulla scena internazionale di Women in Olive Oil

Il tutto è partito il 30 aprile 2020, su Facebook. A concepire questo gruppo social è stata Jill Myers, a Charlottesville, in Virginia. E ora è un fenomeno internazionale, diventando un movimento internazionale che coinvolge circa 900 donne di oltre 40 paesi. Sono quattro i punti fermi su cui fanno perno: comunità, coesione, lavoro di gruppo e stabilità sociale. Cosa sucederà ora?

Maria Carla Squeo


Luci ed ombre delle proposte per la transizione verde dell’agricoltura

Se si guarda alla letteratura scientifica sull’impatto ambientale, si constata che i sistemi biologici non sono più sostenibili degli altri sistemi agricoli, eppure la Commissione Europea non ne tiene conto. Non va bene nemmeno la sottovalutazione delle tecnologie genetiche. Sono contraddizioni, queste, che vanno considerate. Tra gli aspetti postivi, c’è l'idea di favorire l’accesso a Internet veloce a banda larga, in modo da rendere possibile la diffusione dell'agricoltura di precisione e l'uso dell'intelligenza artificiale

Alfonso Pascale


Lo stato del comparto oleario italiano al 17 giugno

Secondo i dati forniti dall'Icqrf, sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, gli operatori sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Dal report emerge che sono in tutto 327.708 le tonnellate di oli da olive in giacenza, con una riduzione del 2,0% rispetto al 10 giugno scorso (334.498 t). Le giacenze di olio continuano ad essere molto alte, superiori di oltre un terzo rispetto al 15 giugno 2019 (+34,2%)

Olio Officina


Stop al sottocosto degli extra vergini

Nella Gdo si consuma un bagno di sangue, a volte. Il più delle volte. Forse sempre. È un cul de sac da cui occorre al più presto uscirne, per salvare le aziende e soprattutto il prodotto. Il pensiero del direttore generale di Assitol Andrea Carrassi spiazza e fa riflettere. Le vie d’uscita ci sono, e non richiedono cruenti battaglie e contrapposizioni

Olio Officina

Individuati i migliori oli prodotti da olivicoltori dilettanti

Ecco, a beneficio di tutti, i nomi dei vincitori della nona edizione di “Olio di Famiglia”, il concorso ideato da Mimmo Lavacca, dell’associazione Terrasud. Ci sono extra vergini per il grande mercato ed extra vergini destinati per l’autoconsumo, per gli amici e parenti, o, eccezionalmente, per essere venduti in bottiglia

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano al 10 giugno

Riportiamo, come ormai di consueto, il Report dell'Icqrf, redatto sulla base dei dati presenti nei registri telematici dell’olio, d a cui emerge che gli operatori operativi sul territorio sono 24.217, con un totale 26.322 stabilimenti attivi. Risulano 334.498 le tonnellate di oli da olive in giacenza, con variazione non significativa (-0,2%) rispetto al 4 giugno scorso (335.298 t). Le giacenze di olio, purtroppo, continuano a essere molto elevate, superiori di oltre un terzo rispetto al 15 giugno 2019 (+37,0%)

Olio Officina


Lo stato del comparto oleario italiano al 4 giugno 2020

Nell'ultimo Report dell'Icqrf, redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, risultano  24.217 operatori attivi su un totale 26.322 stabilimenti e 335.298 tonnellate di olio da olive. Sono dati in leggero calo (-0,9%) rispetto allo scorso 28 maggio (338.437 t). Le giacenze di olio continuano ad essere molto alte, superiori di circa un terzo rispetto al 31 maggio 2019 (+32,8%)

Olio Officina


Il mercato degli oli da olive di settimana in settimana

Ininterrottamente, sin dal primo numero di Olio Officina Magazine, riportiamo con puntualità le quotazioni intercettate sui principali mercati d’Italia e su quelli del resto dei Paesi produttori operanti nell’area del Mediterraneo. Non è un mercato facile da gestire, laddove il prodotto subisce politiche commerciali aggressive e poco lineari

Olio Officina

Lo stato del comparto oleario italiano al 28 maggio 2020

Nell'ultimo Report dell'Icqrf, redatto sulla base dei dati contenuti nei registri telematici dell’olio, risultano 24.217 operatori, con un totale 26.322 stabilimenti attivi e 338.437 tonnellate di oliva da olive. Un dato in leggero calo (-1,3%) rispetto al 21 maggio scorso (343.028 t). Le giacenze di olio continuano ad essere molto alte, superiori di oltre un terzo rispetto al 31 maggio 2019 (+34,1%)

Olio Officina


La sfida del Green Deal Europeo

La politica agricola dei prossimi anni è destinata ormai a cambiare radicalmente. Si sta puntando a rendere l'Europa il primo continente a impatto climatico zero. Entro il 2050. La nuova strategia di crescita sostenibile è inclusiva e stimola l'economia, migliorando nel contempo la salute e la qualità della vita delle persone, prendendosi cura della natura e senza lasciare indietro nessuno

Alfonso Pascale


Si scaldano i motori per far volare l’olio attraverso l’e-commerce

Storie aziendali. Intervista a Savino Agresti, ad dell’azienda andriese Agrolio. “Siamo solo agli inizi della crescita”, ha detto. “Abbiamo un piano strategico mirato alla visibilità e vendita online, interagendo sui social e con i visitatori dei nostri siti, in modo da poter raccontare in maniera autentica la nostra storia e i nostri prodotti, garantendo una shopping experiencetelematica completa ed efficace”

Anna Barattoni


I cambiamenti sociali e demografici influenzano i consumi di olio

A livello mondiale sono quasi raddoppiati negli ultimi trent’anni, soprattutto nei Paesi non aderenti al Coi.  Adesso rappresentano il 29% del consumo totale, rispetto al 14% di qualche decennio fa.Nostra intervista al direttore esecutivo del Consiglio oleicolo internazionale Abdellatif Ghedira, che dichiara “È inconcepibile che l’olio d’oliva costituisca solo il 3% di tutti gli oli utilizzati al mondo”

Luigi Caricato

Iscriviti alle
newsletter

Cosa significa Next Generation Eu

Le nuove proposte della Commissione Europea costituiscono una grande opportunità per l’agricoltura. Tuttavia, la loro implementazione costituisce indubbiamente anche un’enorme sfida politica, perché fa emergere in modo impietoso alcuni nodi irrisolti delle politiche agricole e degli assetti istituzionali

Alfonso Pascale


Mille ettari per far ripartire l’olivicoltura italiana

L’impegno delle aziende di marca si sta traducendo in qualcosa di molto concreto e utile, in quanto attraverso l’esempio sarà possibile trainare le piccole imprese portandole verso una nuova visione olivicola. È il caso dei Monini, che per festeggiare i cento anni dalla fondazione, hanno deciso di scommettere su un piano decennale destinato a rivoluzionare il settore

Luigi Caricato


L'addio a Giuseppe Fontanazza

Per molti è stato un solido punto di riferimento, studioso degli olivi tanto apprezzato da alcuni quanto inviso ad altri. Succede sempre così, in Italia: o si è da una parte, o si è dall’altra. Resta un personaggio che ha lasciato molto al Paese, sicuramente un innovatore e un uomo di cultura

Luigi Caricato


Un innovatore dell’olivicoltura italiana

È stato un innovatore dell’olivicoltura italiana. Fin dagli anni ’70 aveva cominciato a sperimentare e a promuovere nuovi sistemi di coltivazione intensiva e di meccanizzazione integrale degli oliveti. Il cordoglio per la morte del professor Giuseppe Fontanazza da parte del professor Eddo Rugini e del gruppo che ha collaborato con chi si è impegnato in maniera infaticabile a selezionare e brevettare nuove varietà di olivo

Olio Officina

Una oleoteca vista dal di dentro

A Spello, per chi ha piacere di capire come è fatta una oleoteca, si può andare a visitare e sperimentare una realtà modello, ideata e progettata in ogni minimo particolare dall'architetto (e anche produttrice in proprio) Monia Caneschi. Inizia da qui un nostro viaggio a puntate nelle oleoteche d'Italia e nel resto del mondo

Olio Officina


Lo stato del mercato degli oli da olive in Cina

Le importazioni di oli di oliva vergine e oli di oliva sono volati verso valori mai registrati così alti, con un incremento del 21% nella campagna 2018/19 rispetto all'annata precedente, raggiungendo così quota 45.871 tonnellate

Consiglio Oleicolo Internazionale


Perché lo Stato italiano non crede nella ricerca Ogm?

Dal 2002 in Italia non è possibile fare sperimentazione di campo con piante geneticamente modificate, a causa della mancata applicazione delle Direttive europee. In tutti i Paesi del mondo, invece, non si pone alcun freno al progresso. Eppure i cittadini hanno diritto di verificare i benefici che i prodotti biotecnologici possono offrire per il miglioramento dell’efficienza dei sistemi di coltivazione, la riduzione dell’impatto dei sistemi agricoli sull’ambiente e il miglioramento di qualità e sicurezza degli alimenti

Eddo Rugini


Per Monini si apre il decennio della sostenibilità

Pronto un nuovo modello di sviluppo. Già investiti oltre 10 milioni di euro, che diventeranno circa 25 entro il 2030. La nota impresa olearia spoletina quest'anno ha deciso di celebrare in questo modo il suo primo secolo di vita: un Piano strategico che si delinea attraverso un manifesto in tre atti – in campo, nella bottiglia, sulla tua tavola - con cui si ambisce a indicare una nuovo corso per l’olio extra vergine di oliva

Olio Officina