Culture

La storia di Santagata, casa olearia avanguardista dal lontano 1907

Un’azienda storica, ultracentenaria, quella che i fratelli Santagata, Cristina e Federico, guidano con la stessa passione e lo stesso entusiasmo di chi li ha preceduti. In Una famiglia per l’olio si raccontano e ci accompagnano tra i loro luoghi, facendo rivivere al lettore i momenti che hanno segnato un nome conosciuto in oltre quaranta Paesi

Chiara Di Modugno

Abbiamo vinto alcune sfide, ma non siamo ancora al traguardo

L’Italia che verrà assomiglierà un po’, o tanto, all’Italia che è stata? Rileggendo a distanza il romanzo L’orologio, di Carlo Levi, si scopre quanto sia oggi ancora di grande attualità la sua visione. Tornare su quell’opera pubblicata nel 1950 diventa un sano esercizio di pensiero in questi giorni di vigilia dell’elezione del presidente della Repubblica

Alfonso Pascale


La Vita e il Mare

Il mare ha la propria scrittura nel senso che mostra dei segni attraverso cui comunica, chi da profano si appresta ad interpretarli si distrae e rischia di morire perché travolto dalle onde. Così, come nel mare, nella vita

Massimo Cocchi


Vogliamo un Presidente super partes

Daniela Marcheschi


‘A tavula è “trazzera”. Quando un “detto” coniuga la valenza del cibo con le relazioni sociali

Qual è il nesso tra la tavola e la trazzera? È presto detto. La tavola è il luogo di “passaggio”, a cui ci si siede anche tra sconosciuti, e chiunque giunga anche d’improvviso è ben accolto. È lo “spazio sacro” che permette di intessere relazioni sociali di ogni sorta. La pandemia ha reso meno trafficate le nostre “trazzere”, ma non cancellerà la nostra identità culturale. Ma cosa succede quando ci si imbatte in alimenti studiati appositamente per creare affezione a un certo tipo di cibo, con soluzioni alimentari che di nutrizionale hanno poco o nulla da dire?

Massimo Cocchi, Grazia Gulino

La vecchia casa

Narrazioni. La domenica se ne andavano al cinema. Lui e lei. Il cinema della piccola città non aveva comode poltroncine in velluto, ma sedili di legno. Quelli che oggi si trovano in certi negozi di modernariato. I racconti sullo schermo restavano per giorni nella memoria. Le notti erano lunghe e non sempre tranquille. Sul letto stavano ore a osservare il dipinto del soffitto

Mariapia Frigerio


Palermo e Bologna. Saga di una famiglia

La barca ha occupato uno spazio importante nella vita. Era un po' come la seconda casa. È lì, nelle lunghe giornate, che si snocciolavano i racconti di una Palermo e di una sicilianità fatta di Famiglia, Onore e Rispetto. La vita, comunque, non sempre trascorre come una gita in barca

Massimo Cocchi


Il piacere di leggere non si ferma mai. Altri libri del 2021 che sono piaciuti molto

Leggere, leggere, leggere. Non sappiamo se la lettura sia salvifica o meno, certamente aiuta e ci apre a una visione della vita e del mondo più complessa o in ogni caso meno superficiale. Noi siamo amanti sopprattutto delle buone letture, ma ciascuno di joi ha le proprie predilezioni. Ecco allora la ragione per la quale abbiamo deciso di proseguire nella nostra segnalazione di libri pubblicati nell'anno appena trascorso

Olio Officina

Guardiamo avanti

Sergio Mattarella


Dalle stelle alle stalle. Quando la scienza incontra le stalle

Esiste una differenza tra “scienziato” e “ricercatore”? E, se esiste, può essere così profonda come quella tra “banchiere" e "bancario”? L’appartenenza a un’istituzione scientifica, che sia una università o altro, può forse garantire di poter fruire dell’appellativo di scienziato? Se il significato delle parole rappresentasse, di fatto, un concetto di uniformità delle attribuzioni nell’impegno lavorativo avremmo un mondo pieno di banchieri e un mondo pieno di scienziati, e così, evidentemente, non è

Massimo Cocchi


I migliori, o se preferite, i più rappresentativi libri del 2021

Cosa consigliare a chi vuol leggere testi di alta qualità senza dover come al solito affidarsi alle solite classifiche dei libri più venduti? Abbiamo avuto l'idea di chiederlo ad alcuni narratori, poeti, critici letterari, filosofi e giornalisti

Olio Officina


"Riaffiorano le terre inabissate", un romanzo anti-pastorale di Michael John Harrison

È una strana storia d’amore ma anche un giallo tenebroso, con un plot costellato di creature marine solo suggerite e inquietanti presenze della più desolata provincia. Tutto è episodico, aneddotico, pieno di dettagli che sembrano irrilevanti

Omar Di Monopoli


Caro Babbo Natale

Una lettera così personale scritta da un adulto può senza dubbio stupire, ma a volte sono proprio le persone capaci di meravigliarsi a rendere possibile un dialogo improbabile. Il fatto è che in questo magico giorno che per molti, ma non per tutti, rappresenta il simbolismo della bontà, si tende a dimenticare che l’ipocrisia sta sempre dietro l’angolo. Come possiamo infatti, di fronte alla quotidianità dei misfatti umani, delle guerre, degli omicidi, dei massacri, pensare di ritenere ancora la superiorità umana rispetto all’animale?

Massimo Cocchi


Fra scienza, verità e Sangiovese

Molti non hanno capito Kary Mullis e la sua genialità, genialità che si esprimeva nell’acutezza delle sue osservazioni e che lasciava poco spazio a speculazioni equivoche. Il vero scienziato, termine ormai abusato da molti, non scende mai a patti, anche con l’amico più caro ma cerca di capire finché la verità non appare limpida e inoppugnabile

Massimo Cocchi


Un evento non pianificato

Sante Ambrosi

L'epopea dei contadini nell'opera di Alessandro Manzoni

Leggendo attentamente I promessi sposi, si può notare come vi sia contenuta molta sociologia rurale, intesa come combinazione  virtuosa di aspetti agricoli e industriali. Renzo Tramaglino e Lucia Mondella sono personaggi poliedrici che riflettono la complessa stratificazione del mondo rurale. Lo studioso Emilio Sereni fu molto attratto dall'opera manzoniana, che si presenta come epopea degli umili, ma anche come fusione tra "poesia" e religiosità rigorosa, tra letteratura ed etica

Alfonso Pascale


Parlare di scienza al bar

Una scoperta che può rivoluzionare il mondo della medicina, della filosofia e, forse, anche quello della religione. L’apprezzamento di un Nobel della caratura di Kary Mullis. L’ipotesi che stava prendendo corpo era capire e, come, se era possibile che esistesse un circuito biochimico e biomolecolare che, come l’effetto domino, avrebbe portato a valutare addirittura le modifiche dello stato cosciente

Massimo Cocchi


I cambiamenti climatici ci preoccupano? Una possibile soluzione in un nuovo sensore laser

Il sensore, nato all’interno del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Cnr, e successivamente trasferito nello spin-off ppqSense, è il frutto di anni di risultati scientifici, brevetti e sviluppo. Lo strumento – dichiara Saverio Bartalini, primo ricercatore dell’Istituto nazionale di ottica del Cnr – apre a nuovi scenari per il controllo delle emissioni da fossili, e per via della sua ottima riuscita conferisce valore al nostro Paese e a coloro che hanno condotto le ricerche

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

La maggior parte di ciò che ci uccide? Troppo piccolo per essere notato

Quando si pronuncia la parola scienza, occorre essere consapevoli del suo significato reale ed evitare di cadere in ciò che troppo spesso viene usurpato o mistificato. Così, per non dimenticare, rievochiamo le discussioni con il premio Nobel per la chimica Kary Mullis intorno agli aspetti immunitari del nostro organismo di fronte alle invasioni batteriche e virali. Il combattimento cellula contro cellula, le interazioni molecola contro molecola, sono il luogo in cui viviamo o moriamo in quest’epoca

Massimo Cocchi


Di cosa avere paura

Di solito si ha paura del salto nel buio, della violenza fisica, degli accidenti atmosferici, dell’imbecillità di quelli che fanno le guerre, raramente si ha paura dell’ipocrisia che omaggia la meschinità. Anzi, molte volte si dà per scontato che il dolore dell’anima, la paura delle parole, siano eventi che riusciamo a scavalcare con facilità perché, grazie a Dio, siamo in grado di difenderci. Ma è proprio così?

Massimo Cocchi


Il perché abbiamo fatto tutto questo

Luigi Caricato


C'è un algoritmo che spiega come si muovono le persone

Si chiama “Deep Gravity” e aggiunge al modello gravitazionale due ingredienti fondamentali. Il primo: l’utilizzo di diverse variabili che descrivono i punti di interesse in un luogo come ristoranti, alberghi, ospedali e strade. Il secondo: la capacità di catturare relazioni complesse tra queste variabili grazie all’utilizzo del deep learning. I meriti di questa scoperta vanno all’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione del Cnr, con la Fondazione Bruno Kessler di Trento e l’Argonne National Laboratory negli Usa

Olio Officina


Duecento anni dalla nascita di Fëdor Dostoevskij

Il grande scrittore, autore di opere celebri quali Delitto e Castigo e L’idiota, è stato un punto di riferimento non solo per il suo valore letterario. Olio Officina ha pubblicato il volume del teologo Sante Ambrosi Quale bellezza salverà il mondo. L’idiota di Fëdor Dostoevskij e la grammatica dell'amore che oggi, nel giorno dell’anniversario, proponiamo ai nostri lettori

Olio Officina