Magazine

Cosa aspettate a partecipare al MICA?

Con data ultima per aderire il 31 luglio, le aziende hanno già iniziato a inviare i proprio campioni per il Milan International Condiments Award. Crediamo che prodotti come conserve, sott’oli, sott’aceti, paté, meritino un’attenzione maggiore e diversa, ed è per questo che Olio Officina vuole premiarne la qualità e restituire loro il giusto valore

Olio Officina

Ci sono soluzioni nuove e migliorative per il comparto oleario

A Ragusa sono stati presentati i risultati finali del progetto capitanato da Frantoi Cutrera, In.Mi.Qu.Oil, dalla durata di due anni più uno di proroga. Nato con l’obiettivo di diffondere tecnologie innovative in supporto agli attori della filiera olivicola, il tema della sostenibilità ricopre uno degli aspetti più importanti su cui occorre lavorare in relazione ai cambiamenti climatici. Sarà presto disponibile un manuale divulgativo con tutti i dettagli

Flora Valeria Romeo


I fasti dell’agronomia all’apice dell’Islam

I grandi agronomi della storia. Lo studio delle opere arabe ci impone di considerare una biblioteca intera di autori che nella lingua dell'Islam scrissero dai Paesi che si affacciano sull'Oceano Indiano a quelli che si bagnano nell'Atlantico, tutti riassunti dallo scienziato Al Awwam, vissuto a Siviglia a metà del dodicesimo secolo, il quale di tutti enucleò le conquiste, di tutti seppe organizzare le cognizioni coordinandole a quelle ereditate dalla cultura greca e latina, compilando di fatto un trattato di agronomia degno di essere collocato a fianco del capolavoro latino di Columella

Antonio Saltini


Il primo bilancio di sostenibilità di Palazzo di Varignana

Il manifesto testimonia l’impegno verso pratiche sostenibili e di responsabilità sociale, delineando con precisione gli obiettivi, i risultati e gli impegni per implementare la transizione ambientale con costanza e gradualità. Si articola in cinque sezioni che raccolgono i principali passi, già percorsi o tracciati per il futuro, per guidare il cambiamento verso un modo più ecologico e responsabile di fare impresa

Olio Officina


Solo l’innovazione può sconfiggere caporalato e atti vandalici

La brutale morte di Satnam Singh a seguito di un braccio amputato e la distruzione di un campo sperimentale, il primo in Italia sviluppato con le tecniche di evoluzione assistita, sono due terribili episodi di stretta attualità che ci riportano al duro e inquietante stato in cui versano le campagne italiane. In una società che conserva e difende a spada tratta un’idea fantasmagorica di agricoltura, frutto di illusioni, sentimentalismi e sguardi nostalgici rivolti al passato, la demonizzazione dell’agricoltura tecnologica porta proprio a queste estreme e nefaste conseguenze. Ci vorrebbe un cambio di prospettiva e l’avvio di un grande progetto di ringiovanimento degli addetti con l’immissione di una forte dose di innovazione e di professionalità

Alfonso Pascale


Cristiana Mela: l’olio extra vergine nelle conserve è fondamentale

La scelta dell’olio nelle conserve, nei paté, nei sottoli, cambia totalmente il sapore della materia prima. Questo lo sa bene la titolare del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia, la quale, nell’ambito della tredicesima edizione di Olio Officina Festival, ha chiarito come per ottenere un prodotto ottimale bisogna partire da materie prime di alta qualità e, a queste, occorre aggiungere un extra vergine capace di sposarsi alla perfezione. La storica realtà ligure osserva ricette tramandate nel tempo e le trasporta in quelle che sono le produzioni aziendali, realizzate con tecnologie moderne e macchinari che garantiscono la totale sicurezza dell’alimento

Massimiliano Bordignon


La Spagna azzera l’Iva sull’olio di oliva

Perché allora non favorire anche il comparto oleario italiano per un prodotto così tanto complesso e dalle dinamiche di mercato alquanto complicate e incerte? Sintomo di una situazione difficile dovuta alla mancanza di materia prima, il Paese iberico già lo scorso anno aveva abbassato dal 10% al 5% l’imposta. Non appena il Consiglio dei ministri darà conferma durante questa settimana, tale misura, volta a tutelare la spesa delle famiglie, entrerà in vigore a partire da lunedì 1 luglio

Olio Officina


Iscriviti alle
newsletter

Olio protagonista. Dieci anni di educazione alimentare e ambientale per le scuole

Dall'esordio fino ad oggi, l’iniziativa firmata Monini ha permesso di sensibilizzare a un corretto rapporto con il cibo e a una corretta cultura agro-ambientale circa 900mila bambini e bambine, ragazzi e ragazze di istituti di ogni ordine e grado. In questa decima edizione, in collaborazione con La Fabbrica e la casa editrice Gribaudo, è stato proposto un percorso articolato attraverso attività ludico-didattiche guidate dagli insegnanti

Olio Officina


Le campagne bruciano, nella totale indifferenza dello Stato

Brucia l'olivo, brucia la vigna, bruciano i campi di grano. I piromani sono entrati in azione nella più totale libertà. Le campagne vengono saccheggiate. Le campagne diventano discarica. Lo Stato nel frattempo dichiara la propria non esistenza scegliendo di abbandonare l'agricoltura a se stessa.  Tutte le parole spese sul territorio, sulla tutela del paesaggio, quando le sentite pronunciare da parte di una figura che rappresenta un organo istituzionale, sappiate che sono vuote e insulse parole ipocritamente articolate solo per fare scena. Gli incendi appiccati dai piromani intanto impazzano, soprattutto nelle giornate più favorevoli, quelle a vantaggio di vento, così da poter causare più danni possibili. Da qui a godere del fuoco che divora oliveti, vigneti, campi di grano ci si mette di mezzo l'indifferenza di Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri, Vigili urbani. Da parte loro, la più totale noncuranza e insensibilità. Nessuno fa niente. Gli agricoltori sono lasciati nel più totale isolamento. Più dell'atto barbaro dei piromani, ferisce l'assenza dello Stato. Questa, e un'altra immagine, riprende un olivo tra i tanti e una vigna fatti ardere, devastati dalle fiamme, ma lo scenario delle campagne salentine, in provincia di Lecce, è ancora più desolante. Si allertano gli organi preposti, ma non si curano di intervenire. Penseranno, forse: a che servono le campagne? Già, a che servono? Io ritengo che uno Stato che meriti rispetto dovrebbe quanto meno risarcire gli agricoltori per i continui danni subiti

Luigi Caricato


Un oliveto di 20 mila piante in Inghilterra. Un evento storico

Lo stupore generale si colma di concretezza allo sguardo di una vasta distesa di giovani piante di olivo a Spalding, collocate per volontà e a opera di un imprenditore audace e determinato, David Hoyles, con la regia di un altro impresario agricolo, altrettanto intrepido e risoluto, Pietro Leone, che ne ha seguito gli aspetti tecnici. Le cultivar che hanno trovato qui un nuovo ambiente, sollecitate da un habitat differente da quello originario, cambieranno aspetto e genetica, provocando un cambiamento ereditario che sarà trasmesso alle generazioni successive

Luigi Caricato