Rivista trimestrale OOF International Magazine

Giovedì 19 Luglio 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

Cosa significa fare blending?

Cosa significa fare blending?

Un numero monografico di OOF International Magazine dedicato all'arte e alla scienza del blend, in distribuzione in questi giorni. Abbiamo riservato un ampio spazio dedicato ai protagonisti. A ciascuno di essi abbiamo riservato delle domande diverse, per cercare di capire. Ma voi sapreste spiegare ai non addetti ai lavori cos’è il blending? Come lo definireste?  E secondo voi fare il blending è proprio necessario? Questa volta lo abbiamo chiesto a chi del blending ne ha fatto una bandiera: il blendmaster Giovanni Zucchi (1. continua)


Olio Igp Puglia, tutto da da rifare

Olio Igp Puglia, tutto da da rifare

Solenne bocciatura per il disciplinare di produzione presentato dal presidente di Coldiretti Lecce Pantaleo Piccinno e dal suo staff. La mancanza di dialogo tra chi all’olio Igp Puglia vi ha sempre creduto, fornendo le giuste osservazioni tecniche, e chi invece ha preferito improvvisare, dimostrando scarsa professionalità e mancanza di dialogo, ora si pagano con le osservazioni della Commissione Ue che di fatto boccia il documento segnalando punto per punto gli errori


Tutti in cerca d’olio

Tutti in cerca d’olio

In Andalusia il progetto Life Olivares Vivos vede protagonisti gli olivicoltori, disposti a potenziare la biodiversità all’interno delle proprie tenute. Intanto in Cina si potenzia l’olivicoltura, con la previsione di giungere presto a quota 59 milioni di olivi, eguagliando la superficie olivetata della provincia di Jaén. Anche il Giappone nel frattempo si impone all’attenzione. Questo e altro nella rassegna stampa internazionale > Mariangela Molinari


Questione alimenti già scaduti

Questione alimenti già scaduti

Cosa succede con la messa in vendita di prodotti la cui data di scadenza è stata superata? Sono ancora da considerare genuini tali alimenti? Ecco cosa ha evidenziato al riguardo la Corte di Cassazione, con le considerazioni del Centro Studi Diritto Alimentare-Food Law > Giorgia Antonia Leone


OLIVO MATTO
LUIGI CARICATO Luigi Caricato

Creare una cultura dell’olio diffusa

Pubblicato il 14-06-2018

Olio di Puglia Igp, si parte?

Olio di Puglia Igp, si parte?

In attesa che abbia un seguito l'istanza presentata alla Commissione europea per la registrazione dell'Indicazione geografica protetta, il Ministero delle Politiche agricole ha emanato il Decreto 29 maggio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 20 giugno 2018 che sancisce il regime di "protezione provvisoria". Ora, la speranza è che la proposta che fu a suo tempo  avanzata dall'esperto di marketing Massimo Occhinegro, non sia gestita da coloro che nel frattempo hanno lasciato sprofondare nel nulla le grandi potenzialità (sulla carta) delle Dop degli oli pugliesi


La pasta Cavalieri è storia

La pasta Cavalieri è storia

Il celebre stabilimento di Maglie – dove viene lavorata ed essiccata con “metodo delicato” l’apprezzatissima pasta di semola di grano duro - è considerato tra i beni del patrimonio culturale della civiltà industriale. L’opificio, effettivamente, è un vero “monumento”, disposto su due piani. Ora la tradizione di famiglia va avanti con la quarta generazione > Antonio Monte


Olio bocciato o promosso?

Olio bocciato o promosso?

Tutti parlano dei comitati di assaggio, quelli riconosciuti ai fini della valutazione e del controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli di oliva vergini, ma sono in pochi a conoscerli e a sapere il luogo in cui sono operativi. Ed ecco allora, a beneficio di chi ci segue su Olio Officina Magazine, l’elenco ufficiale – aggiornato al 5 giugno e suddiviso per regioni – sia dei comitati di assaggio, sia dei laboratori italiani autorizzati al rilascio di certificati di analisi ufficiali nel settore oleicolo


Cos’è il dual quality?

Cos’è il dual quality?

È un fenomeno di cui si parla spesso ma di cui si sa poco. Alcune aziende dell’agroalimentare talvolta lo praticano, ingannando gli acquirenti. L’Unione europea se ne sta occupando: si pensa di introdurre sanzioni economiche corrispondenti al 4% del fatturato su base annuale dell'azienda coinvolta. Le considerazioni del Centro Studi Diritto Alimentare-Food Law
> Giorgia Antonia Leone


PER IMMAGINI
Cosa leggono i tecnologi alimentari

Cosa leggono i tecnologi alimentari

Guardate un po' che letture fanno. Si tengono bene informati, soprattutto una professionista che di olio se ne intende come la dottoressa Daniela Capogna. Sempre con il sorriso sul volto. Era presente anche lei alla prima edizione del Forum Olio & Ristorazione, e tra l'altro la giornata di formazione che si è svolta a Milano a fine maggio era stata organizzata proprio in collaborazione con l'Ordine dei Tecnologi Alimentari

Olivagione Italia 2017/2018

Olivagione Italia 2017/2018

La produzione di oli da olive secondo le elaborazioni Ismea su dati Agea si chiude sfiorando le 430 mila tonnellate, con una progressione del 135% rispetto agli scarsi volumi ottenuti nella campagna precedente, fermi a 182 mila tonnellate. La crescita è stata particolarmente significativa soprattutto nelle regioni meridionali. In Puglia, per esempio, sono state superate le 200 mila tonnellate (+98%)


Patrioti o eroi dell'olio Evo?

Patrioti o eroi dell'olio Evo?

Non una nota stampa in senso stretto, ma un racconto-aneddoto del presidente di Unapol  – Unione Nazionale Associazioni Produttori Olivicoli, Tommaso Loiodice, in risposta all'accordo di filiera tra Federolio/Coldiretti/Unaprol: "è destabilizzante vedere rinnegare anni di battaglie a difesa dell’italianità solo per far funzionare un accordo commerciale"


Cosa si legge in giro sull’olio

Cosa si legge in giro sull’olio

Cordova, il telerilevamento attraverso droni per individuare la Xylella, con scansioni delle coltivazioni per identificare la presenza dei batteri. Nel mercato spagnolo le vendite degli extra vergini biologici sono in costante aumento. Infine, secondo Marta Vázquez, con l’invecchiamento della popolazione, fondamentale prevedere formati ergonomici, facili da trasportare e utilizzare. Questo e altro nella rassegna stampa internazionale > Mariangela Molinari


La diatriba sull'Italico

La diatriba sull'Italico

Dopo la nota stampa diffusa da Assitol, Federolio replica a sua volta. Nel blend frutto dell'accordo tra Coldireti/Unaprol/Federolio la componente di olio non italiano dovrà comunque rispondere a verificabili requisiti di eccellenza. L'olio, inoltre, sarà assoggettato a controlli effettivi e severi, qualcosa di profondamente diverso e distinto rispetto agli attuali blend, a tutela anche del consumatore


L'Italico divide e confonde

L'Italico divide e confonde

L’Associazione italiana dell’industria olearia, Assitol, guarda con stupore la proposta presentata nell’accordo Federolio-Coldiretti, che punta a premiare un blend con un 50% di 100% italiano.Cosa occorre? Unità e condivisione. Secondo la presidente del Gruppo olio d’oliva, Anna Cane, "serve una narrazione positiva sull’extra vergine, spesso vittima di un’informazione di sapore scandalistico"


I turbamenti degli olivicoltori

I turbamenti degli olivicoltori

Alcuni esponenti del mondo olivicolo sono fortemente critici nei confronti dell’accordo Federolio/Coldiretti/Unaprol. Per esempio, i presidenti Unasco, Cno e Assoproli Bari. Alcuni epiteti? Intesa farlocca, patto scellerato, accordo perverso, folle complotto, inganno. Ma c’è chi lancia anche una petizione on line, parlando addirittura di attentato alla salute dei consumatori e di un crimine, evocando con spensieratezza la parola cancro


Olivi universali

Olivi universali

 Il Comitato promotore della Fascia Olivata Assisi-Spoleto comunica a tutti il proprio orgoglio per aver ottenuto il prestigioso riconoscimento di Paesaggio Fao–Gianhs"Patrimonio Agricolo di importanza mondiale". Sei i comuni coinvolti, con capofila Trevi, nella persona del sindaco Bernardino Sperandio


I migliori oli d’Italia

I migliori oli d’Italia

Le più qualificate produzioni nostrane, ma anche la selezione delle più buone espressioni del Mediterraneo oleario, con i risultati del Premio Nazionale “L’Oro d’Italia® 2018", giunto alla sua nona edizione, e del Premio Internazionale "L'Oro del Mediterraneo 2018", arrivato all'edizione numero sette. Senza trascurare la decima edizione del Concorso regionale L'Oro della Puglia. Tante le sorprese, e intanto piovono molte “Gocce d’oro” > Giorgio Sorcinelli


Nuovi scenari per l'olio

Nuovi scenari per l'olio

Speciale Filo d'Olio 2018 | Segmentare l'extra vergine.  Tanti i punti in evidenza nello storico accordo tra le organizzazioni Federolio, Coldiretti e Unaprol. Certificare la filiera per aiutare il consumatore a differenziare acquisto e utilizzo. Valorizzare il prodotto nazionale e rilanciare l’olivicoltura italiana. Frenare l’utilizzo dell’extra vergine come prodotto civetta nella Gdo


I consumatori di extra vergine

I consumatori di extra vergine

Speciale Filo d'Olio 2018 | Segmentare l'extra vergineUna ricerca Doxa, commissionata da Federolio,  approfondisce il rapporto tra gli italiani e l’olio da olive. Ne emerge che l'85% dei consumatori nostrani utilizza in prevalenza l’olio extra vergine di oliva, giacché ritenuto il "migliore da utilizzare" (36%), "un olio di qualità" (27%) e un olio che "fa bene alla salute" (18%). Non solo, si scopre che il 39% degli italiani spende mediamente meno di 6 euro al litro, il 48% da 6 a 10 euro e il restante 13% va invece oltre i 10 euro


Il settore dell'olio in Italia

Il settore dell'olio in Italia

Speciale Filo d'Olio 2018 | Segmentare l'extra vergine.  Come si presenta l'Italia dell'olivo e dell'olio? Quante aziende olivicole vi sono? A quanto ammonta la produzione interna di olia da olive e a quanto invece è necessario importare? Quanto incide il consumo mondiale di olio da olive e quanto la produzione di olio certificato e di qualità? E i dati import / export?


Gestire le vendite a distanza

Gestire le vendite a distanza

La commercializzazione telematica è la nuova frontiera anche per i prodotti alimentari. Quali sono le informazioni obbligatorie da trasferire al consumatore? Tale attivitàè disciplinata dal Reg. 1169/2011, prevalendo sulle disposizioni generali previste dalla Direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori. Le considerazioni del Centro Studi Diritto Alimentare-Food Law > Giorgia Antonia Leone


L’Italico, nuova strada per l’olio

L’Italico, nuova strada per l’olio

C’è molto da cambiare. Intanto con un netto “no” all’utilizzazione dell’extra vergine quale traffic builder, e poi con un netto “sì” all’olio democratico che sappia parlare di valori e articolate distintività. La qualità, prima di tutto. Servono però regole rigorose, giuste e soprattutto ben applicate, come nel caso del panel test e dell’etichettatura. Alla vigilia della convention del 28 giugno a Roma, abbiamo intervistato il presidente di Federolio Francesco Tabano > Luigi Caricato


Come Spagna insegna

Come Spagna insegna

Saper comunicare l'olio. Un complotto storico contro l’olio di oliva spagnolo negli Usa? Si tratta di Oliveleaks, un documentario di Olive Oils from Spain, parte di una campagna promozionale incentrata sull’origine spagnola dell’olio quale garanzia di qualità.  E poi c’è Taste the truth, attraverso cui, con dati e fatti alla mano, si dimostra come gli oli spagnoli siano leader in qualità, sostenibilità, versatilità e anche in quanto a effetti benefici per la salute. Questo e altro nella rassegna stampa internazionale di questa settimana > Mariangela Molinari


L’imprinting degli oli Vernèra

L’imprinting degli oli Vernèra

I concept della quinta edizione del Premio Le Forme dell’Olio. Questa settimana presentiamo due confezioni realizzate da Carlo Coniglio: “Le Case di Lavinia” e “Le Terre di Vito”, due oli che vengono definiti “straordinari”, in quanto “intrisi dell’aria e della terra dei Monti Iblei, che guardano la costa orientale della Sicilia dalla quale svetta il vulcano Etna” (4. continua)


L'addio ad Angelo Compagnoni

L'addio ad Angelo Compagnoni

Contadino comunista, nonché dirigente nazionale dell'Alleanza dei Contadini e successivamente della Confcoltivatori, è stato anche parlamentare per quattro legislature, promotore della legge 607 del 22 luglio 1966 in materia di enfiteusi e prestazioni fondiarie perpetue. Sempre attento alla formazione dei più giovani,  stimolava a studiare e approfondire i problemi concreti delle campagne > Alfonso Pascale


Degustare l’olio di canapa

Degustare l’olio di canapa

Cosa si percepisce quando assaggiamo un olio di semi di canapa. Cosa si scorge alla vista, all'olfazione, al gusto e nelle sensazioni tattili e, in chiusura, nelle sensazioni retro-olfattive? Quando la curiosità diventa intuizione: il Progetto “HemPanel” è una iniziativa promossa dall'associazione L'Olio di Puglia, dialoghi fluidi, ratificata dalla prof. Patrizia Papetti e con il coinvolgimento dell’associazione nazionale Donne dell’Olio > Carmela Barracane


Le responsabilità in Gdo

Le responsabilità in Gdo

Un quesito che di recente trova grande interesse nel settore alimentare, riguarda l'attribuzione di responsabilità nei casi in cui in un supermercato ci si imbatte in prodotti in cattivo stato di conservazione, alterati o scaduti. Le considerazioni del Centro Studi Diritto Alimentare-Food Law  > Giorgia Antonia Leone


INOLTRE
OLTRE
PARTNERS
Enoplastic Coltura&Cultura Casa dell'Olivo Olea Donne dell'Olio Olio di Famiglia
LA PAROLA

Frìggere

v. tr. e intr. [lat. frīgĕre] - cuocere in olio, burro o in grasso bollente

CHE OLIO SEI

L’olio secondo Gualtiero Marchesi

Lo scrittore Nicola Dal Falco incontra il padre nobile della cucina italiana per un confronto su una materia prima tanto pregiata qual è il succo di oliva. “Quando vivevo con i miei genitori – racconta il grande cuoco – la merenda ideale era di versare l’olio sul piatto e, poi, intingere con del pane casalingo, tagliato a fette. Buonissimo”

Le scelte di Camilla Guiggi

Blogger e degustatrice, si sofferma sull’analisi sensoriale di vari alimenti, in particolare sul vino, senza trascurare l’olio da olive, che non manca mai sulla sua tavola. Ha una predilezione per i monocultivar: da olive Cellina di Nardò, Picholine e Moraiolo in particolare. Non trascura nemmeno gli oli “altri”: quello di Lentisco, sardo; o l’olio di nocciola tonda gentile del Piemonte. Ed evidenzia infine una anomalia: “è difficile trovare ristoranti dotati di un’ampia gamma di oli

Le scelte di Alessandra Lofino

Giornalista e blogger pugliese, con una grande passione per la cucina e i buoni frutti della terra. Predilige gli oli ottenuti da due cultivar: la Leccina, dal sapore delicato, del sud est barese, e la Coratina, del nord barese, dal piacevole piccantino. Il suo ristorante oliocentrico preferito è Menelao a Santa Chiara, di Michele Boccardi, nel centro storico di Turi

Le scelte di Valeria Biagi

Si occupa di letteratura ed è vicepresidente del Centro Studi Sirio Giannini, autrice di un libro dedicato agli scrittori della provincia di Lucca. La sua famiglia produce olio da molte generazioni, ma a scopo esclusivamente privato, nella campagna versiliese. Il ristorante oliocentrico preferito? L'Antico Uliveto di Seravezza

Le scelte di Marina Ferrara

Sempre e solo olio extra vergine di oliva, e, devo dire - ammette l'artista e transformational coach - che anche quel poco di burro della tradizione trentina, da parte di madre, è quasi del tutto scomparso. Il padre napoletano ha influito molto. L'alimento è unico, senza dubbio, ma l'altro senso che l'olio stimola in lei, è quello del tatto nella sua essenza oleosa, spesso utilizzato anche nei trattamenti olistici > Silvia Ruggieri

Le scelte di Antonella Millarte

Giornalista sempre attenta alle materie prime di cui ci s nutre, non smette mai di cercare e segnalare le migliori produzioni in circolazione, e, tra i fornelli si muove con agilità e voce narrante. Ama gli oli Coratina e Nocellara del Belice, come pure il blend di Ogliarola e Leccina. Il suo ristorante oliocentrico? Antichi Sapori, di Pietro Zito

RITRATTI AD OLIO

Olivagione al femminile

La galleria fotografica che potete ammirare è di Stefano Triulzi. Le olive sono tutte di cultivar Taggiasca, proprietà di Ivano Brunengo. Siamo in Liguria. La donna che vedete, intenta a raccogliere i preziosi frutti che si tramuteranno in olio, non è una olivicoltrice ma un’antropologa del cibo: Giulia Ubaldi. "Vivere l’emozione della raccolta, è questo che ci permette di capire cosa sia e quanto valga una materia prima così fondamentale qual è l’olio ricavato dalle olive > Luigi Caricato

L’emozione di chi assaggia

Cosa significa apprendere l’arte della valutazione sensoriale degli oli da olive? Cosa accade dopo aver frequentato un corso di assaggio e aver scoperto le infinite potenzialità che si celano dietro una materia prima che tanti consumano ma senza conoscerne appieno l’identità e le tante potenzialità espressive? Il fatto è che si acquista un olio immaginando che sia eccellente per partito preso, solo perché lo si è prodotto; eppure le sorprese non mancano. La testimonianza di Marco Tribuzio, vice presidente di Confcooperative Bari-Bat

L’unione fa la forza

Si è sempre detto che gli italiani non siano in grado di realizzare progetti comuni e condivisi, inadatti come sono a mettersi insieme e collaborare. E’ drammaticamente vero, ma ci sono le eccezioni. E’ il caso positivo di Domenico Fazio, Giampaolo Lupi e Carlo Bianchi, tutti e tre impegnati a valorizzare i propri extra vergini a partire dal marchio collettivo "Da Vinci" > Luigi Caricato

Il passato lascia tracce

L’azienda agraria della famiglia Clarici a Foligno vanta una tradizione ben radicata, come ben dimostrano alcune tra le immagini tratte dall’archivio storico che vi proponiamo. Ora, la nuova generazione, la quinta, con Pietro e Maria Elisabetta ha in programma un ambizioso progetto di recupero dell’antica struttura > Luigi Caricato

Sì alla terra e agli ulivi

Perché pensare che il lavoro agricolo sia solo pura tecnica e fatica, senza alcuno spazio per i sentimenti e le emozioni? Teresa Marinucci Palermo, molisana di Rotello, a 38 anni produce olio insieme con la famiglia. Le colline sulle quali gli olivi campeggiano, sembrano contorni di corpi femminili dalle linee dolci e morbide. L’olio ricavato dalle olive è per lei elemento indispensabile come l'acqua

Un po’ d’olio per iniziare

Pane e olio, qualunque sia il cibo e il vino che seguiranno. Parola di Aimo Moroni, patron del ristorante Luogo di Aimo e Nadia di Milano. “Ogni volta che mi chiedono il perché, rispondo che l’olio nel piatto riguarda un po’ la mia storia, molto la cultura di questo Paese e altrettanto se non di più la salute”. E aggiunge: “Resto debitore del motto di Ippocrate secondo cui l’alimento è medicamento” > Nicola Dal Falco

ALTRE INCURSIONI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
MERCATI

Quotazioni di mercato per gli oli da olive
del 17 luglio 2018

ESTERO
  • Grecia
  • Spagna
  • Tunisia
ITALIA
  • Andria
  • Bitonto
  • Sud Puglia

a cura di Adriano Caramia, Ettore Campobasso, Domenico Petrosillo

SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

Si chiama Naturalmente biologico ed è una abbinata tra due cultivar binarie

Si chiama Naturalmente biologico ed è una abbinata tra due cultivar binarie

In Puglia ci sono due varietà di olive, di carattere opposto, che si integrano alla perfezione. Insieme, costituiscono un olio che piace molto al consumatore. Il nome di quest’olio extra vergine di oliva richiama esplicitamente la coltivazione biologica degli ulivi, e reca la firma di Agridè > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

Panissa, cipolla egiziana ligure e la crema di melanzane

È il frutto della tradizione gastronomica ligure che nulla ha a che vedere con  la altrettanto celebre farinata, pur essendo una preparazione a base di farina di ceci. Per chi ama il fritto, è una gran delizia > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Tre Chef in corsa per il Premio Laudemio

Tre Chef in corsa per il Premio Laudemio

Sono Matteo Grandi, chef e patron del ristorante De Gusto Cuisine (San Bonifacio, in provincia di Verona), Claudio Sadler, chef e patron del Ristorante Sadler (Milano) e Antonello Sardi, chef del ristorante La Bottega del Buon Caffè (Firenze) i tre finalisti della seconda edizione del Premio Laudemio, rispettivamente nelle categorie “secondo piatto”, “primo piatto” e “antipasto”

Il top manager Anthony Smith per il Molino sul Clitunno

Il top manager Anthony Smith per il Molino sul Clitunno

Continua la collaborazione tra l’azienda molitoria umbra e l’ex top manager di Nike e Levi Strauss, nell’ottica di un continuo miglioramento delle performance aziendali e di un’ottimale integrazione della terza generazione della famiglia Marani nel team di gestione

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

L’olio è elemento cardine

In cucina non si può prescindere dalla scelta di un ottimo olio extra vergine di oliva. Il principio ispiratore deve essere riconducibile al territorio: gli oli del territorio con gli alimenti del territorio. Nostra intervista allo chef Vincenzo Butticè, del Ristorante “Il Moro” di Monza, nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione

L’olio Dop Riviera Ligure e la ristorazione

La conoscenza degli oli, attraverso l’approccio diretto legato al prodotto olio extra vergine di oliva, è ancora deficitaria. Per questo occorre promuovere una sana cultura di prodotto. La formazione continua degli operatori della ristorazione diventa pertanto fondamentale. L’intervista al direttore del Consorzio Dop Riviera Ligure, Giorgio Lazzaretti, in occasione della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione, tenutosi a Milano il 28 maggio 2018 e organizzato da Olio Officina

La cultura dell’olio attraverso gli chef

Il mondo della ristorazione oggi è molto vivace, dinamico e attento. A sostenerlo, in una intervista rilasciata nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione (a Milano, il 28 maggio 2018), è stata Maria Francesca Di Martino. Preziose le sue considerazioni, molto utili al fine di capire come procedere con un corretto impiego degli oli extra vergini di oliva in cucina. Ed ecco allora, dalla Puglia, gli oli a marchio “Schinosa”: gli extra vergini da olive Coratina, più complessi e non adatti a tutti gli utilizzi, e quelli ottenuti invece dalla cultivar Peranzana, molto più morbidi e facili da abbinare

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese

Una biblioteca olearia per ogni azienda

Una biblioteca olearia per ogni azienda

Cosa hanno gli olivicoltori, i frantoiani, i confezionatori d'olio nelle proprie aziende? Sono forniti di libri e riviste sui temi che concernono il proprio lavoro?